Salerno: è morta l’anziana travolta sulla carrozzina da uno scooter

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Non ce l’ha fatta l’anziana investita da un centauro sul lungomare di Salerno mentre, seduta sulla carrozzina, attraversava la strada spinta da una sua amica straniera.

Dopo sette giorni di agonia la signora Francesca Di Florio , di 94 anni e mamma della consigliera comunale dei Progressisti per Salerno, Rosa Scannapieco , è deceduta nel reparto di Rianimazione del “Ruggi d’Aragona”.

Troppo critiche le sue condizioni, anche se nel corso della settimana si era sperato in un miracolo. Il fisico della nonnina già provato da patologie pregresse di cui soffriva non le hanno lasciato scampo.

Cambia, dunque, la posizione del giovane che in sella al suo scooter la investì. In seguito al decesso, ora è indagato per omicidio stradale colposo. Spetta al magistrato di turno valutare se disporre o meno l’esame autoptico per risalire alle eventuali cause che avrebbero provocato il decesso in seguito ai traumi subiti dopo l’impatto con il mezzo.

Si indaga ora sulla dinamica. La donna, seduta sulla carrozzina, stava attraversando la strada, grazie alla sensibilità di alcune persone che si erano fermate per farle attraversare. Da dietro, però, giunse un giovane a bordo di uno scooter Honda 300. Sembra che il ragazzo inizialmente non si fosse accorto della carrozzina e che poi, resosi conto, abbia cercato di frenare ma non fece in tempo e colpì la carrozzina facendola sbalzare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Premesso che da molti anni ormai I vigili urbani di Salerno hanno perso, al pari delle aziende preposte alla nettezza urbana, il controllo della città e che nessun provvedimento sembra essere stato preso dai responsabili, non bisogna scoraggiarsi e non demordere, occorre incalzare con forza chi dovrebbe provvedere a mantenere la pulizia dei luoghi pubblici e di chi dovrebbe sanzionare i cafoni, in questo caso forse anche criminali per il reato di omicidio stradale. Incalzare in primis il primo cittadino che è preposto specificamente a garantire la funzionalità dei servizi comunali. Ovviamente ne terremo conto quando si voterà il rinnovo dell’amministrazione, ma non basta, bisogna (civilmente e democraticamente) pretendere che faccia intanto il suo dovere. Valutino i parenti della povera signora deceduta con i loro legali, se non si possa in qualche modo configurare una qualche responsabilità per negligenza del primo cittadino di Salerno.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.