Appello a Marco Mezzaroma: «Solo lei può salvare la Salernitana»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Tra Lotito e la Curva Sud i rapporti restano tesi, tesissimi. Un braccio di ferro che ha determinato la contestazione forte ma pacifica degli ultras granata che per 15 minuti hanno disertato gli spalti. Dopo un quarto di clima surreale gli ultras hanno fatto il loro ingresso sugli spalti al coro “Lotito…. Salerno non è la Lazio” .

Nonostante i cori contro di lui, nonostante il ko interno col Cittadella Lotito non è sembrato affatto turbato dalla contestazione.  In un video amatoriale diffuso in rete al triplice fischio si vede il co-patron agitare l’indice al ritmo della contestazione, a mo’ di direttore d’orchestra, seduto in tribuna vip.

Sugli striscioni c’era scritto: «Pretendiamo una società con ambizioni, degna di questa città e dei suoi colori», recitava lo striscione esposto nel quarto d’ora iniziale, sostituito poi con un altro eloquente messaggio: «Questi 15 minuti vi siano stati da esempio, altrimenti andate via da Salerno».

Il patron ha guardato, senza batter ciglio. Poi, l’autoironia a ritmo di musica. A fine partita è svicolato da un’uscita secondaria– il varco 25, quello dell’ex sede sociale – per evitare giornalisti e tifosi.

Non c’era Marco Mezzaroma. Ma proprio al co patron, molto più equilibrato, attento e riflessivo gran parte della tifoseria si rivolge in queste ore per prendere in mano il timone del club. A mezzo social sono in tanti a sostenete che Mezzaroma ha le qualità, lo stile ed anche la forza economica per gestire in prima persona le vicende di casa granata. Il rapporto ad oggi tra Lotito e parte della tifoseria appare compromesso con uno strappo difficilmente ricomponibile.

In questo momento servono parole di distensione. La Salernitana è patrimonio di tutti e il clima ostile che si registra a Salerno in queste ore non giova a nessuno: nè alla squadra, nè alla proprietà, nè alla tifoseria.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Veramente fate? Allora non avete capito un cazzo… Lotito è Mezzaroma sono cognati, sono parenti… Salernitana e Lazio non possono stare entrambe in A con la dirigenza di Mezzaroma…

  2. Che disdegno leggere questo articolo.frutto di giornalisti non informati, ma pure la redazione che li fa pubblicare. Poi nel caso mezzaroma potesse prendersi da solo la Salernitana figuriamoci se si mettesse contro Lotito che è il più diretto interessato. Mi piange il cuore dirlo ma come ha ribadito scapaticci ci siamo incartati. Come alla scala quaranta quando abbiamo un doppio o triplo scarto da fare. Questa città non ha niente più dì sport siamo maledetti da sempre. Neanche un palazzetto per magari emergere in sport minori a livello nazionale. Altro che città europea. Saremo sempre una provincia del Sud

  3. Mezzaroma…dovrebbe fare cosa? ma allora veramente fate? può solo rilasciare qualke dichiarazione equilibrata. Nn prenderà mai decisioni sulla Salernitana. Comanda Lotirchio purtroppo… xcio’ stamm nguaiat

  4. Mezzaroma non vede l’ora di svincolarsi da questa “avventura” che non gli porta alcun tornaconto.

  5. Io credo che oggi come oggi è facile capire quali sono i reali interessi dietro ad una gestione societaria. Se una proprietà ha i mezzi per andare in A, ci va anche perché i tempi sono cambiati e una lunga permanenza in B, campionato che porta più investimenti che incassi, ti logora economicamente, questo senza contare il fatto che personaggi come Fabiani, che notoriamente fanno prima i propri interessi e poi quelli della società, hanno portato fallimenti a iosa. Lotito ha preso la Salernitana come Lazio B e con questo scopo la tiene in serie B, con questo scopo si giustifica il mancato allestimento di un organico tecnico-societario dignitoso, la creazione di infrastrutture e poi anche l’allestimento di squadre decenti. Se la Salernitana va in A, senza debiti, qualcuno che se la prende esce. Non salernitano, ma qualcuno decente si. Una squadra in A porta lucro se la gestisci con competenza, stile Chievo. Speriamo che Lotito inizi a sondare per la cessione e abbia la lungimiranza di capire che a Salerno il tempo delle vacche grasse è finito. Altrimenti indipendentemente dal sostegno alla squadra bisognerà iniziare a fischiare i giocatori della Lazio e a non meterli in condizione di giocare, così al signor Lotito si fa capire che qui avrà pane per i suoi denti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.