Mezzaroma a LIRATV: «Serie A? Strumentalizzate le parole di Lotito»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Mi auguro e pretendo di vincere con il Brescia, non sono ammessi ulteriori passi falsi. Abbiamo uno scontro diretto in casa e quindi dobbiamo vincere assolutamente.

Le parole di Lotito? Mio cognato a volte usa toni che non condivido ma molto spesso si deve vedere il contenuto delle sue parole.

Lui ha ringraziato i tifosi che sono sempre presenti allo stadio e seguono in trasferta con grandi sacrifici. Non ce l’aveva con chi è sempre presente. La Salernitana non è né di Mezzaroma né di Lotito, ma un patrimonio della tifoseria e della città, quindi bisogna cercare sempre di sostenerla aldilà di chi è in società. Io cercherò sempre di fare il mio meglio.

Discorso Serie A? Lotito non ha mai detto che non possiamo andare in A, mi stanco pure a smentire questa notizia che viene ciclicamente utilizzata strumentalmente dalla stampa per altri fini. Noi siamo imprenditori e come tali cerchiamo di massimizzare l’investimento che abbiamo fatto, cosa che si ottiene andando in massima serie. Mio cognato non ha bisogno di difese d’ufficio, l’impegno che mette a Salerno è massimo. E’ una città che gli piace molto e viene appena può. Abbassiamo i toni, ognuno vuole a modo suo il bene della Salernitana”. A dirlo Marco Mezzaroma nel corso del suo intervento a LIRATV durante il programma Goal su Goal

Per quanto riguarda le doppie squadre Mezzaroma ha affermato: “Personalmente sono contrario, la specificità del calcio italiano è avere tante società che rappresentano territori. Mi batterò sempre contro le seconde squadre e sono a favore della multiproprietà.

Sarei contento di pormi il problema della multiproprietà perché vorrebbe significare che siamo in Serie A. Sul piano economico la differenza tra Serie A e Serie B è abissale, smettiamola di dire stupidaggini”. Sulla chiusura anticipata del mercato estivo: “E’ una scelta di buon senso perché permette alle rose di iniziare il campionato senza distrazioni per i calciatori. Il rinnovo di Bernardini? Oggi non ci sono stato, ma so che c’è stato un incontro. Alessandro è un ragazzo molto serio, mi spiace ci sia stato qualche malinteso con la tifoseria”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Caro Mezzaroma ma le sue parole Lotito le condivide? L’impressione è che nelle occasioni in cui viene intervistato sembra parlare a titolo personale . Fateci capire. Senza nemmeno un vostro pensiero unico non si andrà da nessuna parte o al massimo ad un’anonima serie b che è quello che poi si sta verificando.

  2. Sarà pompiere come indica forniscano, ma almeno non è burino come il cognato. Ha stile e modi di parlare e di esporre le cose e non di amplificare le polemiche. Particolare non trascurabile indica sempre LOTITO
    e mai che dica mio cognato, ciò sembrerebbe che non ci sia affinità di pensiero tra i due patron nonostante siano Kainati

  3. Con tutto il rispetto, ma questa è solo l’ennesima puntata di un copione già visto. Mezzaroma ha un ruolo marginale nella Salernitana e lo ha sempre avuto nella dimensione in cui Lotito fin dall’inizio prese la squadra dal Comune per farne una succursale della Lazio. Per questo scopo la serie B è necessaria e la A non indispensabile. Chiaro che se volessero vendere portarla in A sarebbe una bella mossa, ma per la A ci vuole programmazione e competenza, lo stile Lotito è basato su improvvisazione e affarismo fabianesco. Basta vedere la Lazio che ogni campionato è una storia a sé, non essendo una squadra costruita per vincere. Io spero che i due abbiano il buon senso di capire che la pacchia è finita e che forse veramente gli conviene investire due soldi e fare una squadra per la A in occasione del centenario, probabilmente rientreranno nell’investimento con gli incassi e poi in A venderanno, visto che i contatti a Lotito non gli mancano. Io ricordo una cosa, la gente come i Cala e i Manenti arrivano quando ci sono società piene di debiti dove il presidente di turno vuole solo scappare e togliersi la patata bollente dalle mani. Una società in buone condizioni economiche la vendi, non ad un salernitano magari, ma la vendi.

  4. per essere meno burino di Lotito. Recita la parte del poliziotto buono, mentre al cognato si addice quella del poliziotto cattivo.

  5. E’ il gioco ormai arci noto della coppia il gatto e la volpe. Quest’ultimo, mezzaroma, e’ piu’ scaltro del cognato, pronto ad intervenire ogni qualvolta il parente loturchio scopre troppo le carte, cioe’ le reali intenzioni sulla salernitana. E’ un bel giocatore di poker il mezza….

  6. che “commedianti”..vergognatevi, queste barzellette andate a raccontarle in un altra città, sembrano il “Gatto e la Volpe”, se pensate di restare a Salerno guardate bene ciò che fate diversamente allo stadio ci andrete da soli, anzi la squadra che allestirete giocherà da sola visto che neanche “VOI” siete allo stadio quando si gioca e che una parte dello zoccolo duro della tifoseria si è stufata di essere presa in giro!!

  7. Caro imprenditore dei miei stivali tu e pig massimizzate il profitto non andando in serie A (Dato che per LEGGE non potete andare quindi servite solo a falsare il campionato di B e a offrire posti di lavoro ai seguaci di fabianopoli) ma facendo fare presenze agli schiavi laziali che mandate a Salerno e con gli in(fissi)cassi che vi assicurano chi sapete voi. Le puttanate che racconti le devi dire a chi di azienda non capisce un cazzo e a chi pensa che la SALERNITANA sia legata ad una categoria. Quindi taci che se non era per tuo cognato un posto in lega te lo sognavi. il tuo savoir faire è ridicolo e stucchevole non conti niente fai solo numero e sei chiamato in causa quando il tuo cognatino sbotta ma non ti VERGOGNI di essere la sua ruota di scorta. Non prendiamo lezioni aziendali ne da te ne da altri anche perché il calcio non è fatto di ciò che accade sul rettangolo verde (Questo valeva 20 anni fa) ma di infrastrutture e settore giovanile che a Salerno sono inesistenti. Quindi muto e torna a Roma schiavo di tuo cognato.

  8. Bla bla bla… Le parole sono vento, la legge è chiara finché sarete i proprietari non è possibile sognare la A. Poi ricamate i sopra quello che volete, questa è la legge.

  9. L’anno prossimo non ci sara’ nessuno allo stadio grazie a come vi comportate , vi conviene vendere, io saro’ il primo a non abbonarmi neanche alla tv. A tutto c’e’ un LIMITE.

  10. Le parole di Lotito “in A con 6mila spettatori?…” “..in B c’è già la Salernitana come 2a squadra..” stridono con le affermazioni di Mezzaroma “Sul piano economico la differenza tra Serie A e Serie B è abissale”.
    Diciamo che Anonimo del 25/04 ore 16:41 può mettere tutti d’accordo: andare in A e vendere potrebbe anche convenire, a patto di vendere e non svendere con l’urgenza di pochi mesi. Il compratore non si ha in tasca, a meno che si trovi prima, preferibilmente non sulla parola ma facendo un contratto che preveda la cessione in caso di A ad un certo prezzo, con congrua penale in caso di ripensamento. Ecco, allora è serio trovare un compratore eventuale prima e vincolarlo, allora sì, e non dire : “in A ci porremo il problema della multiproprietà…” ; probabilmente sarebbe troppo tardi, e ci fai pensare che volete solo prenderci in giro. Fateci sapere.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.