«Non può salire con i cani sul bus», tensione e caos a Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
29
Stampa
Autista di Busitalia vieta a dei cagnolini muniti di guinzaglio, museruola e trasportini, di salire a bordo di un bus. Scoppia la polemica e la vicenda viene denunciata ai carabinieri da parte di Roberta G. la quale ha assistito alla scena. Lo scrive il quotidiano Le Cronache oggi in edicola.

Raggiunta la propria vettura, la viaggiatrice si è offerta di accompagnare in auto i due cagnolini e la padrona. Una vicenda che ha sollevato innumerevoli polemiche e critiche nei riguardi dell’autista del bus il quale pare abbia anche rifiutato di fornire le proprie generalità a Roberta G..

Una vicenda che caratterizza Salerno come una città molto lontana da quella city civile ed europea che vuole apparire. «Sulla linea 5 questa mattina (n.d.r. ieri per chi legge) – racconta Roberta G. – alle ore 11 alla fermata di Torrione, altezza Bar Marconi, una signora distinta alla fermata con a seguito due cagnolini di piccola taglia, uno dei due nella borsetta trasportino, l’altro al guinzaglio con carrellino disabili alle zampette posteriori, si accinge a salire sull’autobus.

L’autista come prima cosa chiude le porte in faccia alla signora, poi le riapre, la signora fa in tempo a salire a bordo, il signor conducente immediatamente aggredisce verbalmente la signora urlandole contro che il cane non poteva salire senza biglietto e relativa museruola.

La signora istantaneamente mostra i biglietti, nel frattempo li oblitera. L’autista lascia il posto di guida e in piedi continua ad aggredire la signora, urlandole contro, intimandole di scendere subito dall’autobus.

La signora si rifiuta e nel frattempo mette la museruola alla cagnolina disabile. In un attimo, le circa 40 persone a bordo, iniziano ad urlare alla signora di scendere, di andarsene via, lei e i cani. L’autista ferma la corsa, scende dal pullman e urla a tutti che non proseguirà fino a quando non arriveranno i carabinieri che intanto contatta telefonicamente.

Naturalmente decido di intervenire, mentre litigo con la metà dei signori passeggeri e rischio di spaccare il muso ad una grassona di 150 kg che mi insegue minacciandomi di togliermi di mezzo!! Fine della storia. Ero vicina al pit stop della mia auto, ho recuperato macchina, signora e cagnolini e ce ne siamo andati ad accompagnare signora e cagnolini a lavoro … ed io a proseguire la mia giornata. Morale della favola: Sono felice di aver conosciuto la signora Luana e i suoi dolcissimi cagnolini».

Delusa e infuriata per quanto accaduto Roberta G. ha annunciati di voler procedere alla denuncia dell’autista del bus “perché ha violato il Regolamento del trasporto pubblico con animali a seguito, perché ho il numero di targa del pulmann, il biglietto timbrato con il codice e che quindi è mio diritto poter conoscere il suo nome, in quanto titolare di servizio pubblico nella suddetta, circostanza!!”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

29 COMMENTI

  1. Plaudo convintamente all’atto eroico del conducente del bus. Un autista umanista nel vero senso della parola. Isolato resistente alla recente colata barbarica degli animalisti ottusi (quelli normali sono un’altra cosa e dovremmo esserlo tutti). Gente che ha trasformato le città in canili e gli appartamenti in luoghi promiscui, dove non vale più la regola millenaria di separazione netta degli spazi tra esseri umani e bestie, con gravi conseguenze igieniche (chiedete agli anziani abitanti dei sassi di Matera se vogliono portarsi i propri cani sotto le coperte). Ancora grazie all’autista del bus, che ha detto basta all’ennesimo caso di scimmiottamento di costumi propri di popoli anglosassoni, borghesi ma sempre barbari.

  2. spero che l’autista venga licenziato, molti autisti dei bus sono persone scostumate rozze ed antipatiche

  3. Se hanno problemi non dovrebbero mettersi alla guida , proprio perchè è un servizio pubblico!!!!L’Azienda dovrebbe intervenire,quantomeno con un comunicato. Questa è violenza privata!!!

  4. Invece i negri, senza biglietto…a quelli non gli dite niente? Giusto??? CERTO, I FORTI CON I DEBOLI ED I DEBOLI CON I FORTI …😐

  5. La sig. Roberta G non ha alcun diritto in quanto terza non direttamente interessata e non coinvolta direttamente nella vicenda, resta il fatto che ha litigato lei con metà dei passeggeri rischiando ” di spaccare il muso ad una grassona di 150 kg” … “bella ammuina”

  6. Rimango piu’ sconcertato per certi commenti,che per la storia stessa.Non ti piacciono gli animali ,peggio per te ma fanno parte della nostra vita e del nostro quotidiano.
    La civilta’,l’inteligenza si nota anche attraverso queste vicende. A Salerno mi dispiace constatarlo c’e’ ne ancora poca.

  7. Come mai nessuno voleva far rimanere la signora ed i suoi cagnolini sull’autobus? Le cose sono due, o la lettere è decisamente romanzata o i cagnolini evidentemente arrecavano fastidio agli altri. Sentiamo l’altra campana se possibile

  8. qua ognuno vuole fare come gli pare. viaggiare gratis perchè magari è un diritto. perchè qualcuno sostiene che poitici rubano. viaggiare con animali perchè è naif. BASTA. è un mezzo pubblico. ci sono regole che tutti devono osservare, uno PAGARE, 2 rispettare gli altri viaggiatori. se non vi piace … fatevene una ragione.

  9. Il regolamento prevede che i cani di piccola taglia possano salire sui mezzi pubblici. È disgustoso e una vergogna l’accanimento da parte dell’autista e dei passeggeri. Se i cagnolini non davano nessun tipo di disagio non vedo perché far scendere una signora con tanto di biglietto. Gli autobus di Salerno sono un delirio e si sa. Per anni ho temuto di essere avvicinata da persone di ogni genere e spesso ubriachi. E innumerevoli senza biglietto. Consiglierei di soffermarci su questo genere di disagi , e non su queste cose ridicole.

  10. …la narrazione dei fatti e la enunciazione degli stessi non mi convince! E poi 40 persone più l’autista tutti insensibili mostri, orchi ? Secondo me la narratrice e la signora cagnara fanno parte di quelle persone che per gli animali ammazzerebbero ma per gli essere umani manco a chiederlo !!!!!

  11. Come al solito Salerno si distingue per la sua civiltà. Vedo gente che getta di tutto a terra, che parcheggia sistematicamente in doppia già e se ne va , e poi si scandalizza x dei cagnolini sul bus , quando io l’ho portato anche in treno . Questa è la città EUROPEA!!!!!!

  12. Fortunatamente per l’autista non prendo l’autobus ma se fosse capitato a me con il mio cane, passava un brutto quarto d’ora lui e le 40 bestie di passeggeri. È facile fare i gradassi con le brave persone.

  13. state attenti, puritani del cavolo, che prima o poi toccherà a voi finire i vostri giorni tra la me*da e la p*pì delle vs/fottute prostate scassate e tuberose.
    Che paese ! Altro che mito occidentale, civiltà piena solo di ipocriti, fobici e gradassi.
    Persone che hanno scoperto la doccia e il cestino dei rifiuti dopo 150 anni si atteggiano a moralisti ed educatori senza nessun titolo.
    Questo é oscurantismo medioevale.
    Ma violenza x violenza “a**icciate” BusItalia ed il suo contenitore di trasporto di animali vivi.

  14. Siamo stanchi del perbenismo e tolleranza nei confronti dei proprietari dei cani.
    Marciapiedi pieni di escrementi e padroni starfottenti.
    Ultima vergogna e’ stata ammettere l’ingresso dei cani nei parchi e giardini cittadini perché potessero andare a sporcare anche li !!!!
    Incredibile … da regolamento si vieta ai ragazzini di entrare con le bici, dall’ allatra si ammettono i cani per defecare (ovviamente senza controlli per i padroni)

  15. dite la verità, il cane non è stato fatto salire perché era un mastino napoletano. Se era un pastore maremmano o un pastore tedesco il problema non c’era, vero? Il solito razzismo verso i napoletani di voi provincialotti. Da noi che siamo una metropoli tollerante e cosmopolita gli animali possono salire sui mezzi pubblici anche senza padrone. Non c’è niente da fare, siete paesani.

  16. e mettiamo caso ci fosse stato un bambino allergico ai cani sul bus? amo gli animali ma non possiamo obbligare il prossimo a stare a contatto con loro.

  17. Per povera Italia tu si tanto Buon ca NUN Tien neanche Na macchina e t attiguo a buon ma fammi o piacer e cantina e a manca sta a piedi loro ed impadronirsi mo bast

  18. Siete davvero repressi con questi cami avete rotto lasciate liberi i cani e mettiamo il guinzaglio anche npadroni gente incivile ed ignorante domenica sul lungomare era uno schifo cani sciolti che defecavano dappertutto vergogna io ho un cane di piccola taglia e vive Corre e si diverte in un giardino grande senza nessuna restrizione altro che in quattro mura che sporca e rompe agli altri e non ljonporto come i cafoni in giro per ristoranti e bar vergogna la libertà e la gioia più grande per un animale ma i repressi sostituiscononil cane al posto della moglie viceversa ridicoli

  19. Se vuoi rientrare nella famiglia degli umani devi prima imparare a leggere e poi a scrivere

  20. tutti a ruota libera, senza conoscere il regolamento e la procedura; si ragiona quindi a simpatia / antipatia, cosi per gusto, per il solo esercizio di vomito di sè stessi! Per non parlare di chi scrive la notizia, pur di guadagnare qualche miserabile cent/click si guarda bene dallo spiegare i fatti e dal pubblicare la cosa più importante: LA PROCEDURA, IL REGOLAMENTO! e voi come le pecore dietro….BLA BLA BLA….

  21. A Napoli i cani possono salire pure soli perché sono meglio di voi , purtroppo andando per gradi a Salerno saliamo prima noi

  22. BISOGNA VEDERE CHI HA INFRANTO IL REGOLAMENTO, SE PREVEDE CHE POSSANO ACCEDERE A BORDO CON MUSERUOLA E BIGLIETTO NON CAPISCO LE VEEMENZE DELL’AUTISTA. SE INVECE LA SIGNORA HA IGNORATO QUALCHE REGOLA ALLORA E’ GIUSTO CHE VENGA FATTA SCENDERE DAL BUS. SENZA DISCRIMINAZIONI CONTRO ANIMALI ED AUTISTI DI PULLMANN. LE REGOLE, CI SONO LE REGOLE.

  23. Anche a me è capitato…scostumati e maleducati…i cani sono molto migliori!
    Salerno europea? Ahahahaha

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.