Salerno: scappa dall’ospedale con il figlio, paura per un neonato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa

E’ caccia alla donna  che ieri sera è fuggita via dall’Ospedale Ruggi portando con se il figlio che era ricoverato presso il reparto di Neonatologia terapia intensiva neonatale del plesso di via San Leonardo

Nonostante il divieto dei giudici del Tribunale di Salerno che disponevano la permanenza del piccolo al Ruggi la donna, insieme a un uomo, ieri sera alle 21, all’interno dell’ospedale di Salerno, ha portato via il bimbo.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la donna, di origini straniere, dopo aver allattato il piccolo, si è allontanata portando con sé il neonato eludendo la sorveglianza del personale di turno.

Pochi minuti dopo, allorquando le infermiere hanno constatato l’assenza del bambino, è stata immediatamente allertata la sorveglianza interna e sono state chiamate le forze dell’ordine che hanno attivato tutti i mezzi per la ricerca di madre e figlio sul territorio. Dai filmati della videosorveglianza è emerso che la donna e il bambino, collocato in un porta enfant, erano insieme a un uomo e si sono allontanati in direzione della stazione Arechi della metropolitana.

Proseguono serrate le operazioni di ricerca. I medici della Neonatologia assicurano che il bambino è in buone condizioni di salute.

Il Direttore Generale dell’A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, a seguito di quanto occorso nella serata di ieri in Neonatologia – TIN, ha immediatamente disposto una commissione d’inchiesta presieduta dal Direttore Medico di Presidio, dottor Angelo Gerbasio, deputata ad acquisire ogni dato utile relativo all’accaduto e a tutela dei piccoli ospiti nel reparto e delle loro famiglie, oltre che del personale dell’Azienda.

Il piccolo non era stato ancora affidato alla donna per disposizione del tribunale. La donna – come ogni giorno – si era recata in ospedale per dare la poppata. Dalle immagini riprese dalle telecamere, la si vede allontanarsi a piedi in compagnia di un uomo con un porta enfant in direzione della metropolitana.

Il piccolo era ricoverato nel reparto di Neonatologia – Terapia Intensiva Neonatale da dove è stato prelevato dalla madre intorno alle 21. Immediato l’allarme e le ricerche su tutto il territorio salernitano. Una situazione difficile quella della donna. La signora, infatti, ha altri due figli avuti da compagni diversi, uno dato in affido a una famiglia e l’altra – una bimba di sei anni – che vive con il fratello a Salerno.

IL COMUNICATO DELL’AOU ‘RUGGI’. La Direzione Strategica dell’A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno comunica che ieri sera, intorno alle ore 21.00, una donna di nazionalità straniera, il cui figlio era ricoverato presso la Neonatologia – Terapia Intensiva Neonatale del Plesso Ruggi ed ivi trattenuto su disposizione del Tribunale, dopo aver allattato si è allontanata portando con sé il neonato eludendo la sorveglianza del personale di turno.

Pochi minuti dopo, allorquando le infermiere hanno constatato l’assenza del bambino, è stata immediatamente allertata la sorveglianza interna e sono state chiamate le Forze dell’Ordine che hanno attivato tutti i mezzi per la ricerca di madre e figlio sul territorio.

Dai filmati della videosorveglianza è emerso che la donna e il bambino, collocato in un parta enfant, erano insieme ad un uomo e si sono allontanati in direzione della Metropolitana. Proseguono serrate le operazioni di ricerca. Si sottolinea che, come assicurato dai medici della Neonatologia, il bambino è in buone condizioni di salute.

La Direzione Strategica sta collaborando attivamente con le Forze dell’Ordine sin dai primi minuti successivi all’accaduto per una celere soluzione del caso.

Il Direttore Generale dell’A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, a seguito di quanto occorso nella serata di ieri in Neonatologia – TIN, ha immediatamente disposto una commissione d’inchiesta presieduta dal Direttore Medico di Presidio, dottor Angelo Gerbasio, deputata ad acquisire ogni dato utile relativo all’accaduto e a tutela dei piccoli ospiti nel reparto e delle loro famiglie, oltre che del personale dell’Azienda.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Ma chi è sto Polichetti? Ma che ci mettiamo a perquisire tutti i visitatori per vedere se hanno con se droga, armi o quant’altro ? Ma dove vive ? E’ chiaro l”intento strumentale di questo soggetto. Per quanto concerne la madre che allattando si è portata via poi il proprio figlio, più che la sorveglianza, andrebbero individuati gli infermieri che stando nel reparto non hanno effettuato la giusta sorveglianza.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.