Il bimbo rapito al Ruggi ore è in una casa d’accoglienza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Da questa mattina è in una casa d’accoglienza il neonato che venerdì sera era stato rapito dalla madre mentre lo allattava nell’Ospedale Ruggi di Salerno.

La donna, assieme al piccolo vennero ritrovati in meno di  24 ore in un casolare abbandonato in via Eugenio Caterina.

Oggi entrano nel vivo le due inchieste, quella interna aperta dal “Ruggi” e l’altra della Procura di Salerno, per fare chiarezza sul rapimento. La donna ora non potrà vedere il figlio fino a nuove disposizioni della magistratura.

Nove persone tra medici, infermieri, primario del reparto e medico di presidio di turno. – secondo il quotidiano La Città oggi in edicola – sono accusate di  omessa vigilanza

La madre aveva rapito il piccolo per tenerlo con se, sospettando che il tribunale dei Minori glielo avrebbe sottratto, come già fatto con gli altri due fratellini quando fu arrestata per spaccio di droga.

Quando il 28 marzo scorso aveva partorito, si era presentata ubriaca in ospedale. Un dettaglio che non poteva passare inosservato, visto che avrebbe potuto nuocere al feto. Un comportamento che avevano segnalato anche alla procura dei minori di Salerno.

La fuga è durata dalle 21 di venerdì fino a poco dopo le 18 di ieri quando la donna e il suo compagno, hanno commesso una leggerezza: acceso per pochi istanti il telefono cellulare consentendo agli uomini della squadra mobile, agli ordini del vicequestore Lorena Cicciotti, di agganciare la cella e rintracciarli.

E così li hanno ritrovati in un casolare abbandonato sulla Lungoirno a pochi passi dal centro della città.  Quando i poliziotti hanno fatto irruzione, hanno immediatamente tolto il piccolo dalle braccia della mamma e lo hanno portato in ospedale. Da questa mattina il piccolo, come detto, è in una casa d’accoglienza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Rapito dalla madre?? il figlio è suo, non ha rapito un bel niente. E’ una MADRE, laquale ha dimostrato e dimostra di volere ed amare il proprio figlio.
    ma ora saranno tutti felici: il bambino soprattutto, RAPITO (questa volta davvero!) alla PROPRIA madre e affidato a sconosciuti per i quali egli è un numero e fonte di guadagno. Adesso potrete pure affidarlo ad una nuova famiglia, ancora meglio se omosessuale, va tanto di moda.
    VERGOGNA CONTEMPORANEA nel nome della distruzione della famiglia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.