Rosa granata: rientrano dai prestiti diversi elementi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Ai giocatori sotto contratto che hanno chiuso il campionato in granata, andranno ad aggiungersi diversi elementi che hanno vissuto la stagione 2017/18 in prestito ma che sono di proprietà della Salernitana. Chissà che per il campionato di Serie B 2018/19 qualcuno di questi non possa fare al caso di Colantuono, che pure a gennaio non si è opposto alla partenza di diversi giocatori.

Dalla Pro Vercelli, retrocessa in Serie C, torna l’esterno Alex (nella foto): il mancino classe ’91 ha collezionato 9 presenze in granata ed una sola in bianconero, visto che in Piemonte è andato incontro a diversi infortuni. Sotto contratto fino al 2020, il futuro del portoghese è tutto da decifrare. Rientra a Salerno anche l’attaccante Roberto: i 9 gol segnati in 32 partite con la maglia dell’Arouca hanno rilanciato le quotazioni del lusitano (anche lui vincolato per altre due stagioni), che sarà valutato da Colantuono a Rivisondoli.

Sempre per quanto riguarda l’attacco, tornano in granata gli esterni Kadi e Cicerelli. Il primo è sceso in campo 7 volte con la maglia dell’Alessandria (con cui ha vinto anche la Coppa Italia di Serie C). Il secondo ha raccolto 9 gettoni di presenza col Pordenone. I due sono legati al club di Lotito e Mezzaroma da contratti pluriennali e dovrebbero iniziare almeno la stagione in granata. Ha fatto esperienza in Serie C tra Monopoli e Fidelis Andria (12 presenze per lui) il prodotto del vivaio granata Cappiello, anche lui desideroso di ottenere una chance alla casa madre.

La scorsa stagione la Salernitana ha mandato a farsi le ossa anche altri elementi del vivaio, tutti in prestito: il centrocampista Proto e l’attaccante Carrafiello hanno vinto il campionato di Serie D col Rieti; e poi i vari De Angelis (difensore, è stato alla Gelbison), il terzino Hutsol, Gullo e Maione (impegnati nella finale del campionato d’Eccellenza con l’Agropoli). Resta da chiarire, infine, la posizione di Rizzo: il centrocampista sta disputando i play off di Serie C col Catania e, in caso di promozione gli etnei avrebbero l’obbligo di riscattarlo. Se, invece, non centrassero l’obiettivo, il futuro dell’ex Reggina tornerebbe in bilico.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. due prospetti interessantissimi. 7 partite con l’Alessandria il primo e addirittura 9 con il Pordenone il secondo. Azz…

  2. addirittura 9 gol nella B portoghese! Bocalon sente vacillare il suo posto da titolare…

  3. apprendiamo inoltre che il gioiello Alex ha disputato con la maglia della Pro Vercelli, dopo la partenza da Salerno, ben 23 minuti, arricchendo notevolmente la sua esperienza calcistica. Ci tornerà molto utile…

  4. Questo articolo è il trionfo della prostituzione intellettuale. Invece di sottolineare 10 volte il fallimento totale di Angelo Mariano Babbiani capace di dare contratti pluriennale ad un attaccante che non va in doppia cifra nemmeno nella B portoghese (che per chi non lo sa è un campionato così nullo che i cinesi lo usano per fare crescere propri giocatori) e a tre sfasulati che tra bassa B e C non erano titolari (anche se forse Alex potrebbe anche essere usato come riserva), parla di gente utile. Poi ritornano i grandi prodotti del vivaio peggiore d’Italia (risultati alla mano). Secondo voi, quando si dice che Babbiani non ha soldi per fare mercato, tutti questi bidoni che si prendono “chissá per quale arcano mistero” non fanno sprecare il budget? Chissà come si è fatto l’anno scorso a dare 1.5 milioni a procuratori e chissà quanti saranno quest’anno visto che pur non avendo speso niente e avendo una rosa di ben 13 giocatori (roba da Eccellenza) dobbiamo vendere Sprocati. Chissà chi ha pagato il salario di Roberto. E fatelo una volta un articolo per dire la verità e prendere una posizione. Si sa che poi si rischia l’accredito, ma forse se a Salerno qualcuno un paio di cose oggettive le dicesse, tutti i lotitiani aprirebbero gli occhi sul degrado che viviamo e che ci spetta ancora. Il Comune abbia il coraggio di lasciare fuori dalle celebrazioni questa società e il signor Babbiani, visto che fu lui che ci fece fallire con Lombardi, senza menzionare casi Bari e Potenza, pagine nere della nostra storia. No censura come al vostro solito please.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.