Salerno: Celebrazione del 204° annuale della fondazione dell’Arma

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Alle ore 10.00 odierne, presso il Comando Provinciale Carabinieri di Salerno, alla presenza del Prefetto, del Sindaco della città e delle autorità civili, militari e religiose, si è svolta la cerimonia per la celebrazione del 204° annuale della fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Antonino Neosi, ha rivolto preliminarmente un saluto ed un ringraziamento a tutti gli intervenuti, ricordando i caduti e lodando i loro familiari, testimoni silenziosi del ricordo, esempi che scuotono le nostre coscienze.

Successivamente ha ringraziato i carabinieri – rivolgendosi a quelli schierati in un reparto di formazione in armi, in rappresentanza del Reparto Territoriale, delle 9 Compagnie, delle 3 Tenenze e delle 92 Stazioni che compongono il Comando Provinciale – per la determinazione, l’impegno e lo spirito di sacrificio che ripongono giornalmente nel servire la collettività.

Nel corso dell’allocuzione, è stata sottolineata la particolare importanza del ruolo delle Stazione dei Carabinieri, espressione pulsante della vicinanza dello Stato al cittadino; conseguentemente pari importanza hanno il suo Comandante, figura di  riferimento per le comunità in cui opera, ed i carabinieri tutti impegnati in questi preziosi comandi.

È in questa stretta relazione con il territorio e con le sue comunità che affonda le radici quella speciale ed affettuosa intesa tra i Carabinieri e gli Italiani. Un’intesa che si alimenta, ad un tempo, della generosa dedizione dei militari dell’Arma e del consenso con il quale sono ricambiati dai cittadini. L’essenza della missione dei Carabinieri da 204 anni è “essere al servizio” degli altri.

I risultati operativi dei Carabinieri, sempre evidenziati con puntualità e qualificata azione d’informazione dagli Organi di stampa, sono la conferma del forte impegno del Comando Provinciale a seguire attentamente tutti i fenomeni e le manifestazioni che incidono sulla sicurezza e sull’ordinata e civile convivenza del territorio.

In stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria, è stata accresciuta l’efficacia dell’azione di contrasto alla criminalità diffusa con una più incisiva attività investigativa e, nell’ambito dei piani coordinati di controllo del territorio, con una più capillare attività di vigilanza dello stesso, fornendo risposte rapide ed efficaci anche sul piano repressivo di fronte ad eventi criminosi di particolare allarme sociale.

Nel corso dell’ultimo anno sono state arrestate oltre 1.530 persone e circa 9.000 sono quelle denunciate in stato di libertà.

Importanti le attività di prevenzione e repressione condotte sul territorio: le prime rivolte prevalentemente a contrastare i reati di tipo predatorio (furti in abitazione e negli esercizi commerciali, rapine e ricettazione), di violenza di genere (omicidi perpetrati e tentati, molestie anche su minorenni, atti persecutori e riduzione in schiavitù), di falso (truffe ai danni di compagnie assicurative e di società per la fornitura di servizi, falsi invalidi, truffe ai danni di anziani, truffe ai danni della pubblica amministrazione); le seconde volte al contrasto della criminalità comune e organizzata, del traffico di sostanze stupefacenti, dei reati contro la persona e il patrimonio (omicidi, estorsioni e usura), del riciclaggio di danaro provento di reato, delle associazioni di matrice transnazionale est-europea dedite allo sfruttamento e al favoreggiamento della prostituzione di connazionali.

La risposta anche ad eventi gravi è stata sempre pronta, attraverso interventi estremamente delicati e complessi, che hanno portato ad assicurare alla giustizia gli autori di efferati delitti. Nell’ultimo anno, nella Provincia l’Arma ha proceduto in ordine a 6 omicidi di cui 5 scoperti e 10 tentati omicidi di cui sono stati scoperti tutti i presunti autori.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati, per essersi distinti in significative operazioni di servizio:

  • Alessandro DE VICO
  • Pietro Paolo RUBBO
  • Capitano Michele           ZITIELLO
  • C.S. Mario  VIETRI
  • C.S. Maurizio         MORELLI
  • C.S. Roberto           RICOTTA
  • Giuseppe         FORTE
  • Domenico       NUCERA
  • Umberto         FELICE
  • Rosario           SCIORTINO
  • Magg. Carmelo          PALMA
  • Magg. Franco LAMBRUNA
  • Magg. Antonio          SCHETTINI
  • Magg. Francesco        FEO
  • Magg. Bonaventura    BOVE
  • Ca. Paolo   GALDI
  • Ord. Maurizio         SOLAZZO
  • Luca    FORTUNATO
  • Mario  SANTAMARIA MOSCHETTA
  • Antonio          LODATO
  • Brig. Gesuè  SACCA’
  • Sc.Q.S. Antonio          STANZIONE
  • Sc.Q.S. Ettore  LUPIA
  • S.C. Milko PUPESCHI
  • Sc. Andrea            AVALLONE
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.