Salerno, Piazza Flavio Gioia ancora adibita a campetto di calcio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
Un anno fa circa, il 5 luglio 2017, sulla nostra testata giornalistica fu denunciato un episodio di malcostume che a tutt’ oggi dopo quasi 365 giorni ci ritroviamo, dopo le ennesime segnalazioni dei nostri utenti a sottolinerare nuovamente. Parliamo di piazza Flavio Gioia nel cuore della città di Salerno. Nonostante i cartelli di divieto, interventi talvolta di vigili urbani o di semplici cittadini continuano purtroppo a svolazzare i palloni nel salotto della città a detta di qualcuno mentre clienti mangiano e sorseggiano drink seduti comodamente presso le attività della Rotonda. La Piazza è ormai da tempo ostaggio di ragazzi e bambini che, non avendo spazi a disposizione, utilizzano questo angolo di città come un campo da calcio.

Le conseguenze? Sono facilmente immaginabili: i clienti delle tante attività commerciali ritrovano i palloni in faccia o sui tavoli! A denunciare il caso ancora una volta il signor Piero che chiede un intervento deciso all’amministrazione Comunale ed a chi di dovere per rimettere ordine nel caos.

“Ogni sera – scrive – siamo spettatori di vetri rotti sui tavoli delle attività di p.zza Flavio gioia a causa del gioco del pallone nel “Santiago Bernabeu” o Maracanà della Rotonda! Si proprio così una piazza che si trasforma in un campo di calcio mettendo a serio pericolo la salute delle persone che la frequentano!

Attendiamo che qualche neonato che passeggia serenamente con la mamma nella sua culletta riceva qualche pezzo di vetro negli occhi, che qualche donna in gravidanza subisca una pallonata sul proprio pancione ( già accaduto tra l’altro fortunatamente senza gravi conseguenze) o che qualche turista o frequentatore abituale si faccia male seriamente?

Sicuramente un bambino piccolo che calcia una palla non ha lo stesso effetto dei tiri dei ragazzi che credono di stare all’Arechi. Stesso discorso per le bici e i monopattini alcuni guidati da bulletti.  Ormai non se ne può più! Assolutamente è il caso di intervenire con  un minimo di regole visto che esiste una delibera che vieta l’uso del pallone ! Facciamo qualcosa per questa piazza ma soprattutto per la nostra città!»

Siamo nel centro di una città proiettata “molto in alto” in ambito turistico e non è ammissibile osservare comportamenti simili, senza entrare nel merito sulla posizione educativa dei genitori dei “calciatori”. Vorrei far notare che esistono città italiane,non europee , all’interno delle quali vigono divieti assoluti tesi a privilegiare la quiete e la sicurezza e, perché no anche la raffinatezza di un luogo. Bisogna crescere.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Cari esponenti del Comune di Salerno, mi chiedo quali sono gli spazi che il Comune mette a disposizione dei ragazzi per giocare. Devo constatare che proprio le attività commerciali in Piazza Flavio Gioia si avvantaggiano dei giochi dei ragazzi, infatti i genitori assistono i loro pargoli mentre giocano e consumano una bibita o un caffè ai bar (queste sono le attività commerciali !!) Di che si lamentano i commercianti (bar – pizzerie….) ?

  2. Il commento più adeguato a questo articolo è : HAHAHAHAHAAHAHAHAH
    Ma stiamo scherzando? questi della’amministrazione dell “città europea” non sono capaci di rispondere ad una esigenza dei ragazzini in giro fornendo degli spazi adeguati ed attrezzati e la colpa diventa degli stessi? “Questo non è un paese per vecchietti”…o magari si è troppo!

  3. Magari i ragazzini di oggi tornassero a giocare a pallone per strada anzichè starsene con il telefonino dalla mattina alla sera…

  4. … se da bambini fanno quello che vogliono figuriamoci da adulti !
    e… guai a sgridarli, devi fare a botte con i padri e le madri o con qualcuno di loro che poi torna per fartela pagare.
    Così funziona il civile occidente nel quale davvero sta diventando molto scadente la vita.
    Meglio indios o tuareg

  5. È stato sempre così, semmai chi ha avuto la bislacca idea di convertire quella piazza in quello che è dovrebbe farsi qualche domanda

  6. per non parlare di piazza gloriosi (torrione) dalle 23 alle 3!!!! pallone e inciviltà la fanno da padrone!!

  7. Basterebbe creare dei campi sul lungomare, come ci sono sul Bellissimo lungomare di Pozzuoli

  8. Sembra una storia scritta su Topolino… se questi sono i problemi di una città turistica stamm ai livelli di Paperoli…

  9. io ho visto fare una partita di calcio a piazza navona a roma….dopo mezz ora se li sono portati in caserma con tanto di camionetta!!!

  10. Invece di fare solo palazzi fate pure spazi verdi , campi e giostrine per bambini …a lungomare non c è un altalena.VERGOGNATEVI

  11. Che giochino a pallone: la città è anche loro.
    Cosa voltete? Degli automi? Vetri rotti e palloni bucati ci sono sempre stati.
    Pensate alle cose importanti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.