Operazione antidroga a Cava de’ Tirreni: 11 persone nei guai

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Blitz antidroga dei Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno nel territorio della Città di Cava de’ Tirreni.
Circa duecento militari, con il supporto di unità cinofile, stanno eseguendo un’ordinanza applicativa di misure cautelari – emessa dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia – nei confronti di 11 indagati tutti ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti, ed ulteriori 10 decreti di perquisizione locale emessi a carico di altrettanti coindagati in stato di libertà.

Il provvedimento scaturisce da un’articolata attività investigativa coordinata da questa Procura della Repubblica Distrettuale Antimafia iniziata nel novembre 2015 e, poi, preseguita fino all’anno in corso, condotta dai militari della Sezione Operativa dei Carabinieri di Nocera a partire dal gennaio 2017. Le risultanze investigative, conseguite con ampio ricorso ad attività di intercettazione puntualmente riscontrate con tradizionali metodi investigativi hanno permesso di:

– accertare l’esistenza di un sodalizio criminale esistente nella frazione Santa Lucia di Cava de’ Tirreni, dedito all’acquisto, detenzione, messa in vendita, trasporto, offerta, consegna, preparazione, distribuzione e commercializzazione di sostanze stupefacenti principalmente cocaina e crack;

– ricostruire il vincolo associativo e tracciarne l’organigramma individuando il ruolo ricoperto da ciascuno degli indagati;

– individuare il principale canale di approvvigionamento dello stupefacente nell’area di Torre Annunziata; arrestare in flagranza tre soggetti, deferirne in stato di libertà altri 2 e recuperare, sottoponendoli a sequestro, complessivi 100 grammi di cocaina.

Nel medesimo contesto i Carabinieri hanno eseguito anche i decreti di perquisizione personale e locale emessi da questa Autorità Giudiziaria a carico di altrettanti indagati, attualmente in stato di libertà, ritenuti responsabili a vario titolo di reati connessi al fenomeno associativo. L’operazione di stamani si pone in relazione di stretta continuità investigativa con gli arresti eseguiti alla fine di maggio dello scorso anno dalla Squadra Mobile di Salerno nei confronti di Zullo Dante, Zullo Vincenzo, Porpora Vincenzo per plurimi delitti di estorsione e usura aggravati.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Nei guai?????? Ma scherziamo?? Nei guai erano le vittime (minorenni) dei loro sporchi commerci. Ma il carcere esiste per tirarli fuori dai guai.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.