Choc a Colliano: testimone Geova accetta trasfusione e famiglia la ripudia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Nel 2018 tocca assistere e ascoltare episodi come questa. Ripudiata dalla famiglia per aver accettato di fare una trasfusione. Grazia Di Nicola, 48enne madre di quattro figli, è una donna che ha abbracciato la fede dei Testimoni di Geova e che era accettata e ben voluta nella sua Colliano, un paesino in provincia di Salerno, dove viveva fino a poco tempo fa.

Ai Testimoni di Geova, però, è proibita la pratica della trasfusione che la donna, affetta da un tumore, è costretta ad accettare per non morire. Grazia, nel 2016, sceglie una clinica dove le garantiscono che avrà bisogno di trasfusioni ma, dopo aver perso molto sangue, tale pratica diventa inevitabile. Una scelta che, come spiega Fanpage, non le viene perdonata dagli anziani e dalle sue tre figlie che la ripudiano. Dopo aver subito numerose umiliazioni, la donna decide di allontanarsene ma così perde le figlie che l’accusano di aver tradito Geova e non la riconoscono più come madre. Solo il figlio maschio le è rimasto vicino, mentre le sorelle vivono a casa di un anziano e, ota, la donna teme per la loro incolumità all’interno della comunità religiosa.
Fonte Il Giornale
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Piu di uno studioso o esperto di religioni vi confermerà che nel culto di geova c’è piu di qualcosina che non va. Ad oggi è considerata una vera e propia setta anche dai metodi usati dopo che un fedele vuole abbandore. E non ci vuole molto a capire cosa è giusto e cosa non lo è.

  2. Sti testimoni hanno una caratteristica ben precisa : SONO PERSONE CON SERI PROBLEMI MENTALI….e ve lo dice uno che purtroppo ha contatti con questi DEMENTI!!!

  3. Comunque sia, un giorno arriveranno da me..
    Le religioni sono uno dei mali dell’umanità…

  4. Ma perché questa dei testimoni di geova è una religione?sono delle vere e proprie sette che si arricchiscono alle spalle dei deboli per poi distruggerli psicologicamente e spesso fisicamente.Dovrebbero essere soppressi dallo stato in tutti i sensi in quanto questa non è libertà religiosa ma vere è proprie violenze *********

  5. Incredibile senza parole,allora questa signora secondo loro doveva morire,bahhhhhhhhhh…………..le religioni qualsiasi esse siano favoriscono la vita no la morte.

  6. Grazia ha fatto la cosa giusta, finalmente una testimone di Geova che ha un po’ di senno ……. La sua famiglia ???? Beh ! problemi loro ……

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.