A Cava de’Tirreni si proietta il film ‘scandalo’ con Valentina Nappi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Prosegue il lavoro compiuto da Scene Contemporanee alla scoperta di opere cinematografiche dal grande pregio artistico ma che, purtroppo, non hanno avuto una distribuzione capillare sul territorio. Dopo I Racconti dell’Orso di Samuele Sestieri e Olmo Amato, presentato a Maggio a Salerno, è un altro film italiano che sarà presentato, per la prima volta nel Sud Italia, giovedì 28 Giugno alle ore 21.00 presso il Cinema Metropol di Cava de’ Tirreni (SA); si tratta di due lavori della regista Monica Stambrini, che si era fatta conoscere nel 2001 con il suo film di esordioBenzina, con Regina Orioli e una giovane Maya Sansa, che era stato presentato in concorso a Torino e in festival prestigiosi come Toronto.

I due film che la Stambrini presenterà a Cava fanno parte di una collaborazione che la regista ha avviato con l’attrice Valentina Nappi, ovvero Queen Kong del 2016, cortometraggio presentato in concorso al Pesaro Film Festival e vincitore di numerosi riconoscimenti internazionali, e il documentario ISVN – Io Sono Valentina Nappi, spaccato di vita della Valentina Nappi privata, impreziosito dalle musiche originali di Bello Figo, Le Luci della Centrale Elettrica e gli Heroin in Tahiti, e anch’esso attualmente in giro per festival internazionali

Alla proiezione farà seguito un incontro con il pubblico, al quale parteciparanno la regista Monica Stambrini e l’attrice Valentina Nappi, che sarà moderato da Marco Romagna, direttore e fondatore della rivista cinematografica CineLapsus.com.

QUEEN KONG (2016, 19 min – Best Director Narrative Short Film – Queens World Film Festival 2016; Best Short film Subversive cinema society – Los Angeles 2017; Best Narrative Short Film Cinekink – New York 2018; Best Director Erotic&Bizarre Art film Festival – Barcelona 2018 -) con Luca Lionello, Valentina Nappi, Janina Rudenska.
Quando lui non riesce ad avere un’erezione lei, delusa, lo lascia nel parco e sparisce nel bosco. Svogliatamente lui la insegue ma al suo posto trova Queen Kong che non ha nessuna intenzione di lasciarlo andar via finché non avrà finito con lui.

ISVN – IO SONO VALENTINA NAPPI (2018, 50 min) con Valentina Nappi, Lorenzo Branca e Corrado Sassi.

Valentina raggiunge in taxi lo studio di Corrado che la ospita per la notte. Rimasta sola, manda un messaggio a Lorenzo, si spoglia, si lava, mette su un disco, curiosa in giro, aspetta. Quando finalmente Lorenzo arriva, deve ancora cenare. Chiacchierano mentre lui mangia il suo hamburger. Hanno pareri discordanti circa la compatibilità fra sesso e cibo. Poi finalmente si spogliano, si baciano, ridono. Si sono mancati. Sono amanti, hanno vent’anni, fanno l’amore a lungo fino ad addormentarsi.

“ISVN è il secondo film che faccio con Valentina Nappi. Dopo Queen Kong, un corto d’autore del progetto Le Ragazze del Porno, Valentina mi propone di girare un porno-porno e io non so dire di no. In realtà ISVN è non è propriamente un porno-porno, ma piuttosto un film di ricerca dove provo ad avvicinarmi a Valentina e al linguaggio pornografico. Con questo lavoro vorrei rispondere ad un quesito artistico: Il sesso può essere narrativo? Può farsi racconto? E poi c’è il mio desiderio di guardare Valentina Nappi e il suo approccio alla sessualità semplice e serio. Chi è Valentina Nappi veramente, al di là delle nostre fantasie e dei pregiudizi nei suoi confronti?” (Monica Stambrini)

MONICA STAMBRINI è regista di cinema e televisione. Dopo la maturità classica si diploma in Regia Cinematografica presso la Scuola Civica di Milano e nel 1994 si trasferisce a Roma. Dirige videoclip, cortometraggi e documentari e che vengono presentati in numerosi festival di tutto il mondo.

Nel 1998 il cortometraggio Sshhh… vince il Torino Film Festival. Nel 2002 esordisce nel lungometraggio con Benzina, tratto dall’omonimo romanzo di Elena Stancanelli, in concorso al Torino Film Festival e al Toronto Film Festival. Le due interpreti, Maya Sansa e Regina Orioli, vincono il premio migliori attrici al Festival di Annecy e il film viene distribuito in USA, UK, Germania, Francia. Nel 2007 dirige il film-tv Terapia D’urto premiato al Roma Fiction Festival, nel 2012 il documentario Sedia elettrica – Il making-of di Io e te di Bernardo Bertolucci, presentato a Venezia e a Rotterdam.

E’ tra le fondatrici di “Le ragazze del porno“, progetto collettivo di film espliciti d’autore di registe italiane, per cui ha realizzato il cortometraggio Queen Kong, presentato al Festival di Pesaro, al Milano Film Festival e al Science + Fiction Film Festival di Trieste, e vincitore di tre premi negli USA come regia e miglior film. Più recentemente Lady Oscar con la costumista Antonella Cannarozzi e la sua avventura agli Oscar è presentato a Filmmaker Film Festival 2017.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.