Omicidio Vassallo:la Dda indaga sull’ex carabiniere arrestato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ora che per Lazzaro Cioffi, carabiniere finito nel mirino dell’antimafia partenopea, è scattato un secondo arresto con l’accusa di aver aiutato i trafficanti di droga di Caivano, s’addensano ancora più ombre sul possibile ruolo che il brigadiere potrebbe aver avuto nella vicenda relativa all’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica-Acciaroli ucciso otto anni fa a pochi passi da casa da mano ancora ignota. La Procura di Napoli ha già trasmesso, mesi fa, alcuni fascicoli di indagine ai colleghi di Salerno, per elementi ritenuti interessanti sotto il profilo investigativo. Lazzaro Cioffi aveva già chiesto di congedarsi dall’Arma dei Carabinieri quando il suo nome era emerso in un filone dell’inchiesta sull’assassinio di Angelo Vassallo. Una posizione ritenuta nelle prime fasi delle investigazioni marginale, al punto che Cioffi non risulta mai formalmente essere stato iscritto nel registro degli indagati. Ma perché il brigadiere finisce in una delle storie più torbide del nostro presente? Perché Cioffi, in realtà, secondo alcune testimonianze risultava presente ad Acciaroli nelle ore in cui Vassallo fu ucciso, ma il punto di connessione tra la sua persona e l’omicidio non è mai stato reso noto, ammesso che esista. Inoltre, gli approfondimenti dell’antimafia di Salerno non avrebbero mai riscontrato l’effettiva presenza di Cioffi tra i Carabinieri che, in quei giorni, si trovavano tra Pollica ed Acciaroli. I nuovi sospetti si fondano- dunque- sul ruolo che l’inchiesta della DDA di Napoli ha assegnato a Cioffi nei rapporti con il crimine organizzato del Parco Verde di Caivano, trafficanti di droga con forti interessi e ramificazioni anche nel salernitano e nel Cilento. Elementi meritevoli di approfondimenti ulteriori, tanto che la Procura di Salerno ha deciso di acquisire gli atti di Napoli per capirci qualcosa in più.

Fonte Liratv

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.