Comandante Capitaneria: ”Porto Salerno tra i primi dieci d’Europa”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Riflettori puntati sul porto di Salerno e sulla crescita degli ultimi anni: alla tavola rotonda all’Arena del Mare assieme al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ad approfondire l’argomento anche il sindaco Vincenzo Napoli, il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, il presidente e il segretario dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centrale, Pietro Spirito e Francesco Messineo, il presidente di Confindustria e Camera di commercio, Andrea Prete e il comandante della Capitaneria di porto, Giuseppe Menna. Quest’ultimo ha evidenziato come quello di Salerno sia diventato uno degli scali più competitivi d’Europa:
«Se solo pensiamo alle proporzioni in termini di spazi disponibili e volumi di traffici, il porto di Salerno è tra i primi dieci d’Europa» – ha dichiarato.
L’attenzione è stata rivolta poi alle ulteriori prospettive di crescita che passano attraverso la realizzazione di alcuni interventi fondamentali per il miglioramento delle infrastrutture, come ad esempio, nel caso specifico del porto dei lavori di dragaggio che, a causa della lentezza della burocrazia, in questi anni hanno subito un notevole rallentamento.
«Ci chiamiano Autorità ma dipendiamo da sette organismi nazionali a cui dobbiamo dar conto – ha detto Pietro Spirito -, a questo chiamateci subordinazione non autorità». Anche il sindaco Napoli ha evidenziato come il tempo sia una variabile fondamentale per la realizzazione delle opere: «Per realizzare un progetto – ha affermato – non si può attendere un numero indeterminato di anni, perchè quando si riuscirà a realizzarlo quel progetto potrebbe non avere più significato».
La serata del Sea Sun all’Arena del Mare si è conclusa con il concerto di Serena Autieri che ha ripercorso alcuni classici della tradizione partenopea.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Non c’è che dire. La struttura merita il massimo degli apprezzamenti, tenuto conto delle penalizzanti condizioni infrastrutturali e della limitatezza degli spazi retroportuali che lo caratterizzano.
    Ma, se si riconosce che per le grandi opere i tempi di approvazione e realizzazione hanno durate incompatibili con le motivazioni che ne hanno giustificato la messa in opera, allora occorreva già da tempo accorgersi che questo “gioiellino” non poteva continuare a vivere senza ferrovia. La sola disponibilità di veicoli su gamma, ancorchè se ne dica, ne condiziona l’operatività, oltre a creare disagi sulla viabilità esterna, come capita sovente.

  2. Grazie anche all’ex presidente dell’autorità portuale Andrea Annunziata, una persona sempre impegnata per cercare di portare ottimi risultati….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.