Colombia, sbagliano i rigori con l’Inghilterra: Uribe e Bacca minacciati di morte

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Per molti giocatori sbagliare un rigore in una partita di coppa del Mondo segna la carriera. Per i giocatori colombiani la posta in gioco è sempre più alta, da quando nel 1994, Andres Escobar fu freddato per le strade di Medellin da 12 colpi di pistola per un autogol in Colombia-Brasile che condannò la squadra all’eliminazione da quel mondiale.

Un giorno dopo quel drammatico anniversario, ieri, Carlos Bacca Mateus Uribe hanno sbagliato due rigori nel match contro l’Inghilterra, e la Colombia è tornata a casa. Non è passata nemmeno una notte e contro Bacca e Uribe si sono scatenati gli utenti social, e non sono mancate le minacce di morte.

Anche chi volesse sostenere che uno sfogo sui social non è equivalente a un omicidio, che è innegabile, sulla Colombia bisogna tenere sempre l’attenzione alta. Gridare (questo significa sui social e nelle chat il tutto maiuscolo) “muoia Carlos Bacca, figlio di p****a, non ti vuole nessuno. Non tornare in questo Paese”. O ancora: “E’ stata l’ultima partita di Uribe, è già morto”.

Quello di Escobar non è stato purtroppo un caso unico. In Colombia, nel 2011, è stato ucciso un altro calciatore: si tratta di Edson Charà, assassinato con vari colpi di pistola mentre si trovava con un gruppo di amici davanti alla casa dei genitori. E nel primo match di questo mondiale, minacce di morte sono arrivate anche a Carlos Sanchez, espulso nella partita contro il Giappone.

Scrivevamo nel 1994 su Repubblica: “Erano in quattro, gli assassini. C’ era anche una donna. Hanno avvicinato all’ uscita del ristorante la loro vittima. Gli hanno rinfacciato la sconfitta della Colombia contro gli States. Non si sono fermati agli insulti. ‘Grazie per il gol’ hanno urlato in faccia ad Andres Escobar. L’agnello da sacrificare, da sgozzare. Da punire per aver infilato il piede al momento sbagliato nel punto sbagliato. Poi hanno sparato, devastandolo. Hanno fatto in modo che non si risvegliasse più. Perché doveva pagare quel maledetto autogol che ha spianato la strada agli Stati Uniti, eliminando di fatto la Colombia. Sì, Andres Escobar è morto per questo. Per un autogol”.

Speriamo non si debba scrivere mai che in Colombia si muore “per un rigore sbagliato”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.