Rifiuti, più poteri alla Regione Campania sui nuovi impianti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Il consiglio regionale della Campania ha approvato nella legge per la semplificazione i poteri straordinari alla Regione per realizzare gli impianti per la spazzatura.

«Vogliamo collaborare con i Comuni non passarci sopra a carrarmato – dice il governatore – Dopo il no agli inceneritori, sugli impianti di compostaggio se c’è da fare qualche forzatura, la faremo».

La norma approvata ieri è articolata e prevede che gli impianti destinati ai rifiuti e le vie di fuga per le zone rosse del Vesuvio e dei Campi Flegrei diventino «opere di interesse strategico regionale».

Su questi interventi la Regione convoca gli enti interessati in conferenze di servizio, lasciando la possibilità ai Comuni di motivare i dissensi in più step. Se dopo 60 giorni non si trova una soluzione condivisa, i progetti «strategici» vanno «all’esame della Giunta regionale che può comunque disporre l’approvazione del progetto motivandone la coerenza con la programmazione strategica regionale».

L’attenzione è sulla realizzazione degli impianti di compostaggio per il trattamento della frazione umida dei rifiuti, che sono la bandiera di qualsiasi politica ambientalista. Anche perché la Regione ha rinunciato a nuovi termovalorizzatori, che non sono sostenibili economicamente costando almeno 300 milioni.

Gli impianti servono a dimostrare all’Unione Europea che la Campania lavora per evitare altri crisi e annullare la multa da 120mila euro al giorno che si continua a pagare per le varie emergenze del passato.

Il consiglio regionale ieri ha stralciato le norme relative all’edilizia e ai piani urbanistici, dopo le proteste di numerose associazioni ambientaliste e la ferma opposizione dei 5Stelle: «Se forziamo siamo autoritari, se facciamo aperture è una marcia indietro – la tesi di Vincenzo De Luca –

Io sono contro la mummificazione dei territori. L’assessore Bruno Discepolo ascolterà associazioni, forze politiche, territori, amministratori. Per la fine di settembre, però, il testo modificato tornerà in aula e verrà approvato, con o senza condivisioni».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. vUOLE PIù POTERI IL GOVERNATORE, QUALCHE ALTRO IMBROGIO CON I SUOI ACCOLITI E RACCOMANDATI DEVE COMBINARE…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.