Razzismo sull’autobus a Salerno, Sindaco: «Atto gravissimo»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Continua a far discutere il caso di razzismo avvenuto su un mezzo di Busitalia della linea 5 che da Via Ligea arriva alla zona Industrale di Salerno. A raccontare l’episodio che ha visto protagonisti un tunisino ed un anziano il quotidiano La Città che oggi torna sull’argomento anche con un commento del direttore Antonio Manzo.

I fatti. A bordo dell’autobus un anziano passeggero non ha voluto far sedere accanto a lui un cittadino tunisino dotato di regolare abbonamento. «Vavattene – gli ha gridato l’anziano in faccia – tornatene al paese tuo che qua non ti siedi…».

Il giovane, si è fatto il viaggio in piedi, al fianco della sua mercanzia che aveva preventivamente lasciato in un angolo del bus per non dare fastidio agli altri passeggeri. Nessuno, dei presenti sull’autobus al momento dell’episodio, è intervenuto in alcun modo, anche con una parola, per tentare di far ragionare l’anziano signore e far accomodare il giovane.

Sull’episodio è intervenuto il Sindaco Napoli a mezzo social ed ha dichiarato: «Un atto censurabile, gravissimo, senza nessuna dignità, quello riportato da alcuni quotidiani locali, che ha visto protagonista un giovane tunisino aggredito verbalmente, senza alcun motivo, da un anziano su un autobus.

Stiamo cercando di capire ed accertare i termini della questione, ma certo si tratterebbe di un’intolleranza insopportabile.
Proprio in questi giorni sto leggendo un libro molto bello, “Questa sera è già domani” di Lia Levi, una donna ebrea, ambientato al tempo delle infami leggi razziali: un racconto di una progressione vorticosa di atti e comportamenti, che all’epoca portarono la coscienza collettiva degli italiani ad una vergognosa deriva razzista.

Fermi restando la complessità del tema immigrazione e l’obbligo del rispetto delle nostre leggi da parte di chi viene accolto nella nostra città, dobbiamo impegnarci affinché, in tema di diritti civili e valori umani fondamentali, non si arretri mai e non si perda il controllo della situazione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Io in passato i primi extracomunitari che sono arrivati in Italia li guardavo con simpatia e benevolenza,in quanto erano educati e rispettosi.Cosa che sinceramente non vedo oggi,sono arroganti,violenti e pretendono cose che neanche il più disgraziato degli Italiani osa chiedere. Certamente non si può generalizzare e magari prendersela senza motivo col primo che passa.La colpa secondo me è della classe politica degli ultimi anni che non ha fatto niente per far sì che avvenisse un integrazione utile a noi e a loro.

  2. FORMISANO E ALEOTTI….VOI…?? NON VI SIETE ESPRESSI….! NON PRENDETE POSIZIONE, FATE COME TUTTI GLI ALTRI GIRATE LA FACCIA DALL’ALTRA PARTE ACCUSATE IL POLITICO DI TURNO ACCUSATE LA SINISTRA ACCUSATE IL SINDACO….MA VOI?? E TUTTI GLI ALTRI?? SIETE COME L’ANZIANO, RANCOROSO RAZZISTA E MALEDUCATO. NON SIETE PEGGIORI NON SIETE MIGLIORI, SIETE UGUALI.

  3. Ecco i fustigatori del web che dopo aver mangiato e bevuto e dopo aver letto un buon libro come il presunto sindaco bacchettano e gridano…..al razzista…….però poi non vedono i negretti che non pagano il biglietto sia bus che treno….che vendono illegalmente merce contraffatta che occupano spazio senza averne diritto che picchiano i controllori che urinano e defecano dove capita etc….etc…..

  4. Io ho letto un libro che credo lei e quelli come lei n9n abbiano letto:parla di italiani che non hanno lavoro,tartassati e senza sicurezza nemmeno in casa propria.Parla di business sulla pelle dei migranti e di spacciatori arrivati qui come richiedenti asilo.Poi parla di notizie senza capo nè coda..senza testimoni,senza nomi cognomi o luogo del misfatto e pochi stupidi che vogliono far credere che il problema sia il razzismo in questa nazione.
    Glielo consiglio,avrà molto tempo libero ora che gli italiani si stanno stufando di chi come lei vive nel mondo delle meraviglie.

  5. Da tutti coloro che sputano veleno contro gli stranieri, vorrei almeno un resoconto, uno solo, di un episodio increscioso che li abbia riguardati in prima persona. Ma che sia dettagliato.
    Perchè più parlo con la persone e più mi rendo conto che la stragrande maggioranza straparla contro gli immigrati ripetendo a pappagallo i proclami di Salvini. All’atto pratico nessuno mi sa dire che danno materiale o morale gli arrecano gli stranieri. Nessuno che abbia mai perso un posto di lavoro a causa loro, nessuno che si sia visto svaligiare la casa da ladri che non fossero locali o rumeni (ovvero comunitari), nessuno che si sia impoverito per sostenere l’accoglienza.
    Scatenate l’inferno!

  6. In questo caso Il ragazzo in questione aveva un regolare abbonamento, quindi aveva diritto come tutti di sedersi…e poi gira un po’ in pullman e vedi quanti salernitani pagano il biglietto…non fare di tutta un erba un fascio e soprattutto non dare del fustigatore del web se scrivi le le stesse cose che scrivono gli altri…attento che quel fustigatore potresti essere proprio tu!

  7. Sindaco..invece di leggere il libro sotto l’ombrellone.. vai sul lungomare a vedere i giovani extracomunitari come spacciano..e poi dopo mi fai la lezione sul razzismo!

  8. Non bisogna parlare di libri con i cafoni, i cafoni vanno semplicemente ignorati quando possibile e picchiati e umiliati quando osano alzare la testa. L’unico crimine qui è che il vecchio cafone pensava di aver diritto di parlare, di trattare una persona normale come una bestia par suo.

    Ma non preoccupatevi, è destino dei cafoni e dei falliti mugugnare e sputare veleno e rancore contro tutti, specie contro quelli che stanno appena meno inguaiati di loro come gli africani, ma alla fine della fiera gli africani restano e i cafoni muoiono.

  9. Nelle tue parole c’è tutta l’ipocrisia di chi fa il pacifista,maglietta rossa e cavolate varie e poi si esprime in questi termini..ma cosa vuoi picchiare e umiliare,perchè far provare agli altri quello che provi tu quotidianamente..perchè uno come te,che parla in questo modo sicuramente avrà una vita difficile per poi diventare leone dietro la tastiera.
    Quanti africani aiuti tu?te lo dico io….ZERO!!però vuoi fare il filantropo a giorni alterni..
    Posa il bicchiere col vino e guardandoti allo specchio ..sputa!
    Quelli come te stanno scomparendo,sommersi dalle ipocrisie di cui si nutrono.

  10. Cara maggioranza di ex “persone per bene” o cara minoranza di uomini pensanti e non proni, vi giro un articolo di qualche giorno fa che DOVREBBE insegnare qualcosa a noi tutti….dovrebbe…!!
    “Per capire cosa sta succedendo ora nel mondo, dobbiamo riflettere su due cose. La prima è che siamo in una fase di prove. L’altra è che ciò che viene sperimentato è il fascismo; parola che deve essere usata con attenzione, ma non può essere sottratta quando è così chiara all’orizzonte. Dimentichiamo il “post-fascismo”: stiamo vivendo il “pre-fascismo”.

    Uno degli strumenti fondamentali del fascismo è il broglio elettorale. Lo abbiamo visto testato nelle elezioni di Trump, nel referendum sulla Brexit e (con meno successo) nelle elezioni presidenziali francesi. L’altro è la genesi di identità tribali in contrapposizione fra loro e la divisione della società in polarità esclusive.

    Il fascismo non ha bisogno di una maggioranza: di solito arriva al potere con circa il 40% del voto e poi usa il controllo e l’intimidazione per consolidare quel potere. Quindi non importa se la maggior parte della gente ti odia, a patto che il 40 per cento sia impegnato in modo fanatico, ed anche questo è stato testato. Naturalmente il fascismo ha bisogno di una macchina di propaganda così efficace da creare per i suoi seguaci un universo di “fatti alternativi” impenetrabili alle realtà indesiderate: ancora una volta il test è in fase avanzata. Quando hai fatto tutto questo, c’è un successivo passo cruciale, il più difficile di tutti: devi indebolire i confini morali, attirare le persone all’accettazione di atti di estrema crudeltà. Come i segugi, le persone devono essere atratte dal sangue, devono imparare il ​​gusto per la ferocia. Il fascismo costruisce in quel gruppo la disumanità. Una volta raggiunto questo obiettivo, puoi gradualmente alzare la posta, passando dalla rottura delle finestre sino allo sterminio. La gente deve abituarsi al gusto della ferocia.

    Si passa poi a testarlo sul mercato, come sta facendo ora in Italia il leader di estrema destra e ministro per l’interno Matteo Salvini. Come andrebbe se respingiamo i rifugiati? Pubblichiamo l’idea di un censimento di tutti i Rom e vediamo cosa ne pensa la gente? Anche Trump ha effettuato questi test: i miei fan piangeranno per i bambini chiusi nelle gabbie? Poi, vedendo la maggior parte dei commenti (negativi), ha fatto dietro front, e la definizione “errore” da parte di Trump è stata un’ingenuità, ma in un periodo di prova la sperimentazione è comunque già un enorme successo. La scorsa settimana Trump ha affermato che gli immigrati “infestano” gli Stati Uniti: un test-marketing per verificare se i suoi fan siano pronti per il prossimo livello di linguaggio, che sarà ovviamente “parassiti”.

    Le immagini di bambini trascinati dai genitori diventa la prova di come queste possono essere manipolate in suoni e immagini. I breaking di Fox News si sono superati in crudeltà barbariche, facendo rumori animali alla menzione di un figlio con la sindrome di Down, descrivendo i bambini piangenti come attori. Quei singhiozzi di angoscia diventano quindi strumenti del comportamento manipolativo degli estranei che arrivano per infestarci (non dovremmo temere una razza i cui bambini possono essere così subdoli?).

    I fan più accaniti lo adorano: il 58% dei repubblicani è a favore di queste brutalità, ed i punteggi di approvazione complessivi di Trump arrivano al 42,5%. Questo è molto incoraggiante per l’agenda pre-fascista, ed il processo di emarginazione è iniziato nel mondo democratico. I muscoli della propaganda devono essere potenziati per difendere l’indifendibile. Ora milioni di europei e milioni di americani stanno imparando a pensare l’impensabile.

    I test saranno poi perfezionati, i risultati ottimizzati, i metodi implementati, i messaggi affinati.
    E poi azioni a seguire.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.