Alessia punta dal ragno violino racconta il suo incubo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
E’ di nuovo allarme per la paura del ragno violino, le segnalazioni arrivano soprattutto da Roma e con il caldo il terrore aumenta perché si tratta di un aracnide velenoso. Il morso del ragno violino è pericoloso, la puntura di questo ragno che è piccolo ma può essere davvero molto cattivo, la racconta a Il Messaggero la signora Alessia. Questo ragno si trova in tutta Italia e sembra che sia il periodo estivo quello in cui è più facile incontrarlo. Innocuo fino a quando non decide di pungerci e tra le varie segnalazioni c’è proprio il racconto di una signora romana che stravolta dall’accaduto desidera aiutare chi come lei dovesse subire la puntura o averne il sospetto.

Spesso non ci si accorge subito della presenza e del morso del ragno violino e infatti Alessia si è recata in ospedale ben 48 ore dopo ma i sintomi erano chiari. Racconta che era in auto, è scesa e ha sentito un leggero pizzico al malleolo, si è accorta di un puntino di sangue ma non si è preoccupata mentre pensava cosa l’avesse punta. Poche ore dopo ha iniziato ad avvertire prurito e nella notte il collo del piede si è gonfiato. La mattina il piede ha continuato a gonfiarsi, ha usato una crema antistaminica e non ha pensato potesse essere qualcosa di grave.

UNA SIGNORA DI ROMA MORSA DAL RAGNO VIOLINO RACCONTA LA SUA BRUTTA ESPERIENZA

E’ stata punta dal ragno di giovedì sera e il sabato è andata dalla parrucchiera che vedendo il suo piede si è preoccupata e ha chiamato il centro anti veleni del Policlinico Gemelli: “E’ stata la mia salvezza, la ringrazierò sempre per questo”. Gli esperti le hanno consigliato di continuare con la crema e di tenere d’occhio la situazione, in caso di vomito, vertigini e diarrea doveva recarsi subito al pronto soccorso del Gemelli. La corsa in ospedale purtroppo è stata necessaria: “Sabato sera, dopo 48 dalla puntura, a cena ho iniziato a stare male. Il piede era molto dolorante e sono corsa in bagno con forti attacchi di vomito e diarrea.

Sono andata subito al Gemelli e mi hanno trattenuta per tre giorni con cure antibiotiche, cortisone e analisi del sangue per monitorare i valori sballati dei globuli bianchi”. Tutto si è risolto nel migliore dei modi ma teniamo gli occhi aperti tra scarpe, scatoloni e il verde delle piante.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.