Fabiani a La Città: «Serie A? Certo, ci proviamo»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
‘Le attuali leggi sono obsolete Perché mai due cognati non possono guidare due diversi club nella stessa categoria? Noi non ci poniamo limiti e saremo competitivi. Stiamo lavorando bene.

Abbiamo preso gente di categoria, con l’avallo della società e l’ok dell’allenatore. Puntiamo al massimo, senza creare illusioni.’

A dirlo Angelo Mariano Fabiani in una intervista realizzata da Enzo Casciello sul quotidiano La Città oggi in edicola.

Sulla possibile iscrizione ad un campionato di serie A Fabiani risponde così:  Siamo in presenza di norme obsolete, che vanno cambiate e non è detto che ciò non avvenga. Mi spiegate perché due cognati, come nel nostro caso, non possano essere al comando di due società che militano nello stesso campionato?

D’accordo, ma al momento la situazione è questa – insiste Csciello – e Fabiani replica ‘E la Salernitana non la teme, anzi è fiduciosa che l’ostacolo possa e debba essere rimosso. Siamo una società sana, requisito essenziale per ogni obiettivo, e Dio lo sa quanto sia importante avere i conti a posto. È appena scomparso un grande manager come Marchionne. Ci ha insegnato quanto sia necessario mettere in regola un’azienda.

Sono ancora d’accordo, ma al di là di giuste teorie i paletti esistono e resistono.

La Salernitana non si pone limiti. Lo ha già fatto, anche se non è andato tutto come volevamo, e il primo responsabile sono io’.

 

 

 

 

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Pagliaccio, il dramma è che ci sono ancora persone che ti seguono. Solite frasi pre campionato, se vuole puntare la serie a comprassero giocatori per farlo non quarte e quinte scelte, spero in una salvezza senza patemi d’animo.

  2. Sisi e i puorc volano! Hai fatto il tuo tempo a Salerno , è ora di andare. Con l’occasione , quando te ne vai, cerca di convincere anche il tuo amico Claudio … stanchi di voi mai di lei

  3. chiacchiere e tabacchere i legne u banc i napul nun s’empegnan,ma fabiani e’ come il pd ma c’e’ ancora gente che lo segue? e stamm ancora a parlare da salernitana!!!!!!!!!!!

  4. come fa a dire che saremo competitivi se ancora non ci sono i due portieri, se non abbiamo più Ricci, Minala, Tuia e Sprocati, se Bernardini è ancora una volta infortunato, se ci sono voci che parlano della cessione di Vitale e di Orlando? Chi sono ad oggi i nuovi arrivi? Solo Castiglia può essere considerato un discreto acquisto, mentre Perticone è un giocatore esperto della categoria ma ormai in declino. Si rende conto che ha in rosa ancora Zito, che nessuno vuole? Che gli obiettivi sbandierati per far sottoscrivere qualche tessera in più, proprio quando stanno per arrivare nel ritiro di Rivisondoli, si allontanano per l’insorgenza degli ostacoli più strani?

  5. Quante c…….te si dicono per strappare qualche abbonamento in più…….la vostra era è finita.
    SOCIETA’ INDEGNA VIA DA SALERNO!!!

  6. la fine che ha fatto il bari, 30 campionati di serie A, dovrebbe far aprire la mente ai tifosi che vogliono nomi altisonanti che non garantiscono la serie A ma appesantiscono i bilanci con inevitabile fallimento. Edy Bivi centravanti del bari degli anni 90 ha dichiarato: il bari negli ultimi 3 anni ha fatto campagne acquisti faraoniche con ingaggi elevati di giocatori come floro flores e nene , risultato serie A mai conquistata.

  7. Bravo Antonio! Ma come si fa a non capire questa cosa che è semplicissima. Qui nessuno si ricorda più dei pomeriggi al Vestiti aspettando che le squadre spuntassero dalle scale per entrare on campo perché la lega aveva confiscato l’incasso. Nessuno si ricorda più dei De Piano di Solofra o del comandante Ventura. Hanno tutti nostalgia dei no della Covisoc, delle pasticcerie intere ( altro che baba’ ) dei vari Lombardi e Cala’. Evidentemente era tutto fatto con dignità e non dava fastidio agli integerrimi custodi della Salernitanita’ che abitano la curva Sud e non solo. Ve la ricordate la scritta ” Lombardi è il mio presidente ” sul muro a Piazza Casalbore? Ma tant’è… Era anche quella una scritta piena di dignità.

  8. li ha scritti Fabiani. Nessuno ha ancora capito una cosa. La Salernitana è una azienda senza valore perchè ha pochissimi giocatori di proprietà e molti non sono più cedibili, visto l’ingaggio elevato (Zito, Schiavi, Rosina ecc.). Inoltre si sta ricorrendo ad un’insana pratica, già inaugurata con Orlando, di far acquistare i calciatori dalla Lazio, che li concede in prestito alla Salernitana. Tutto questo comporta che l’azienda Salernitana è ormai un guscio vuoto

  9. Perfettamente d’accordo col commento delle 8,12 .Solo perché l’ attuale proprietà ci garantisce l’iscrizione al campionato, ci dobbiamo sorbire tutto il resto? Ma un po di dignità ce l’abbiamo si o no?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.