Marina d’Arechi: incanto notte di mezza estate. presente anche il sindaco Napoli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa

Il mare, calmo, che libera la mente da affanni e pensieri. La brezza, fresca, che mitiga la forza del calore del sole di fine luglio. La distesa degli alberi delle barche a vela che invitano gli occhi delle persone a guardare su, verso il cielo. Proprio in una notte, come quella di venerdì, in cui si è vissuta l’atmosfera, quella magica e decisamente  rara, della luna rossa che si è specchiata nella darsena del Marina d’Arechi, tra le più grandi dell’intero Mediterraneo.

Sono stati questi solo alcuni degli ingredienti della serata di festa in Marina. La banchina di riva, per l’occasione, è diventata teatro esclusivo della serata d’estate al Marina d’Arechi presentata da Stefania Cavaliere. Sullo sfondo, da cornice, tre Maserati nere, direttamente dalla vetrina di Cesarmeccanica srl, alla sfilata di moda degli abiti di haute couture a firma di Seta Atelier e della sua stylist Valentina D’Alessandro. Nove modelli dai colori pastello con la rosa come protagonista assoluta. Il tutto in una splendida scenografia curata da Class Eventi,  con il makeup realizzato da Francesca Beauty.

Le note di melodie anni ’70 rigorosamente suonate live dal sax di Antonello Altieri e il vinil set curato da Cristian Orlandi hanno dettato il ritmo dell’aperitivo. Tra i presenti, tanti diportisti, amici di Marina d’Arechi, stakeholder della nautica e anche politici, istituzioni, imprenditori, professionisti e giornalisti provenienti da tutto il territorio campano. Alcuni giunti “via terra”, altri hanno raggiunto l’happening direttamente dal mare, a bordo delle proprie imbarcazioni. A dare il benvenuto agli ospiti, il presidente di Marina d’Arechi, Agostino Gallozzi, la Marina Manager, Anna Cannavacciuolo e l’amministratore delegato del porto turistico, Ciro Accetta.

Ad allietare i palati degli oltre duecento convenuti alla serata di gala, le eccellenze gastronomiche del mare nostrum e del territorio campano, sapientemente elaborate e presentate in 15 diverse ricette finger food, come la “sfera di melanzana su laghetto di San Marzano”, o il “Re farro”, o ancora la “tartarre di tonno rosso con zeste di agrumi”, accompagnate da freschi cocktail estivi e dalle immancabili bollicine.

Tra sorrisi e ringraziamenti, ci sono stati i saluti del presidente dell’autorità di Sistema del mar Tirreno Centrale, Pietro Spirito, e del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli.

Tra i presenti volti noti dell’imprenditoria campana: i cavalieri del Lavoro Luciano Cimmino, patron di Carpisa e Yamamay, ed Enzo De Matteis, titolare dello storico pastificio irpino che vanta una storia quasi secolare, il cavaliere del Lavoro Mario Magaldi, presidente del gruppo industriale leader mondiale nella produzione di macchine ed impianti per il trasporto di materiali ad alta temperatura, e ancora la Cavaliere del Lavoro Annamaria Alois, titolare dell’omonima storica azienda che lavora le prestigiose sete di San Leucio. Alfredo Mazzei, commercialista napoletano titolare della casa editrice “Colonnese”, e Antonietta Sannino, già amministratore unico del consorzio Unico Campania e attuale presidente di Citysghtseeing, il direttore operativo di Eav Campania, Pasquale Sposito, nonché il gallerista napoletano Franco Riccardo. Presenti anche entrambi i figli del governatore della Campania, Piero e Roberto De Luca, nonché Franco Picarone, presidente della commissione Bilancio della Regione Campania, Enrico Coscioni, consigliere del presidente De Luca nel settore della Sanità, e Patrizia Spinelli, segretario provinciale della Feneal Uil di Salerno. A salutare la suggestiva notte di mezza estate a Marina d’Arechi anche il mondo confindustriale salernitano, con il presidente del gruppo Giovani, Pasquale Sessa, e Michelangelo Lurgi, presidente del comitato di gestione di Rete Destinazione Sud.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Tra i presenti escludendo gallozzi .tutte le cariche del porto e chi si è occupato del catering il resto chi sono?PARASSITI guidati da Pierpiero.QUINDI NESSUNO.

  2. LA “BANDA DE LUCA E C.” ERA TUTTA PRESENTE COME SEMPRE, MANCAVA SOLO IL PIFFERAIO MAGICO (raffigura un semplice ed anonimo cafone lucano).

  3. se la cantano e se la suonano, su delle banchine portuali, non c’è altro…se era questo l’intento potevano andare anche al porto commerciale

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.