Coltellate per la droga: ai domiciliari il figlio di ‘Papacchione’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
Arrestati altri due presunti componenti del gruppo che assalì e ferì a coltellate tre fratelli a piazza Gian Camillo Gloriosi a Torrione il 12 luglio scorso a causa di una banale compravendita di hashish. Ai domiciliari – scrive Il Mattino oggi in edicola – Domenico Stellato e Domenico Ascione, rispettivamente 20 e 19 anni.

Il primo è il figlio di «Pappacchione», ovvero Giuseppe Stellato, capo dell’omonimo clan, uscito dal carcere circa un anno fa e attualmente in libertà vigilata fuori dai confini campani dove dovrebbe poter rientrare entro un paio d’anni, e nipote di Donato, ucciso a febbraio del 2007 in pieno centro, mentre era a bordo della propria auto.

Con questi due arresti, sale a quattro l’elenco dei presunti responsabili dell’accoltellamento che sarebbe potuto costare la vita a un 26enne napoletano, in prognosi riservata e  ai suoi due fratelli gemelli, 22 anni, che furono aggrediti alle spalle

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. Lo dico sempre: vi professate superiori ma a voi salernitani vi salva che siete un quartiere di Napoli, come grandezza. Solo un quartiere.

  2. è vero siamo grandi quanto un quartiere di Napoli, ma solo per dimensioni va bene paragonarci ad un quartiere napoletano, ma in quanto a bellezza, pulizia e civiltà delle persone salernitani, napoli ci guadagna e non poco in questo confronto. se napoli avesse tutti i suoi quartieri come salerno sarebbe ancor più bella. da figlio di napoletano ti dico che lo schifo di Napoli viene proprio dai napoletani che credono di essere migliori degli altri… “napulé ma carta sporca e nisciun se ne importa…” cosa vuol dire???

  3. I rifiuti umani esistono dappertutto, ma li noti dove c’è ne sono in quantità maggiore.

  4. Song e saliern e dic grazie a mammà… Come cita una canzone… Ma smettiamola di fare discorsi da provincialotti… Vi salva.. Quartiere… Piuttosto facciamoci delle domande sul perché succede tutto questo che sia a Salerno Napoli Roma o Bergamo!

  5. Gennaro,se non sai i fatti reali taci.I Napoletani hanno iniziato ad offendere e picchiare i ragazzi solo che non c’è sempre chi e disposto a porgere l’altra guancia.Se si stessero a casa l’oro sti napoletani staremmo meglio visto che stiamo impestati nonostante denigrano e si sentono superiori.Se Napoli e cosi’ bella statv a casa vostr

  6. Napoli,Salerno non c’entra niente
    Gli spacciatori sono feccia che non serve alla società. In galera altro che domiciliari
    Così pure chi gira con coltelli non penso possa stare a piede libero

  7. Napoli,Salerno non c’entra niente. Questa feccia che spaccia , accoltella,mette in pericolo la vita degli altri deve stare in galera altro che domiciliari !

  8. A Salerno se accade un episodio del genere il colpevole viene subito preso perchè tutta la città protesta e si mobilita. A napoli no perchè tutta la cittá è omertosa e complice. Napoli vive di ignoranza degrado violenza connaturata in tutti, anche nei quartieri bene.
    Poi napoli non fa nemmeno un milione di abitanti. Potrebbe essere davvero un quartiere di Parigi. Eppure Parigi non ha i drammi di napoli

  9. Chi dice che salerno è grande quanto un quartiere di munnezzalandia è un grande ignorante in quanto munnezzalandia è solo il doppio di salerno come dimensioni!

  10. Mi dite quale quartiere di Napoli ha circa 200 mila abitanti? Visto che Napoli intera non arriva ad 1 milione.
    Grazie

  11. azz….gli inquirenti dovrebbero interrogare salernitano doc visto che conosce i fatti. forse era presente?

  12. Gennaro ha chiaramente esagerato dimenticando che, solo per parlare della Campania, ci sono centri con 1/4 degli abitanti di Salerno in cui capita molto di peggio e dove la criminalità organizzata e non è molto più radicata e palpabile a tutti i livelli. Però quella della città paradisiaca e priva di delinquenza descritta da 20 anni e passa di propaganda è una palla; a Salerno c’è sempre stata una malavita stracciona, litigiosa e violenta che ha sempre vissuto soprattutto dello spaccio di stupefacenti, questi lo sanno tutti i salernitani che non hanno il prosciutto sugli occhi, soprattutto quelli che vivono in certi quartieri, tipo quelli della zona orientale o delle frazioni collinari. La crisi e il disagio che ci sono in giro hanno peggiorato le cose portandole quasi ai livelli di 30 anni fa, e chi ha l’età per ricordare sa di cosa parlo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.