Allarme De Luca: sui rifiuti rischiamo un’altra emergenza in Campania

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
I rifiuti accumulati per strada. Gli incendi dei centri di stoccaggio e gli Stir saturi che fanno riaprire vecchie aree di stoccaggio.

Uno scenario che riporta all’incubo dell’emergenza rifiuti degli anni passati.  «C’è il problema di una possibile emergenza. Non siamo garantiti di fronte a una nuova emergenza e non ce lo possiamo consentire.

Se dobbiamo aprire 10 siti di stoccaggio, ne apriremo anche 20». A dirlo il Governatore della Campania Vincenzo De Luca intervenendo in Aula nel dibattito sulla proposta di legge in maniera di rifiuti ed illustrando scenari drammatici.

«Siamo messi in guardia – ha aggiunto – faremo in modo che non si determini un’emergenza», avverte tutti gli attori De Luca. A cominciare dai sindaci su cui minaccia di far valere «il commissariamento se risulteranno inadempienti».

E se la prende in particolare con il capoluogo partenopeo che, sulla differenziata, è lento. Molto lento: «Le principali criticità arrivano da Napoli, che non è andata avanti di una virgola».

Raccolta a singhiozzo dei rifiuti che restano in strada a causa dei turni estivi ma anche per gli incendi di alcuni centri di stoccaggio. Prima a Battipaglia nel Salernitano, poi a San Vituliano e Caivano nel Napoletano. Tre incendi che hanno interessato, in meno di une mese, tre società che stoccano i rifiuti.

De Luca ribadisce in Consiglio che occorrono gli impianti. «Evitiamo problemi di fantasie ideologiche, ma è chiaro che dobbiamo andare avanti, costi quel che costi. La realizzazione di un altro inceneritore in Campania è stata accantonata per varie ragioni che sono economiche prima che sociali», chiarisce l’ex sindaco di Salerno che punta «al 65 per cento di differenziata entro la fine della decima legislatura regionale». Per questo sprona sull’apertura di nuovi impianti di compostaggio.

VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Ho io là soluzione…de luca jr ex assessore al bilancio di Salerno che già si occupava di ecoballe…giovane capace figlio di ex politico…un puro sangue della politica…

  2. … io invece ho un’altra soluzione:
    L’impianto lo faccio sotto casa mia e voi vi tenete la monnezza dentro casa, quando non non ne potete più conferite su una piazzola dell’autostrada come vs/abitudine, meglio sotto casa vostra. Ok?

  3. La soluzione di Caronte non è da sottovalutare…. L’ex Assessore al Bilancio ha dimostrato di avere competenze riguardo allo smaltimento dei rifiuti. Perché non avvalersi di tali capacità?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.