Salerno: diminuiscono i salernitani, i dati dell’Anagrafe

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Diminuisce la popolazione nella città di Salerno.

Questo è quanto risulta dai dati dell’Ufficio Anagrafe che ha certificato un calo di circa mille residente rispetto all’anno precedente. Alla fine del 2017 infatti i cittadini residenti salernitani erano pari a 134.479. Lo scrive il quotidiano La Città oggi in edicola

La popolazione a Salerno continua ormai a diminuire da circa 20 anni. A prevalere sono le donne, circa 71.300 rispetto ai quasi 63mila maschi. Altro dato rilevanti è quello relativo al numero di immigrati presenti nel 2017: 2600 che hanno controbilanciato le persone che hanno invece deciso di lasciare la provincia.

Terzo dato è quello inerente alle nuove nascite. Sono stati 868. I decessi. A Salerno 1686, invece, le persone decedute in aumento rispetto al 2016, che aveva visto 1521 decessi.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. E ANCORA SI COSTRUISCE. SEMPRE DI UNO IN UNA CITTA’ CHE LA POLITICA SI E’ MANGIATO ANCHE L’ANIMA. VAFFANCULO A TUTTI. IO SPERO SEMPRE IN DIO !

  2. In compenso non c’è un fazzoletto libero dove non si costruiscano nuovi palazzoni di 10-15 piani…senza parlare del crescent…stranezze salernitane…ma un po’ di giornalismo d’inchiesta a Salerno???quello per cui valga la pena fregiarsi del titolo di giornalisti???macchè…non pervenuto

  3. il saldo naturale negativo è purtroppo comune a tutta Italia, paese più anziano del mondo dopo il Giappone. Il caro case ha negli anni spinto la classe media a lasciare la città per i comuni dell’hinterland, la disoccupazione endemica aggravata da una riconversione turistica mai realmente avvenuta e dalla dissoluzione del 90% del comparto industriale (consumatasi nel silenzio pressoché totale) hanno fatto il resto. Quel poco che è rimasto se lo è mangiato la politica. La principale ragione della superfetazione edilizia in corso è la ciliegina sulla torta ma è perfettamente coerente con lo scenario attuale.

  4. I motivi per i quali Salerno si sta spopolando sono stati elencati da chi mi ha preceduto. Una città che ha scarso peso demografico finisce per avere scarso peso politico e amministrativo e a morire lentamente. Per compensare questo trend, non dico invertirlo, l’unica soluzione sarebbe quella di assorbire i comuni di Pellezzano, Pontecagnano e San Mango com’era un tempo, che risultano ormai conturbati al capoluogo e molto più integrato ad esso di alcune frazioni periferiche. E’ avvenuto a Reggio Calabria recentemente, a Napoli durante il ventennio e in altre città.

  5. pensiamo soltanto che con un decremento pari a 1000 persone anno e con tutti gli indicatori demografici ed economici negativi da un ventennio, per giustificare lo stravolgimento del PUC di Bohigas in favore dell’edilizia (speculativa) privata, Vicienzo e i suoi compari avevano immaginato una città che sarebbe arrivata a 180 mila abitanti entro i primi anni 2000. Quando si dice un grande amministratore!

  6. Sono trent’anni che a Salerno il calcestruzzo va molto forte, con la città svenduta ai palazzinari! Ad esempio, quelle mega torri sorte nel nulla più assoluto nei pressi dell’Arechi, saranno abbattute o resteranno in piedi, vuote, a imperitura memoria di una città sfregiata da amministrazioni che hanno fatto del cemento il proprio credo e la propria bandiera? Non esiste più un metro quadro privo di insediamenti: ma a chi servono, visto che la città è più che moribonda?

  7. per tenere in piedi il carrozzone di aziende in house e partecipate che per anni hanno fatto da ammortizzatore sociale e da serbatoio clientelare, il comune si è ridotto sull’orlo del baratro. Comprensibile quindi la svendita del territorio in cambio degli oneri concessori e delle opere di urbanizzazione che il comune stesso non è in grado di realizzare. Ciò che è davvero inquietante è che i costruttori continuino a realizzare vani su vani con margini di utile minimi o nulli.

  8. Non preoccupatevi, vagonate di negri compenseranno per le perdite e, pensate un po, vi pagheranno anche le pensioni.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.