Lotito deluso: «A Bari fatta scelta politica». E sulla multiproprietà…

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
“Ho accettato l’invito di persone che mi hanno chiesto la cortesia di mettermi a disposizione. Quella del sindaco è stata una scelta politica. Non mi sentivo in competizione con nessuno. Se dobbiamo vedere esperienze e risultati, parlano gli ultimi anni.

Ho una conoscenza specifica nel settore e nell’applicazione delle norme, avendo rivestito ruoli apicali. Anche per il Bari ci ho messo la faccia, costituendo una società. C’è rammarico per un comportamento che non ritengo adeguato al mio ruolo. Ero qui solo per spirito di servizio e per motivi affettivi”.

A dirlo Claudio Lotito al “Corriere del Mezzogiorno”. Il patron della Lazio e co- proprietario della Salernitana parla anche dell’assegnazione del titolo ad Aurelio De Laurentis e della scelta fatta dal Comune di Bari.

“Non sono abituato a fare la comparsa. Se non servivo non avrei mai partecipato nè costituito una società. De Laurentiis parla di multiproprietà? Cambiare quella norma non è verosimile. La scelta è stata del sindaco e non posso far altro che augurare  il meglio al Bari”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Lo dico da tifoso della Salernitana: Lotito se dobbiamo vedere esperienza e risultati tu con la Lazio hai fatto ridere, De Laurentiis in 14 anni ha portato dalla C alla Champions League una squadra. Che poi entrambi siete considerabili il male del calcio italiano, non avendo pianificazione ed essendo speculatori, questo a parte. Il Napoli qualcosina pure l’ha vinta, mentre tu non hai vinto categoricamente niente rendendoti ridicolo con la tua Lazio prima quando ti sei fatto eliminare ai preliminari di CL per non spendere 4 soldi per un attaccante e l’anno scorso facendo un pasticcio non rinnovando con De Vrij, finendo per regalare la CL all’Inter. Che quello delle seconde squadre “mascherate” sia un problema lo stiamo vedendo da anni a Salerno, ma che tu possa vantare risultati, sono i fatti a smentirlo. A Salerno inoltre hai fatto solo disastri e al momento non hai creato niente che persino il vituperato Lombardi non ha abbia creato. I risultati e i fatti contano, le chiacchiere stanno a zero. Ah e la famosa storia della solidità societaria: se non fossimo in Italia dove il più furbo vince, senza i babbá di bilancio con la Lazio saremmo falliti al secondo anno di B.

  2. il Sindaco di Bari ha fatto una considerazione molto lineare. Meglio un proprietario con una sola squadra in A che uno con una squadra in A e una in B. Il Bari al massimo avrebbe potuto ambire alla C. … e poi senti chi parla di decisioni politiche! Hai dimenticato come hai preso Lazio e Salernitana?

  3. Lotito prese la Lazio per un tozzo di pane quando era praticamente fallita, messo lì dalla destra romana (Fini era al governo con Berlusconi) in una operazione politica, e solo perchè gli venne assicurata l’applicazione di un comma del decreto salva calcio approvato l’anno prima e che nessuno manco conosceva, quella relativa alla rigoneziazione e spalmatura del debito fiscale con Agenzia Entrate. Gli venne consentito l’anno dopo di negoziare e splamare in 20 anni oltre 150 milioni di debito con il fisco, praticamente sistemando il bilancio ed evitando il fallimento. La stessa identica regola che poi l’hanno dopo in un clima di caccia alle streghe per questo precedente clamoroso non venne fatta applicare per la Salernitana che aveva credo 13 milioni di debito con il fisco e la cui richiesta di rateizzazione venne considerata “lite temeraria” nonostante l’accettazione da parte del Direttore di Agenzia Entrate di Salerno (smentito dalla direzione centrale, e rimosso pochi mesi dopo per questo motivo). E che nella stessa stagione venne invece fatta applicare al Messina di Franza e FABIANI e alla Reggina di Toti (notoriamente vicine al gruppo di potere emerso dalle vicende di Calciopoli) che stavano messe enormemente peggio della Salernitana e che sarebbero infatti fallite poco dopo. Questo dice la storia.

  4. Ad essere sinceri i fatti sono diversi da come li raccontate, o meglio sono solo una parte della verità. Che Lotito abbia avuto la lazio tramite favori politici è ben noto come è anche noto che in pratica non l’ha pagata perchè fallita, per gli stessi motivi e nello stesso anno in cui fallì la Salernitana di Aliberti, con un unica differenza che i tanti miliardi di lire (trasformati poi in centinai di milioni di euro) furono diciamo rateizzati . . In pratica ottenne quello che Aliberti non ha avuto. Ad oggi la Lazio ha ancora 9 anni da pagare e parliamo ancora di milioni di euro, il che nonostante il favore politico avuto, bisogna dargli atto che tutt’ora la Lazio non è fallita e a livello sportivo in Italia è quella che ha vinto di più in questi 7 anni di dominio della Juventus, quindi parliamo di coppa italia e super coppa italiana. Detto questo concordo in pieno con il resto die contenuti postati, anzi aggiungo, che dopo anni di “ottima” gestione finanziaria ,l’entusiasmo, l’amore e la passione ormai non mi appartengono più..che senso ha andare allo stadio per vedere la propria squadra galleggiare nel limbo della B, sapendo che da li non si muoverà?E’ calcio questo? E’ sport? No. Siamo solo la lazio 2 , infatti Lotito non ha mai avuto ne l’idea ne la voglia di creare una lazio B come la Juve o o il milan o altre(quest’anno solo la Juve). Se questo è calcio lo lascio a agli altri e i discorsi di maglia appartenenza e sopratutto per la città sono totalmente inconsistenti, soprattutto riguardo all’ultimo, infatti vediamo in che condizioni è la città martoriata da quelli che dicono di amarla

  5. “De Laurentiis parla di multiproprietà? Cambiare quella norma non è possibile” E come diceva il grande Totò: E ho detto tutto…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.