Rissa tra italiani e stranieri sulla litoranea, ragazzo colpita da un palo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Ancora una rissa sulla litoranea di Pontecagnano. Quattro persone, due fratelli della zona e due extracomunitari si sono picchiati selvaggiamente in via Magellano per cause ancora da accertare.

Ad avere la peggio uno dei due italiani colpito alla testa da un paletto scagliato da uno degli stranieri. Sul posto due ambulanze del Vopi di Pontecagnano per trasportare i quattro in ospedale.

Il ragazzo più grave è quello colpito dal paletto. Ha riportato un trauma cranico. Episodi del genere, fanno sapere i residenti della zona, si ripetono con preoccupante frequenza

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Tra un po’ diventeremo stranieri sulla nostra terra.
    No al razzismo ma oggi più che mai bisogna fermare questa escalation che si è creata, personalmente con mia moglie per due volte nel giro di un mese di sera(in totale assenza di forze dell’ordine)siamo stati avvicinati da extracomunitari ubriachi che volevano soldi, ho vissuto due situazioni critiche di cui per fortuna ne siamo usciti, ma la situazione si fa sempre più preoccupante.

  2. La PAzienza ha un limite…. Siamo sull orlo…! Questi non hanno regole… Vivono in un limbo..il litorale salernitano da mercatello a Paestum è . Terra di nessuno… Senza alcun tipo di vigilanza sennò diurna…. Le forze Dell ordine sono sottopagate e senza mezzi… Ditemi un po’… Ma il nostro esercito a cosa serve? Basterebbe questo per dissuadere la “risorsa” sinistrorsa….

  3. Vediamo il nuovo Sindaco antifascista e di sinistra che provvedimenti prenderà, contro questa orda di barbari invasori. Non sono razzista ma l’ordine e la disciplina non hanno né razza né orientamenti sessuali, sono necessari per la convivenza pacifica Delle persone. Questo è giusnaturalismo un semplice concetto che pochissimi conoscono

  4. Ormai i rumeni i polacchi ecc. Gestiscono anche i lidi della zona… nulla di male… ma questo la dice lunga sulla gestione locale e l’affidamento da parte delle istituzioni locali

  5. na volta le risse avvenivano tra italiani..sulla litornanea tra salernitani e napoletani o casertani adesso gli italiani le prendono di brutto ovunque…anche perche’ questi extra non si fanno tanti problemi ad usare spranghe ecc.. che declino!!!

  6. Ogni volta che passo per le zone di Pontecagnano litoranea, Picciola e soppratutto nelle zone limitrofe all’Isola Verde mi piange il cuore vedere una zona cosi “potenzialmente” bella, con grandissime potenzialità distrutta da gente, molti stranieri ma anche diversi italiani, da persone incivili senza un senso civico e una coscienza sociale. QUANDO SI COMINCERÀ A FARE QUALCOSA?? M

  7. fategli vedere i tweet e le foto delle vacanze di salvini e vedete come se ne scappano terrorizzati.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.