Esplode un camion in tangenziale a Bologna e scoppia l’inferno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Esplode un camion in tangenziale a Bologna e scoppia l’inferno. La forte esplosione – che ha provocato una vittima accertata – è stata causata, con ogni probabilità, da un tamponamento multiplo con conseguente incendio da parte del mezzo che trasportava materiale infiammabile, dando origine a un violento incendio, seguito da altre esplosioni. La procura di Bologna ha aperto un’inchiesta per disastro colposo a carico di ignoti.

Tutto è accaduto intorno alle 14 alla periferia del capoluogo felsineo, all’altezza del km 4.800, direzione Sud del Raccordo Autostradale Bologna-Casalecchio, nel quartiere di Borgo Panigale: l’incidente e la successiva esplosione hanno provocato anche 84 feriti, di cui tre in gravi condizioni. Crollata inoltre buona parte del ponte dell’autostrada del raccordo di Casalecchio A1-A14, che sovrasta la via Emilia a Borgo Panigale (VIDEO).

L’esplosione ha infatti determinato il crollo della soletta del tratto sovrappassante via Elio Bragaglia ma non ha coinvolto direttamente la via Emilia, che dista circa 100 metri, chiusa per consentire i soccorsi e le verifiche ai fabbricati investiti dai detriti. Ispezioni da parte degli ingegneri di Autostrade per l’Italia dovranno valutare i danni causati ai tratti autostradali e stradali adiacenti al crollo e, conseguentemente, la loro transitabilità.

Intanto, si cerca di capire se ci sono altre vittime ancora non individuate. A confermare invece le cifre dei feriti, tra cui anche una decina di carabinieri e due agenti della stradale, è l’Ausl del capoluogo emiliano: 55 pazienti sono stati trasportati all’ospedale Maggiore di Bologna con ustioni dal primo al terzo grado (di questi, 15 feriti sono stati poi portati al Policlinico Sant’Orsola e due al Rizzoli). Dieci pazienti hanno riportato ferite lievi e sono stati medicati all’ospedale di Bazzano. Ma sale il numero dei feriti gravi: ai due ricoverati a Parma e Cesena se n’è aggiunto un terzo portato nel nosocomio romagnolo.

adnkronos.com

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.