Addio Avellino, la rabbia del salernitano D’Angelo: ”Uno di voi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Parole strazianti dopo il fallimento dell’Avellino Calcio giungono dall’ultimo capitano della squadra biancoverde, il salernitano di Ascea Angelo D’Angelo che sulla sua pagina facebook scrive il suo saluto alla tifoseria irpina:

“Ho appena aperto gli occhi speravo in un brutto sogno ma purtroppo non è così…ciao lupo ci siamo conosciuti il 27 dicembre 2009 ero un ragazzino timido e sbarbato tu mi hai dato subito la mano mi hai accolto in maniera speciale, mi hai fatto innamorare e sei entrato subito nel mio cuore e con gli anni sei entrato anche in quello della mia famiglia. Pian piano abbiamo fatto la scalata dalla D alla B, e il ragazzino diventato Capitano ha scritto una riga di Storia …ho vissuto gli anni più belli della mia vita che nessuno cancellerà mai. Adesso c’é rabbia c’è dispiacere ma adesso é il momento di non mollare … Ad Avellino s’impara a non mollare mai e questo é il momento di farlo. Cucito sul mio petto e qui ti lascio per sempre. Ora con le lacrime che scendono sto per salutarti, lascio amici lascio la mia gente spero che un giorno quando ti chiederanno di Angelo D’angelo risponderai 1 di Noi perché io mi sono sentito 1 di Voi. Arrivederci Lupo …Ti amo

Il Tuo Capitano AD#8

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. … se ti senti bandiera, aspetta la nuova società e offriti gratis per riportare Avellino, e non l’Avellino, in serie B dinuovo!!! Sempre Forza Salerno

  2. Salernitano ???? Ma un rinnegato come questo lo chiamate salernitano . Ha fatto una bella figura pure ad Avellino , già lo schifano con post pubblici insieme a castaldo

  3. che discorso commovente…beeeeeeeeee…uno di voi, certo,sei un pecorone come loro. anche noi ti porteremo sempre nel cuore, il 15 ottobre c’eri pure tu,al ritorno per non rovinarti il fegato ti sei nascosto in qualche ovile irpino…asciugati le lacrime e cambia il luogo di nascita dal tuo documento..beeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  4. Mi dispiace per il fallimento ….. ma resterà la miseria umano di questo uomo fallito che sul 2-0 per l’Avellino derideva i giocatori e i colori della sua provincia di nascita( poi 1-2,2-2,2-3) e non bastasse una volta salvatosi sul campo sul pullman cantava …. e tanto già lo so so che l’anno prossimo due derby giocherò 😂.
    Allora caro D’ Angelo per coerenza dato che con la casacca irpina derby no ne farai più, prenditi la famiglia e trasferisciti ad Avellino, in quanto pagliacci in Provincia di Salerno no ne vogliamo.

  5. continuate a piangere che vi fa bene,si purifica la vostra anima perfida e paesana,di nuovo porgiamo le più sentite condonglianze a tutti voi……

  6. Uno che ama una squadra non la lascia solo perché ricomincia dalla D. Rimanevi ad Avilino ma tu pensi ai soldi e quindi non ami….te la potevi risparmiare e se mi chiedono chi eri….rispondero’ un mercenario…una merda….

  7. la scena patetica di lui che piange davanti al CONI è tutta da vedere, come attore è ancora più scarso che come giocatore. Ha passato una carriera a dimostrare agli irpini di non essere salernitano e lo ha fatto solo per i soldi, come un Biancolino qualsiasi. Vatti a fare l’eccellenza coi lupi se davvero hai il cuore biancoverde, ipocrita.

  8. che attore..se davvero ami Avellino rimboccati le maniche e dai un contributo per ritornare in alto, i veri uomini e calciatori che amano la squadra del cuore lo hanno fatto..un esempio Gigi BUFFON divenuto campione del mondo nel 2006 restò con la Juve in B…pagliaccio vai a farti fottere!!

  9. Ora avrai più tempo per passeggiare sul corso con la tuta dell’avellino come dicesti tu,anzi ci pitrai anche passare lw settimane ****

  10. E basta con questo D’Angelo… ma lasciatelo stare … e mi riferisco a voi giornalisti che continuate col fomentare odio (da parte di capre, e non perchè di avellino…) verso questo ragazza per il semplice attaccamento ad una piazza. Ma diventate adulti…

  11. nello sport come nella vita esistono dei valori non commerciabili e non giustificabili(rispetto, educazione, riconoscenza), nella quasi totalità i calciatori rispettano le squadre in cui hanno giocato e il luogo in cui sono nati, questo mezzo uomo in diverse occasioni ha mancato di rispetto al suo luogo natio( nato cresciuto e pasciuto in quel di Ascea, provincia di Salerno).

  12. Ma ad ascea lo difendono solo quattro pappagalli come lui e la sua razza , per noi tifosi della salernitana deve solo stare in silenzio perché da quelle dichiarazioni fatte si è capito che esemplare è, poi parliamo di uno che più ciuccio nn si può , per salvare l Avellino l hanno buttato in panchina . Anche ad Avellino si sono ricreduti , e per capire che è un falso loro vuol dire che siamo al massimo

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.