Campania: dipendenti Regione sorpresi mentre hanno rapporto in ‘auto blu’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa

“I due dipendenti della Regione che, come ha riportato il Roma, sono stati sorpresi a fare sesso, in orario e auto di servizio, vanno puniti con la massima sanzione possibile, valutando anche il licenziamento perché, oltre a venir meno agli obblighi derivanti dal loro status di dipendenti pubblici, hanno anche offeso l’istituzione pubblica con il loro comportamento”.

A chiederlo il presidente del gruppo consiliare Campania libera, Psi e Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “di fronte a episodi del genere non bisogna avere atteggiamenti permissivi anche perché sarebbe un’offesa verso i tanti disoccupati che farebbero di tutto per lavorare nella pubblica amministrazione avendone competenze e preparazione”.

I FATTI RICOSTRUITI DA CASERTACE.IT

Lui 61 anni, lei 57 anni. Sono entrambi dipendenti della Regione Campania. E sono stati sorpresi a fare sesso orale in un’auto blu parcheggiata lungo Viale Raffaele a Napoli, in zona Vomero. Sotto gli occhi dei passanti, in pieno giorno, sono stati travolti dalla passione. A quel punto, sul posto sono arrivati i carabinieri della Stazione Vomero-Arenella che hanno bussato al finestrino della vettura, interrompendo così l’atto sessuale.

I due erano in evidente imbarazzo. Alla richiesta dei militari di esibire i documenti, l’uomo ha sostenuto di aver dimenticato il libretto di circolazione a casa. Ma non era così: l’auto, una fiat Punto, nella quale si stava consumando il rapporto sessuale, è una vettura blu della Regione Campania, quella con il quale lui, autista, va a prendere il dirigente per il quale lavora.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. stiamo a vedere che fine faranno questi squallidi parassiti i pagati con i nostri soldi.

  2. Ahhh…..non preoccupatevi, quali licenziati, col tempo saranno pure promossi. Scommettiamo?…..seguite la cosa e poi ne riparliamo!

  3. non succede altrettanto. Si chiudono dentro e tric-trac.
    Anche mentre operano, diciamo pausa caffè o cappuccino ad inizio turno, con i pazienti anestetizzati in sala operatoria o in fila per il consulto. Molto squallido anche per i testimoni che non denunciano per non subire ricatti dal personale.
    Le zocc*le in odor di carriera sono sempre esistite insieme ai loro papponi non solo al Ruggi e alla Regione.

  4. MA MI SPIEGATE COSA MAI HANNO FATTO DI MALE STI DUE? DA CONTESTARE E’ SOLO CHE STAVANO SCOMODI P
    ERCHE’ NON HANNO LA POSSIBILITA’ COME TANTI POLITICI E DIRIGENTI DI FARLO DIRETTAMENTE NELLE QUATTRO MURA DEGLI UFFICI? MA FINIAMOLA DI PRENDERCELA CON IL POPOLINO… IL MALE QUELLO VERO E’ BEN ALTRO.

  5. Ma quanto casino per una scappatella in auto (seppure blù).
    L’importante è verificare che non erano in servizio o truffatori (non furbetti) del cartellino!
    In caso contrario il 40% del personale di Enti pubblici e privati andrebbe licenziato (fonte Istat sui rapporti sui luoghi di lavoro).

  6. X …E perché nel Ruggi..

    Se hai prove vai alla procura… altrimenti è calunnia, che è un reato!!!

  7. … se ti senti calunniato vai tu in procura e denuncia la calunnia, la procura indagherà il calunniatore disponendo indagini per accertare la veridicità dei fatti che presumo non gradita a diversi panzoni scarsamente illuminati del noto nosocomio cittadino.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.