Nocera: faceva pascolare gregge in zona protetta, denunciato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nell’ambito delle attività di controllo del territorio disposte dal Questore di Salerno al fine di contrastare e prevenire l’illegalità diffusa e lo sversamento abusivo di rifiuti, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore il 10 agosto ha proceduto al controllo di una cava dismessa denominata “Cava S.Marina”  a Nocera Inferiore via Fiano, zona sottoposta a vincolo idrogeologico per la presenza della sorgente “S.Marina” dove erano state segnalate attività sospette riconducibili a sversamenti di natura imprecisata oltre alla presenza di animali da pascolo in particolare ovini e caprini in un’area dove vige il divieto assoluto di pascolo.

All’interno dell’area demaniale gli Agenti hanno riscontrato la presenza di un gregge composto da circa 230 animali in prevalenza ovini che pascolavano liberamente e, inoltre, hanno rilevato la presenza di manufatti in cemento ove erano stati ricavati nr. 6 -7 grandi box per il ricovero degli animali, mangiatoie ed abbeveratoi alimentati da una condotta d’acqua.

All’esterno della Cava è stata trovata una piccola discarica abusiva di rifiuti di varia natura, riconducibili a scarti di attività artigianali (pneumatici, vernici, scarti di officine meccaniche e carrozzerie). Successive verifiche hanno permesso di accertare che l’attività di allevamento ovini era già sottoposta a sequestro e ad amministrazione e custodia giudiziaria in virtù di un provvedimento del Tribunale del Riesame di Salerno Sez. Misure di Prevenzione.

Il proprietario degli animali, un pluripregiudicato originario di Sarno, è stato deferito in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria per il reato di invasione di terreno di proprietà demaniale. In merito alla presenza di rifiuti nella zona sono in corso accertamenti al fine di identificare gli autori degli sversamenti ed stata interessata L’ARPAC e la Regione Campania per gli interventi di competenza a tutela della falda acquifera sottostante la cava.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.