Terremoti: Geologi su sequenza sismica in atto in Molise

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

La sequenza sismica in atto in queste ore in Molise, che fortunatamente al momento non ha prodotto danni rilevanti, porta di nuovo alla ribalta dell’opinione pubblica la dinamicità del territorio nazionale che rende il nostro paese altamente sismico sulla maggior parte del suo territorio. Anche in questo caso, come già per la sequenza sismica dell’Appennino Centrale, l’area colpita non dispone di una cartografia geologica di base moderna e aggiornata allo stato delle attuali e moderne conoscenze scientifiche.

Nel momento in cui il Governo sta per varare la nuova legge di bilancio del 2019 e, a seguito dei drammatici eventi di Genova, sta per intraprendere un grande progetto di monitoraggio delle infrastrutture del nostro territorio, la Società Geologica Italiana ricorda l’assoluta necessità di completare la cartografia geologica di base (Progetto CARG), opera prioritaria e di fondamentale importanza per la conoscenza dell’assetto strutturale del territorio nazionale e del suo sottosuolo.

Il progetto CARG, iniziato nel 1987, è una delle grandi incompiute del nostro Paese, con solo il 40% del territorio nazionale censito e non più rifinanziato dall’inizio del nuovo millennio.

La cartografia geologica nazionale è uno strumento fondamentale per la valutazione della pericolosità geologica e la messa in sicurezza del territorio nazionale e del suo patrimonio edilizio e viario. Per il nostro paese il completamento del CARG è irrinunciabile per dotare il geologo e gli altri tecnici che si occupano della pianificazione del territorio di uno strumento moderno e aggiornato.

La Società Geologica Italiana chiede con forza che i finanziamenti per la conclusione del CARG siano previsti già nella prossima legge di bilancio, che si preveda il suo finanziamento fino alla conclusione dell’opera e che sia rilanciata la figura professionale del geologo, spesso dimenticata nella progettazione delle opere, e consultato solo a tragedia avvenuta.

Questo Paese ha necessità di leggere il passato, come fanno i geologi, per interpretare il presente e soprattutto definire i possibili sviluppi futuri.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.