Quanta qualità per la Salernitana, a Colantuono il compito più arduo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Colantuono ha tra le mani una buona squadra. Le sensazioni sono positive ed il test di ieri con il Monopoli, squadra tosta e ben organizzata, ha messo in evidenza le qualità di un gruppo molto ben assortito. Gruppo che deve trovare in pochi giorni una sua identità perché i pezzi da 90 sono arrivati da pochissimo. Gruppo che deve diventare squadra. Micai, Perticone, Migliorini, Gigliotti, Palumbo, Mazzarani, Castiglia, Di Gennaro, Djuric, Jallow, Vuletich i due Anderson.

Insomma è una Salernitana decisamente più forte rispetto alle prime tre costruite da Lotito e Mezzaroma in B. Una squadra che ha qualità, sostanza e centimetri. Una squadra che potrà dire la sua nel torno di B ormai alle porte. Una squadra che dovrà coagularsi attorno a Di Gennaro che già ieri, con appena pochissimi tocchi, ha infiammato la torcida granata. Erano anni che non si vedeva un regista in mezzo al campo giocare con la testa alta, andarsi a prendere il pallone ed impostare la manovra.

Per anni, per tanti anni abbiamo assistito ai lanci lunghi dalle retrovie alla viva il parroco. Oggi la Salernitana ha un regista, oggi la squadra granata ha una testa attorno a cui costruire tutto il resto. Abbiamo notato ieri grandi motivazioni in tutti i calciatori che si sono alternati nei 90 minuti contro il Monopoli. Al di là dei curriculum è forse questa la migliore base di partenza, la migliore presentazione di questo gruppo di calciatori all’alba del campionato.

I 3110 spettatori che hanno salutato la squadra ieri all’Arechi hanno sottolineato con gli applausi il gradimento per questo gruppo di calciatori che dovrà lottare per alzare l’asticella, frase usata speso per evitare di pronunciare le parole play off o Serie A. Tra i più applauditi, ieri, Stefano Colantuono. All’allenatore di Anzio il compiuto più delicato e difficile: saper scegliere, ogni settimana, sempre i migliori. Individuare i più motivati.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Quest’anno la Serie B è più tosta perciò, almeno sulla carta, hanno dovuto fare una formazione un pò più competitiva

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.