Movida scomparsa a Salerno, Assessore Loffredo: «Dipende dall’offerta»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
In merito alla movida “scomparsa” a Salerno l’assessore comunale Dario Loffredo spiega a Le Cronache il suo punto di vista: : «La movida è cambiata, si è trasformata. Ho letto di qualche sedicente politico, nei giorni scorsi, parlare di movida morta.

Probabilmente, non ha idea che la movida è cambiata – ha sottolineato Loffredo – prima del ’94 la movida era a Cava de’ Tirreni, l’Agro nocerino sarnese. Dopo il ’94, liberalizzazione delle licenze e Salerno è diventata il fulcro della movida.

Loffredo parla del problema dei parcheggi e dell’arrivo a breve di numerosi posti auto che favoriranno il by night e le attività commerciali al centro della city.

Poi Loffredo aggiunge:  «Movida viva si ha quando c’è vivacità, come nel caso dell’Easy Reader chiuso e aperto dopo 15 giorni», ha poi aggiunto Loffredo, citando nuovi esercizi commerciali in piazza della Concordia.

«È evidente che la situazione parcheggi ha portato ad un rallentamento della movida – ha poi detto Loffredo – ma se ci sono attività che aprono e lavorano bene, aprendo anche più di un locale come alcuni operatori che lavorano nel Cilento ed hanno aperto un locale in via Roma ed uno lo apriranno a breve di fronte al Comune con 100 posti a sedere, significa che la città ha un appeal ma dipende dall’offerta perché non si può improvvisare la movida».

Per Loffredo dunque è necessario che il Comune faccia la sua parte e ha annunciato che nel prossimo consiglio comunale sarà approvata la delibera che permette di aprire nuovi attività di food non solo con le colonne fumarie ma con altri strumenti di tiraggio come i carboni attivi, carboni liquidi per l’abbattimento che permette dunque la tutela della salute dei cittadini.

Fonte Le Cronache

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. finalmente una osservazione giusta di un assessore della repubblica di salerno, cari commercianti abbassate i prezzi e vedrete come aumenteranno i clienti, prezzi da cannes e montecarlo in una città normale del sud italia, scendete dal piedistallo….

  2. Io mi auguro di vivere la mia salerno al meglio mi auguro di vederla più pulita un litorale dove potermi farmi il bagno….insomma contribuiamo tutti a rendere salerno una piccola rimini

  3. Ancora con i locali food?! La movida è un’altra cosa non di certo l’easy riders…cancellate le ordinanze contro la musica nei locali!!!

  4. Parcheggi, settorializzazione dei locali (non è necessario il bordello della musica sparata a palla: Cava pullula di baretti omogenei in quanto ad architettura, non costruiti a cazzo, ciascuno con i colore o lo stile che gli aggrada, ma tutti diversi ma omologati secondo vincoli estetici intelligenti, e sono sempre pieni di gente, di figa, di movimento, senza per questo aver avuto bisogno di ricorrere a fare la discoteca.
    L’offerta della movida… sì, poi si deve vedere cosa intendono, ma prima servono le cose concrete.
    In primis le strutture: da anni tra trovare un parcheggio in centro a Sa e vincere un premio della lotteria Italia, è più facile vincere la lotteria Italia. Perché mai noi giovani dovremmo venire in centro a Sa? Per far contenti chi? Chi a noi non c pens proprio?
    Per piacere.

  5. Salerno è una città in ginocchio, commercialmente socialmente ecc, e senza via d’uscita amministrata da persone incapaci

  6. ue bombolone ma schitat ra stu suonn
    Cava Nocera ci hanno surclassati perche si sono innovate i Salernitani vivono ormai per le licine cinesi fra poco iniziera la campagna pubblicitaria co in montaggio ed il Iannicelli che passerà dalle 120.000 mila persone al giorno a 200.000

  7. Scusate ma la parola crisi ve la siete dimenticata? Vi siete mai doandati una serata by night quanto viene a costare tra tutti gli annessi e connessi e questi ragazzi e non se non lavorano come possono divertirsi

  8. Occorre rinnovarsi e cambiare l’offerta, perchè la gente si stufa presto. Ricordate la zona orientale? Quando sorse la movida in via roma, chiusero e o entrarono in crisi quasi tutti i locali della zona orientale, ora invece vi è una rinascita della zona orientale con nuove aperture. La gente si sposta e vuole vedere qualcosa di nuovo. E’ la movida in via roma che s’è ammosciata è perchè l’offerta è sempre la stessa, i prezzi in taluni casi non sono competitivi e i locali non si rinnovano e nè offrono ciascheduno qualcosa di diverso. Inoltre la veduta è desolante 300 metri di plasticoni di dehors che impediscono di vedere gli stessi locali. La gente si chiede dove andiamo stasera? Risposta: e nooo daiii, sempre allo stesso posto… Ma rammentate quando sorse l’isola pedonale del corso Vittorio emanuele, il lungomare che era strapieno e non c’era un posto a sedere con tanti tavolini nella corsia centrale? Ora l’offerta s’è ampliata in altre zone della città e quando aprirà il crescent e i locali del sottopiazza l’offerta e la movida si sposterà o si diluirà ancora di più.

  9. A Salerno nessuno sa fare commercio, vai in un bar o qualsiasi altro locale non ti accoglie nessuno, nessuno ti sorride sembra che servendoti ti facciano un favore.
    A questo aggiungi una città a dir poco sporca, puzzolente, criminale ed il quadro è fatto, città destinata a morire visto che da fuori non verrà ad investire più nessuno.
    L’esempio che fa l’assessore è irrilevante visto che gli imprenditori citati sono soci cdi Guido Guariglia il top delle p.r. in città.

  10. e’ cambiata dal 94 la movida….eh….come a te assessore delle arance…..licenziato da salerno sistemi x assenteismo….assunto da salerno energia….consigliere comunale e poi assessore…..x te so cambiate tante cose…il commercio affonda e non penso tu possa avere le competenze……chiacchiere senza distintivo…….

  11. L incapacità regna sovrana. Dopo aver fatto diventare salerno tra le maggiori città notturne quelle stesse persone si sono rese conto dei, fisiologici, conseguenti problemi (caos, droga, sporcizia, rumori, traffico ecc) che non andavano giù . Allora si è pensato di speculare su altro (.il crescent) x accontantetare, ai danni dei giovani e dei commercianti, poche persone elette e qualche politico e costruttore di turno. …quale crisi quale prezzi alti quale innovazione??? Convenienza economica dei più…ovviamente c è anche la mancanza di innovazione che piace tanto agli imprenditori salernitani…e poi i fitti esagerati causati dalla bolla immobiliare E, per finire, le tante gabelle comunali

  12. Hahaha grande il commento su Iannicelli che ora comincerà a distribuire numeri senza senso su luci di artista.
    La vera movida e’ a Napoli e Cava. C’e Tanta di quella figa che a Salerno si sognano

  13. fatevi dire che attività commerciali hanno intenzione di mettere nei locali sotto il crescent?
    Mancano a Salerno locali grandi con musica, non fate la str…. di mettere boutique….. ristoranti…. pizzerie, c’è ne sono 10.000.
    bastano altri 3/4 locali come l’Embarcadero e poi con i parcheggi che si aprono, l’offerta è completa.
    Resta il fatto che nonostante l’incapacità amministrativa( dovevano tenere solo la città pulita, cambiare 2 luci aggiustare qualche panchina e rattoppare i buchi con criterio), a Salerno il flusso turistico( non la movida del sabato sera) è cresciuto( giro di giorno e di sera, e piena di francesi, tedeschi, americani, russi), cose che a Cava e Nocera non potrà mai accadere, perché Salerno peggio di cosi è difficile ridurla.

  14. Quanto costa una serata in un bar di pessima qualità o in un ristorante o pizzeria, sempre di pessima qualità?

  15. Non sono un esperto del settore ma se non vi fate una mossa ad aprire quel parcheggio sotto il Crescent, non se ne viene fuori.

  16. A cava mi hanno scippata e a napoli rapinata.
    Ma quale movida? C’è solo criminalitá

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.