Estate dal clima instabile: Confesercenti chiede stato di calamità settore turistico

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Quella che sta volgendo al termine è stata certamente una estate turistica caratterizzata dalle condizioni meteo avverse. Migliaia le disdette last minute che hanno comportato disagi e mancati introiti per le aziende turistiche regionali che vivono anche del cosiddetto turismo di prossimità e comunque legato alle gite fuori porta ed ai week-end della bassa e della media stagione turistica.

Non si registrava da anni un Agosto con pioggia e temporali compreso il ferragosto, ogni 48 ore. Per le migliaia di imprese del turismo e del commercio che indubbiamente vivono meglio, molto meglio, economicamente se legate a condizioni meteo-marine ottimali, questa situazione che perdura costantemente dal mese di Giugno ha rappresentato un vero e proprio flagello. Proprio per questo, spiegano i vertici regionali della Confesercenti rappresentati dal Presidente Regionale Vincenzo Schiavo ed il Vice Presidente Regionale Raffaele Esposito, non abbiamo esitato un istante nel formulare una richiesta di stato di crisi al Presidente Della Giunta regionale On. De Luca per venire incontro a quelle che sono le lamentele e le preoccupazioni di tanti imprenditori e relative famiglie che questa estate hanno faticato, e continuano a farlo confidando in una discreta coda d’estate, per far quadrare i propri conti.

Confidiamo, continuano i vertici Regionali, in una pronta ed adeguata risposta delle istituzioni ed in un’ampia condivisione del provvedimento, mai come in questo momento il settore turistico, quello balneare e quello del commercio hanno bisogno di una grande iniezione di fiducia e vicinanza a tutti i livelli. Siamo vicini, concludono i vertici di Confesercenti, ai tanti imprenditori che ci hanno chiesto tutela e sostegno e faremo tutti gli sforzi necessari per venire incontro alle loro difficoltà. Siamo da sempre propositivi e collaborativi con le istituzioni e ribadiamo fin da ora la nostra totale volontà e disponibilità, su base regionale e provinciale, al dialogo ed alla concertazione con l’Ente Regione Campania per favorire le migliori condizioni di crescita e sviluppo alle imprese turistiche della nostra stupenda Regione Campania.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Non bastano tutti i soldi che chiedono per un ombrellone e due sedie, per non parlare della ristorazione a mare!
    Lo stato di calamità lo chiedano per il loro cervello!
    Ma una volta tutto il litorale non volevano prenderlo grandi multinazionali, magari!
    Bene così!

  2. Ma andate a lavorare chiedono pura la calamità quando in uno stabilimento del salernitano per un cornetto e un caffe hanno chiesto 4.50 manco a rimini si paga tanto e vonn pur a calamità

  3. E io che credevo fosse uno scherzo!!Lo Stato, con i soldi nostri, deve aiutarli perché non fanno affari. Quindi vado a mare e pago 30/40 euro in 2,non vado perché non vado e perdono soldi!!! Bah

  4. Rientra anche chi e andato in vacanza, dando regolarmente i soldi agli albergatori ristoratori e stabilimenti, e se ne sono dovuti stare sotto una tettoia xké pioveva?
    Parcheggio ombrellone caffè pranzo cena è cazzate varie a prezzi da truffa e senza mai una caso di ricevuta. Cambiate mentalità e modo di fare attrarre gli stranieri e vedete che pure se piove farete i soldi!!!

  5. Poiché lo stato italiano è in stato di calamità economica i gestori dei lidi dovranno adeguare le concessioni irrisorie pagate fino a pochi anni fa. Andare in un cesso di spiaggia e di mare in uno dei tanti lidi fatiscenti di Salerno (baracche) pagando fior di quattrini dovrebbe farvi comprendere il buon senso di stare zitti! VERGOGNATEVI!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.