Riorganizzazione attività chirurgia “Ruggi” Salerno, ok proposte sindacati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Riorganizzazione delle attività chirurgiche all’azienda “Ruggi d’Aragona” di Salerno, la direzione generale ascolta le proposte dei sindacati dopo la denuncia della Fials Salerno e avvia un dialogo con le parti sociali. E’ quanto emerso ieri nell’incontro tra il manager Giuseppe Longo e le sigle di categoria, a cui ha preso parte anche Mario Polichetti della Fials provinciale. Proprio sul punto sollevato da quest’ultimo, infatti, Longo ha deciso di riaggiornare le parti al prossimo 27 settembre per sottoporre ai sindacati una nuova rimodulazione sull’integrazione tra parte sanitaria e mondo universitario. “A nome della Fials, che rappresento a livello provinciale, non posso che essere soddisfatto dell’apertura del manager Longo. Da lui abbiamo ricevuto un segnale di grande maturità e professionalità, che conferma la linea che in questi anni ha portato avanti. Come lui, anche noi abbiamo a cuore la salute dei pazienti e la salvaguardia dei livelli occupazionali che si lega agli standard essenziali di assistenza. Ben vengano gli incontri programmati dal direttore generale. Noi faremo la nostra parte”.

Nell’incontro di mercoledì si è parlato anche di sicurezza, tema affrontato dopo le ultime tragiche vicende che hanno interessato il plesso di Salerno. “Abbiamo ribadito la richiesta di un intervento volto a migliorare la struttura sul piano della sicurezza sia per i pazienti che per le maestranze”, ha continuato Polichetti. “Dispiace ricevere i soliti attacchi della Cgil. Personalmente voglio dare un segnale chiaro: quel modo di fare sindacato, quello dei Caf e degli interessi di pochi, è finito. Il sindacato, quello che ha bisogno di rinnovamento, si interessa di tutto: dai lavoratori alla vivibilità di una struttura complessa come quella del “Ruggi”. La speculazione sui morti non l’abbiamo mai fatta e nemmeno quella sulle deleghe sindacali. Noi non siamo contro nessuno a priori, ma non restiamo in silenzio se dobbiamo agevolare l’amico di turno. Qui non ci sono amici: ci sono lavoratori che vanno difesi e pazienti che devono essere tutelati. Le polemiche sterili e le offese gratuite le rispediamo al mittente”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.