San Matteo al Comune? L’accordo era solo per il 18 settembre

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Il programma della processione di San Matteo non cambia dopo la richiesta del sindaco Napoli al Vescovo Moretti di ripristinare l’ingresso della statua a Palazzo di Città durante la processione del 21 settembre.

Sulla questione sollevata dal sindaco il parroco del Duomo, Don Michele Pecoraro dice:  «Qualche settimana fa sono stato al Comune per chiedere all’amministrazione di ripetere quel bell’evento dello scorso anno quando il simulacro di San Matteo è entrato in municipio e vi è rimasto per l’intera giornata, venerato da centinaia di salernitani.

E per la verità ho riscontrato grande disponibilità, mi è stato detto subito di sì, direi con entusiasmo.  Martedì 18, San Matteo sarà al Comune per ricevere l’abbraccio dei salernitani».

«Nel 2014 – dice ancora il sacerdote a Il Mattino oggi in edicola – è stata presa una decisione. Che senso ha pensare sempre a quest’aspetto quando, invece, stiamo tenendo una serie di eventi di grande valore umano e spirituale? Stamattina (ieri per chi legge, ndr) il braccio di San Matteo ha visitato la casa di riposto ‘Immacolata Concezione.  Sarebbe bello che si parlasse di questo e non di due o tre metri in più da percorrere durante la processione. Molti di questi eventi, tra l’altro, li abbiamo organizzati anche grazie alla disponibilità del Comune»

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. ogni anno a stessa storia nonostante tutti i problemi mamma e che paese che siamo diventati
    speriamo che tutt st peasanett vanno via una volta per sempre dalla nostra città

  2. Salerno ed i Salernitani sono FIERI del loro Santo Patrono.
    Questa amministrazione comunale, invece, ne diventi FINALMENTE fiera occupandosi prima nel riorganizzare in maniera fattiva e funzionale la pulizia delle strade e marciapiedi, raccolta differenziata, servizi sensati della Polizia Municipale e manutenzioni ordinarie (verde pubblico, caditoie ed asfaltature strade).
    Si scrivessero le letterine puerili, polemiche e rivendicative tra lo stesso Sindaco e gli Assessori ricordandosi a vicenda per quale motivo sono stati eletti.
    Facessero le persone SERIE occupandosi di cose SERIE

  3. possibile che ogni volta che si discute di un problema,di un evento o qualcosa di altro si chiede ,la pulizia delle strade a raccolta differenziata,l’asfaltoma nessuno ha il coraggio di dir a NOI cittadini di fare le persone civili e SERIE,quello che richiede il nostro amico è stato realizzato tante volte..e tante volte noi abbiamo violato la civiltà del saper vivere…SE PER FARE LE PERSONE SERIE SI INTENDE DI ESSERE SERVI DEGLI INCIVILI O FARE I BADANTI, POTREMO ESSERE SICURI CHE LE COSE NON DIVENTERANNO MAI SERIE…ED E’ QUESTA LA MIA PREOCCUPAZIONE….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.