Salerno, che San Matteo sarà? Si rivive l’incubo del 2014

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Che San Matteo sarà quello del 2018?. Le polemiche a distanza delle ultime ore tra amministrazione comunale di Salerno e la Curia stanno alimentando discussioni nei ritrovi storici della città e come spesso accade nei tempi attuali sui social. In queste ore la città sembra spaccata.

C’è chi appoggia le idee del Comune di Salerno che voleva il ritorno a Palazzo di Città la sera della processione del 21 settembre mentre c’è chi difende l’operato e la decisione della Chiesa di volere tre giorni prima la statua all’ingresso del Palazzo di Via Roma ma non durante la processione.

Il Comune dal canto suo accetta, ma con riserva.  E ora che succederà? In molti temono una processione molto tesa

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Che San Matteo fosse una fede imprescindibile e con le sue tradizioni non si discute, ma purtroppo quà ci si confonde con il sacro e il profano. La religione non può essere assolutamente confusa con il folklore, che è un’altra cosa, va detto che purtroppo sia la gente comune che la politica invade o meglio vuole prevalere sulla religione e la fede verso il nostro santo. Qui ci si confonde perchè la religione cristiana è ben altra cosa. Qui sembra che tutti vogliono discutere c’è tanto paganesimo in queste decisioni solo per apparire e far di questo un potere imprescindibile. A SAN MATTEO, interessano le nostre preghiere, le nostre azioni quotidiane verso le persone che soffrono e non se deve fare la giravolta oppure se entrare il giorno di San Matteo al comune oppure no, a me sembrano che queste cose sono solo sceneggiate per un potere occulto. Comunque W SALERNO W SAN MATTEO.

  2. ma basta, fate una processione e via così. Se il Santo non lo volete portare ma fatevi da parte. Avete rotto con questi protagonismi ma quando cresciamo di mentalità. La città è na monnezza, paghiamo la tassa più alta, abbiamo un caos traffico pauroso, nessun rispetto del codice della strada in certe zone, teniamo un aspiaggia che è ancora uno schifo senza parlare del mare e stamm a parlà ancora i San Matteo si adda tras o no? e gliamm bell ià, a fnimm cu sti tarantelle. E ribellateVi una volta per tutte al mandante morale……..W SALERNO E W SAN MATTEO LIBERO DA CONDIZIONAMENTI POLITICI

  3. Purtroppo l’amministrazione comunale, nella persona del mezzo sindaco, sobillato da chi ben conosciamo,e dei suoi accoliti, invece di interessarsi della città, delle sue condizioni di estremo degrado, della povertà dei cittadini che cresce giorno dopo giorno, giunto settembre pensa bene di farsi sentire a sproposito su una questione in cui non dovrebbe entrare assolutamente. Evidentemente è l’unico momento in cui gli amministratori, tutti atei (tali si definiscono, ma non sanno che significa la parola ateo!!!), trovano qualcosa da dire. Banda di ignoranti e capere!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.