Il lungomare di Salerno strada del Gusto Italiano con artigiani e produttori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Da venerdì 28 a domenica 30 settembre il Lungomare Trieste di Salerno (altezza Camera di Commercio) dalle ore 10 alle ore 24 rappresenterà un percorso di gusto dove sarà possibile trovare tantissimi prodotti tipici regionali italiani, proposti direttamente dai produttori, che allo stesso tempo spiegheranno i metodi di lavorazione e le materie prime utilizzate, oltre che a permettere ai visitatori di degustare le loro specialità.

GUSTO ITALIANO, un vero e proprio salotto del gusto, dedicato alla scoperta delle tipicità regionali e dei loro territori di provenienza, ideato dal presidente della CLAAI Gianfranco Ferrigno, organizzato con il patrocinio del Comune di Salerno e Camera di Commercio di Salerno, in collaborazione con Tanagro Legno Idea, in partnership con Arnev, Centrale del Latte di Salerno e Carpino, metterà in risalto le realtà e le tipicità locali, i prodotti enogastronomici regionali, le novità del settore food e beverage e sarà accompagnato da momenti informativi, di degustazione e show cooking.

Davvero tante le specialità proposte dagli artigiani agroalimentari coinvolti nell’iniziativa.

La Campania (con 23 aziende) si rappresenta con i principali prodotti tipici: dall’ olio extravergine d’oliva ai formaggi freschi, di capra e mirto, al caciocavallo, dal carciofo bianco alla nocciola, dal tartufo al miele, dai prodotti cilentani al pane, alla pasta, biscotti e taralli, dai pomodori del piennolo, alle confetture ed alle conserve, ai salumi, al vino, alle birre ed ai liquori.

Nell’ area della regione Calabria (rappresentata da 11 aziende) trovano posto i salumi tipici con la ‘nduja, il liquore alla liquirizia, le acciughe ed i formaggi calabresi, la cipolla rossa di Tropea, il tartufo di Pizzo Calabro, i peperoncini, le spezie e le confetture.

Si parte dal formaggio Pecorino Canestrato di Moliterno, invece con la regione Basilicata (rappresentata da 10 aziende) , dove spiccano il peperone crusco, la melanzana rossa di Rotonda, il caciocavallo ubriaco al vino primitivo, il pecorino caprino, pasta, olio, salumi,vini, amari e liquori. E per deliziare i palati dei piu’ golosi la regione Sicilia sarà rappresentata dai cannoli siciliani e dal cioccolato di Modica.

Per tre giorni dal mattino fino alla mezzanotte sul Lungomare Trieste di Salerno appassionati, operatori e golosi potranno lasciarsi affascinare dalle opportunità offerte dagli artigiani e produttori di qualità, da questa grande manifestazione di vendita e assaggio del prodotto tipico, portando a casa sapori e profumi, ma allo stesso tempo potranno, grazie alla sezione laboratori (con ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria), approfondire la conoscenza sui temi legati all’alimentazione e alle metodologie di lavorazione dei prodotti tipici regionali.

Gusto Italiano proporrà due laboratori, assieme ad esperti del settore, per approfondire, durante la tre giorni, tematiche care agli appassionati gourmet e a chi ama saperne di più sui prodotti che porta in tavola. Durante la tre giorni, infatti, ogni sera alle ore 18.30, a cura della Claai con il presidente del Consorzio Provinciale Olivicoltori di Salerno Carmine Pecoraro e la giornalista gastronomica Antonella Petitti si focalizzerà l’attenzione su “L’Olio Evo: il nostro ingrediente segreto”, con le esperienze dei produttori della provincia di Salerno.

Focus su tre prodotti di eccellenza, invece, alle ore 20.30, con il racconto di un prodotto identitario ed uno showcooking. Si parte venerdì 28 settembre con “Il peperoncino, il lato piccante della Calabria ed assieme allo chef dell’Accademia del Peperoncino Vincenzo Grisolia sarà anche possibile assistere alla preparazione della ricetta “Stroncatura mollicata e gratinata”.

Sabato 29 settembre “L’oro rosso della Lucania: il peperone crusco”, sarà lo chef Giovanni Tarsia a mostrare – durante lo show cooking – la preparazione delle sue “Linguine al crusco con bocconcini di baccalà”.

Domenica 30 settembre spazio ad un prodotto versatile e rinomato come la nocciola di Giffoni con “La Nocciola Italiana: panorami e sapori”, un momento di riflessione sull’importanza di scegliere nocciole italiane e di qualità, ma anche occasione per seguire la preparazione del piatto “Soffio del Mediterraneo” dello chef Nando Melileo.

Per la serata conclusiva dell’evento “Gusto Italiano” domenica 30 settembre, alle ore 20.30 anche la premiazione del contest “Io Mangio italiano” ideato per questa prima edizione per accendere i riflettori su alcuni dei prodotti pilastro della cucina italiana: la pasta, il pomodoro e l’olio evo. Partendo da questi elementi è stato richiesto a tutti i cucinieri e le cuciniere amatoriali di proporre una propria ricetta integrando i suddetti elementi con uno (o più) ingredienti. Un piatto che rappresenti l’italianità, che sia creativo e che possa essere facilmente replicabile. Le ricette giunte via e-mail all’indirizzo claaisalerno@yahoo.it entro e non oltre il 27 settembre saranno selezionate da una giuria tecnica.

Assieme allo chef Nando Melileo sotto gli occhi del pubblico di Gusto Italiano sarà preparato il piatto della ricetta selezionata da una rosa di quattro finalisti.
A chiudere la kermesse la premiazione del Contest “Io mangio italiano”, con le giornaliste Barbara Albero ed Antonella Petitti.

Al vincitore il Premio Assoluto da parte della CLAAI, un Premio Speciale sarà assegnato dalla sommelier Fosca Tortorelli e gli altri due riceveranno un riconoscimento ufficiale per il risultato raggiunto. La ricetta che si aggiudicherà il contest “Io Mangio Italiano” sarà realizzata live nell’occasione dall’autore affiancato dallo chef Nando Melileo.

L’ingresso alla manifestazione e` gratuito.

Aziende partecipanti:

Sicilia 

SAPORI DI PALERMO- PALERMO
SAPORI DEGLI IBLEI- MODICA (RG)

Basilicata 

LUCUS SAPERI E SAPORI- MOLITERNO (PZ)
SEMPRE FREDDO- AVIGLIANO (PZ)
MARNI SALUMI- AVIGLIANO (PZ)
AMARO GIRASOLE- ALBANO DI LUCANIA (PZ)
LA GINESTRA SRL -VIGGIANELLO (PZ)
AZIENDA AGRICOLA DI LUCANIA- POLICORO (MT)
APICOLTURA RONDINELLA- RIPACANDIDA (PZ)
AGRITURISMO CALIVINO- ROTONDA (PZ)
AZIENDA AGRICOLA ASSELTA EGIDIO – BERNALDA (MT)
RETE D’IMPRESE RURALITA’ & GUSTO- RETE D’IMPRESE PARCO DEI SAPORI- AVIGLIANO (PZ)

Calabria 

NERO DI CALABRIA- PATERNO CALABRO(CS)
CRISTAUDO LUIGI SRL- AMANTEA (CS)
LA ROCCA DEGLI DEI- ACQUAPPESA(CS)
CASEIFICIO OLIVERIO- CASTELSILANO (KR)
VALLE DEL CRATI- BISIGNANO (CS)
LUMAKRO’- CROTONE
LA ‘NDUJA DI SPILINGA- SPILINGA(VV)
ORTOFRUTTICOLA IL MESSICANO- DIAMANTE(CS)
SURIANOLII & C. SNC – AMANTEA(CS)
CHE SUD- S.MARIA DE CEDRO(CS)
GELATERIA ARTIGIANALE TIZIANA- PIZZO(VV)

Campania

LIQUORIFICIO FATTORIE CILENTANE- AGROPOLI (SA)
LA BISCOTTERIA CIOTTARIELLO – VALVA (SA)
GIOVANNIELLO SRL- STURNO (AV)
CONSORZIO PROVINCIALE E OLIVICOLTORI- SALERNO
ARTE TERRA AGROFFICINA DELLA NOCCIOLA- FISCIANO (SA)
AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA ABBAMONTE- CAGGIANO (SA)
UNPLI -STAND ISTITUZIONALE- MINORI (SA)
AZIENDA AGRICOLA CARBONE COSIMO- MONTECORVINO PUGLIANO (SA)
SOC. AGR. LA FATTORIA DI S. ANTONIO SRL- CAGGIANO (SA)
BISCOTTIFICIO DE PASCALE – ROCCAPIEMONTE(SA)
AZIENDA AGRICOLA GIULIANI- ROCCADASPIDE (SA)
LA BISCOTTERIA DI ANNA- BASELICE-BN
ELISAN PASTIFICIO – PAGANI (SA)
LE DELIZIE DELL’ACQUAVONA – PRIGNANO CILENTO (SA)
TENUTE DEL FASANELLA SRL- SANT’ANGELO A FASANELLA ( SA)
LE NUOVE CHICCHE – SALERNO
SAPORI VESUVIANI- PORTICI (NA)
MANIFATTURA AGRICOLA STAGIONI PICENTINE- MONTECORVINO ROVELLA (SA)
AZIENDA AGRICOLA LA TORRETTA DI CIFRODELLI GIOVANNI- CASTELNUOVO DI CONZA (SA)
FATTORIA DEL CERTOSINO DI FINELLI CINZIA- PADULA(SA)
VECCHIONE FOOD SRLS- SARNO (SA)
BIRRIFICIO LIEVITO E NUVOLE – AVELLA(AV)
ASSOCIAZIONE RETE PRODUTTORI CARCIOFO BIANCO DEL TANAGRO- AULETTA (SA)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. X Alessandro Gambardella
    Mi sa tanto che speravi in un manto di fresca erba che avresti potuto bruciare.

    Capra

  2. Ma avranno chiesto il permesso ai padroni del lungomare, cioè i nostri amici Marucchin?

  3. i marocchini si trovano vicino la piazza della concordia all’inizio del lungomare per questo hanno messo l’evento molto più avanti. ma io mi chiedo tra tanti centri commerciali che non servono a nulla (sono sempre gli stesi negozi di pezze9 fare “un’area fiera” dislocata un pò fuori città con ampio parcheggio e perchè no un piccolo contributi di ingresso € 5 euro che da diritto all’0ingreso ed al “cosumo di un prodotto” a scelta no?!? invece di affolalre il lungomare, mettere il cibo a contatto con i fumi delle auto e congestionare la città

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.