Prof pendolare anticipa la partenza per aiutare bimbo autistico, multato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Riceviamo la lettera di un insegnante di sostegno pendolare che racconta come un gesto di altruismo si scontra con la burocrazia eccessiva di chi è chiamato a far rispettare le regole imposte da altri. Ecco la lettera – sfogo
“Sono un prof di sostegno. Tutti i giorni faccio Salerno Roma E Roma Salerno. 600 km al giorno.  Un collega mi ha chiesto di anticiparmi per aiutare un mio alunno autistico in un compito in classe.
Spendo mensilmente 424 euro al mese di abbonamento Eurostar Frecciarossa.
Ho preso il treno delle 6:12 invece che quello delle 6:36.
Non ho potuto cambiare la prenotazione perché il treno era esaurito.
Mi sono fatto il viaggio in piedi nel bar del treno.
Un bravissimo controllore mi ha fatto dieci euro di multa perché avevo la prenotazione per il treno che partiva venti minuti dopo.  Io già combatto con sveglie di notte, treni, acqua e vento per arrivare alla stazione e adesso devo combattere anche con i controlli pur di arrivare venti minuti prima per aiutare un ragazzino speciale in difficoltà.
Boh
Non so cosa dire”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Tanto di cappello a questo prof. di sostegno, che ci mette prima l umano e poi l impegno. Al controllore evidentemente giovane e fiero di portare una bella multa, gli fa onore il posto alle Ferrovie, di certo non sa come si campa. Arriveranno scrupoli di coscienza e anche il controllore potrà dire: un giorno feci una cosa ingrata e adesso ho il cavallo di ritorno”. Non fate agli altri ciò che non volete essere fatti a voi. All’ insegnante auguro tanta fortuna, quella tasca adesso vuota per una multa pagata sarà ricompensata dal buon Dio che gli sarà al suo fianco. A tutti,prendete esempio di questo bravo insegnante che fa i km (430 al giorno e nn sono pochi).

  2. A confronto di quanto paga mensilmente nn la vedo esagerata come multa . Purtroppo se vogliono credere a tutto ciò che dice chi sta in difetto , nn incasserebbero un €

  3. Caro prof paga con piacere anche questi 10 euro manda la stessa lettera alla società (direttamente all amministratore delegato) ti risponderanno che il controllore avrà fatto il suo lavoro. Vista la tua dignità nel pagare dovrai chiedere loro di donare altrettanto ad un associazione in aiuto dei ragazzi autistici.
    Avrai a prescindere tutti gli encomi e la riconoscenza del popolo del web.

  4. Comprendo la frustrazione della persona che ha scritto la lettera, ma le regole ci sono e vanno rispettate.
    Pur comprendendo il suo fine nobile, in quanto insegnante (motivo per il quale si ipotizza una cultura ed un capacità di comprensione più ampia) dovrebbe ben comprendere che chiunque potrebbe utilizzare la motivazione più “meritevole” al solo fine di ottenere un vantaggio economico.
    Purtroppo, come sempre, le regole sono necessarie (ed è necessario che vengano applicate con una certa rigidità), perché in passato è venuto meno il buon senso e la correttezza.

  5. La cosa k fa più rabbia è che i venditori di calzini viaggiano gratis.
    Signori e padroni degli euro star.
    Salgono e scendono come vogliono.
    Poi arriva la brava persona …

  6. Marco: qui si tratta di regole imposte delle FS che hanno modificato il trasporto pubblico (soprattutto quello locale) come se fosse il viaggio della vita, togliendo qualunque treno serale o notturno, e togliendo i biglietti senza data e senza prenotazione. Posso capire per le tratte lunghe, ma per quelle brevi regionali questo modo di gestire le ferrovie è ad esclusivo vantaggio del trasporto su gomma e privato.. con quello che ne deriva: vendita di carburante. In questo caso quale sarebbe il vantaggio economico del professore? nessuno, visto che ha un abbonamento e paga addirittura in anticipo! E non solo, ha usato un treno dello stesso tipo, non uno di categoria superiore. Il controllore avrà pure fatto il suo dovere, ma sono queste regole ad essere sbagliate. Senza contare che forse avrebbe potuto anche chiudere un occhio, come ho visto fare più volte quando ad essere non in regola erano “diversamente stanziali” o “diversamente italiani” o “diversamente colorati” o anche “puri italiani diversamente civili” (magari non controllando affatto i biglietti, avendo già visto che il mezzo era pieno di soggetti particolari). Ci passo abbastanza tempo sui mezzi pubblici, non condanno i controllori nei casi che ho elencato, visto che rischiano abbastanza.. ma proprio per questo potrebbero chiudere un occhio in casi come questo (ripeto, il prof aveva un biglietto pagato per lo stesso tipo di servizio).

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.