Porta Ovest: 21 indagati rinviati a giudizio, restano fermi i lavori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
21 dei 23 indagati nel processo su Porta Ovest sono stati rinviati a giudizio. Lo ha deciso il giudice per le udienze preliminari Vincenzo Pellegrino. La prima udienza è fissata a dicembre. Tra gli imputati c’è anche l’ex presidente dell’Autorità portuale di Salerno Andrea Annunziata. E poi direttore dei lavori, tecnici e responsabili del Comune di Salerno, della Tecnis e di altre società coinvolte nel cantiere.

reati contestati sono di vario tipo. Nel primo stralcio del primo lotto dei lavori le accuse sono di abuso d’ufficio, indebita percezione di erogazioni e mancata risoluzione del contratto con la Ritonnaro Costruzioni.

Nel secondo stralcio del primo lotto dei lavori l’attenzione è rivolta anche alle modalità di subappalto, alle procedure di assegnazione dei lavori e alle modalità di gestione dei materiali di scavo. Sull’approvazione del progetto esecutivo l’accusa parla di “macroscopica difformità rispetto al progetto definitivo”.

Per Giovanni Micillo, dirigente del Comune di Salerno, il gup ha deciso per il non luogo a procedere in quanto il ruolo di responsabile unico del procedimento è stato assunto successivamente al periodo dei reati contestati. Rito abbreviato, invece, per Francesco Maria Salvatore De Rosa, amministratore della società Ssi.

Intanto i lavori di Porta Ovest non sono ancora ripresi. L’ultimo intoppo pare sia rappresentato da un problema burocratico relativo ai lavori al costone roccioso.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Altre centinaia di milioni di euro buttati al vento! L’opera non servirà a niente e a nessuno! Il porto di Salerno, senza strada ferrata, sarà tagliato fuori dai traffici commerciali. Tutti i soldi spesi per la manutenzione dei moli (centinaia di milioni di euro), il prolungamento del Manfredi, la stazione marittima, le gallerie e tutte le opere connesse potevano essere impiegati per la delocalizzazione del porto, unica opera veramente seria sotto tutti i punti di vista, per salvare sia i posti di lavoro nel porto che la città di Salerno!

  2. Se per una, tutto sommato, semplice bretella stradale in parte in galleria non si riesce a venirne a capo, non oso immaginare cosa avverrebbe con un’opera ben più impegnativa quale la delocalizzazione del porto. E poi dove lo si manderebbe??

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.