Musica: da Fisciano ad un tour tutto italiano per i Yosh Whale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
A Fisciano nasce e si impone una giovane band musicale che, aggiudicandosi il premio Buscaglione di Torino, ora vola alto in un tour tutto italiano. Yosh Whale, questo il nome del gruppo della Valle dell’Irno, nato nel 2016 dalle menti di Vincenzo Liguori e Andrea Secondulfo, a cui si aggiungono dopo poco Ludovico Marino e Sam De Rosa.

Quattro giovanissimi ragazzi che da una grande passione musicale, mettono insieme grinta ed entusiasmo, sogno e determinazione facendo della musica uno strumento per andare lontano.

Una melodia, quella dei Yosh Whale, fatta di sonorità elettroniche, R’n’B e soul. A gennaio del 2017 viene pubblicato autoprodotto il primo EP “Yawn”, ad agosto dello stesso anno esordiscono al Disorder importante festival di musica indipendente campano.

Si arriva così al grande salto di popolarità: il Premio Buscaglione dell’edizione 2018, aggiudicandosi oltre al titolo di Next Big Thing, anche l’opportunità di un mini-tour in nove dei festival partner del Premio Buscaglione, dividendo il palco con artisti come i Ministri, Bud Spencer Blues Explosion, Sick Tamburo, Colapesce, Durdust e l’occasione  di entrare nella compilation dell’etichetta discografica “La Tempesta”.

La band canta unicamente la lingua italiana e nei pezzi si veste di stati d’animo e mentali, di vite di periferia che si esprimono in musica elettronica e testi lirici.  Yosh Whale è un progetto musicale che si esprime in maniera elettronica, prendendo ispirazione da sonorità soul e R&B.

Un gruppo di giovani talenti per i quali la dimensione live è fondamentale «Un momento molto particolare – affermano – in cui tutti e quattro diamo tutto di noi stessi senza filtri, dimostrando quello che siamo e agendo come un corpo unico.» Mossi dalla grinta e dalla passione fanno delle loro performance momenti in cui poter dare il meglio di sé.

«L’elemento che determina la riuscita di un concerto per noi è la soddisfazione personale rispetto all’esibizione, che ogni volta da linfa vitale per maggiore coesione umana e musicale tra noi nel gruppo e che garantisce anche maggiore sicurezza nel rapporto con il pubblico.»

Il mese di settembre per i Yosh Whale è risultato stellare con concerti che da Torino li hanno riportati nella loro Campania.

Il 14 settembre allo “Scampiamusicfest”, il 22 settembre all’“Hiroshima mon amour” di Torino, il 23 settembre a Fisciano, al Music Fest, il  29 settembre al Meeting degli Indipendenti 2018 di Faenza e da ultimo il 6 ottobre al “Balconica” di Futani. Un sempre più impegnativo e brillante cammino per quattro ragazzi che hanno fatto dei loro sogni una vera e propria realtà.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.