Cava de’ Tirreni: dal 20 al 28 ottobre ‘Dolce Cava’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Da sabato 20 a domenica 28 ottobre 2018, si terrà in città l’iniziativa “Dolce Cava”, tour del dolce cavese tradizionale con degustazione presso le pasticcerie aderenti. Esse delizieranno i convenuti con la produzione di un dolce tipico della tradizione nonché una selezione dei torroni ed altre delizie.

La manifestazione si concluderà con un convegno sull’Arte Bianca presso il Complesso Monumentale di San Giovanni, il 28 ottobre, alle ore 19.00, presenti il Sindaco, Dott. Vincenzo Servalli ed il Dott. Giuseppe Anastasio Delegato in Salerno della prestigiosa Accademia della Cucina Italiana, nonché l’ideatrice del progetto Dott.ssa Marianna Ventre, la quale ha anche redatto una rassegna sui pasticcieri cavesi.

Attualmente l’Accademia conta 220 Delegazioni in Italia ed all’estero 67 Delegazioni e 13 Legazioni. In Italia sono presenti in ogni provincia, e come veicolo di promozione culturale, le Delegazioni dell’Accademia partecipano alle più importanti manifestazioni gastronomiche ed indirizzano la propria attività sociale verso iniziative – convegni, pubblicazioni, ricerche storiche, istituzione di premi e borse di studio – volte alla divulgazione dei principi e dei valori fondamentali dell’Accademia stessa. I pasticcieri aderenti riceveranno un riconoscimento della Accademia. All’evento partecipano rappresentanti della antica pasticceria cavese. Prevista anche un’esposizione di porcellane.

“L’idea di un percorso culturale e di degustazione della pasticceria cavese, della tradizione – dichiara l’Assessore allo Sviluppo Economico Barbara Mauro – nasce dalla consapevolezza che “l’Arte bianca” nostrana, pur affondando le radici nella migliore tradizione napoletana, nel corso dei decenni si è evoluta con particolarissimo gusto e sapienza.

La tradizione napoletana della pasticceria è in molti casi legata alla vita monastica ed all’abitudine, nei secoli, delle suore di ricambiare le donazioni fatte dalle famiglie nobili napoletane con i dolci, le cui ricette erano loro geloso patrimonio, al pari delle ricette dei liquori e dei rosoli”.

La Biblioteca e l’Archivio storico presentano una rassegna di documenti sul tema, fra gli altri , “LA CAVA ovvero i miei ricordi dei napoletani ( memorie di un’anonima autrice inglese del XIX secolo)”, con uno spaccato anche della vita nei Monasteri; “ Cucina Teorico-pratica secondo le stagioni in dialetto napoletano” del Cav. Sig. D. Ippolito Cavalcanti ; “Maestro Martino , Coquo olim del Reverendissimo Monsignor Ludovico Scarampio – Commentario de’ la Santissima Trinità et Vescovo de’ la Città de’ la Cava” di Massimo Buchicchio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.