Polfer identifica 3mila persone in Campania: 2 arresti e 9 denunce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La settimana appena trascorsa è stata particolarmente impegnativa per  gli uomini del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania chiamati ad intervenire  su svariati fronti: nella lotta ai furti di rame,  nei giornalieri servizi di prevenzione,  nelle azioni di contrasto dei fenomeni di microcriminalità maggiormente diffusi in ambito ferroviario e, non ultimo, nel delicato contributo al mantenimento dell’ordine pubblico nella stazione di Napoli, fornito in occasione della  protesta inscenata, giovedì scorso, dai familiari dei tre napoletani spariti in Messico.

Nell’ambito dell’operazione “Oro Rosso”, disposta dal Servizio Centrale di Polizia Ferroviaria sul territorio nazionale e finalizzata a prevenire e contrastare i furti di rame, il personale campano ha ispezionato 28 depositi di materiale ferroso.

Si tratta di verifiche, anche documentali, che richiedono un elevato grado di specializzazione da parte degli agenti operanti in quanto i depositi devono essere gestiti da imprese provviste delle richieste autorizzazioni e nel rispetto dell’articolata normativa di settore.

Sono stati sottoposti a controllo diversi siti sensibili individuati dagli uomini della Ferroviaria lungo le strade ferrate campane maggiormente a rischio per questa tipologia di furti, che danneggiano le infrastrutture delle ferrovie e creano di conseguenza disservizi e ritardi nel trasporto ferroviario.

L’attività condotta ha portato al sequestro di 200 kg di rame, provento di  furto ed alla denuncia in stato di libertà di due napoletani residenti a Casalnuovo, resisi responsabile di un tentativo di furto di metallo nobile ai danni di RFI S.p.A., società del Gruppo Ferrovie dello Stato, responsabile della gestione della rete ferroviaria.

Nella settimana in corso sono stati inoltre attuati dispositivi di controllo mediante il restringimento degli accessi delle principali stazioni della Campania. Attraverso il posizionamento dei tendiflex gli ingressi in stazione avvengono in corrispondenza dei varchi presidiati da personale della Polizia Ferroviaria in uniforme, munito di metal detector e di palmare per i controlli nelle banche dati in uso alle forze dell’ordine.

In questo modo tutti coloro che entrano negli scali ferroviari sono controllati visivamente dai poliziotti che possono così individuare più facilmente i sospetti.

Nella stazione di Napoli Centrale questi servizi sono stati realizzati in sinergia con Unità cinofile della locale Questura e personale dell’Esercito Italiano, impegnato nell’Operazione Strade Sicure e con la collaborazione di Protezione Aziendale.

La presenza costante ed attenta degli uomini della Polizia Ferroviaria ha consentito anche una rilevante attività di polizia giudiziaria con 9 persone denunciate e due arrestate nella stazione di Napoli Centrale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.