Sigilli Bogart, Maffei su Fb: ”Grazie per solidarietà. Blitz per farmi male”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Tiene banco ancora in queste ore in città la vicenda legata al sequestro della nota discoteca Bogart di Salerno avvenuta nella serata di venerdi dopo un blitz dei Carabinieri del Nas, ispettorato del lavoro e vigili del fuoco. Alla discoteca gestita da uno dei re della movida salernitana Maurizio Maffei sono state contestate gli aspetti della sicurezza e dell’antincendio. Carenti secondo i controlli le uscite di sicurezza e le vie di esodo. Inoltre al momento del blitz nel locale pare ci fosse il doppio delle persone autorizzate dalla licenza. Ed essendo il Bogart uno dei locali storici della città frequentato da tanti professionisti e persone comuni non potevano mancare i tantissimi messaggi di solidarietà allo stesso Maurizio Maffei con la sua bacheca di facebook inondata dal sostegno dei tanti frequentatori dello stesso Disco Bar. E ovviamente non ha potuto non ringraziare i suoi affezionati clienti lo stesso Maffei dove in un post sulla sua pagina ribadisce la sua opinione su quanto accaduto venerdi sera non lesinando di sottolineare un clima persecutorio nei suoi confronti. Ecco il post

“Sono davvero commosso per gli oltre 500 messaggi ricevuti in privato per darmi fiducia e solidarietà. .
Ieri ero scioccato perché ho subito un attacco vile alla mia attività che confermo essere agibile nella sua interezza.
Leggo post pro e contro e questo fa parte della scelta di credere o non credere.
Ma non si deve sbagliare a dare notizie contorte per invidia disprezzo o accanimento!
Una cosa per me è fondamentale:
i processi si fanno in tribunale ed io in tribunale pretendo le mie ragioni.
Pretendo tutto cio’ non come una forzatura ma, come principio di legalità.
Non ho mai assistito ad un intervento così massiccio,così prevenuto e così godereccio da parte delle forze dell’ordine venute con una sola intenzione,e,spinti dall’alto o da mera mania di protagonismo per arrecare danni economici e di immagine alla mia società. ..
Con un tale accanimento e per distruggere una attività e 30 famiglie che lavorano per essa.
Un atteggiamento godereccio perché chi è venuto è venuto con atteggiamento persecutorio,è venuto preparato e organizzato a farmi del male.
Sono stato trattato come fossi stato il peggiore dei delinquenti.
Non lo accetto.Punto
Non va bene.Punto
Non è legale . Punto
Non è giustizia.Punto
Posso assicurarvi che al mio malessere con intervento del 118 non ho potuto avere nemmeno il sostegno di qualcuno vicino a me perché obbligato a presiedere al verbale senza alcun conforto .

Oggi sono stanco,molto stanco ma se di accanimento trattasi farò valere 36 anni di lavoro perché chiedo giustizia.”

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Smettila di fare storie e metti il locale a norma di legge. rispetta le norme antincendio ed il buon senso.

  2. Salerno non ha più una discoteca ! Vergogna…a pensare Living, Pepper Pot, Carillon,Panda,Rosso & Nero, Capannone,Vogue,…ed ora baraccopoli e lidi chiamate discoteche !

  3. Andrebbe perseguito solo per il fatto che sta infamando le forze dell ordine e chi fa rispettare le leggi…..parla di sostegno ma sostegno di chi?…..buoni a nulla sballati e personaggi dal denaro facile e non sudato…..pensa a stare in norma e a rispettare le leggi….

  4. Musica da far tremare i palazzi e mandrie di alcolizzati fino alle luci dell’alba in un rione popolare. Un locale senza requisiti di legge non dovrebbe stare lì. Punto.

  5. Giusto adeguarsi alle normative vigenti su sicurezza lavoro e antincendio ma dopo 30 e più di attività adesso tutti sti controlli.
    Mahhhh
    Qui gatta ci cova……

  6. ho appreso le notizie dai quotidiani e se è vero, come hanno riportato, che una porta è stata erroneamente scambiata per uscita di sicurezza ed ha di fatto provocato l’ordine di chiusura, quel vigile del fuoco dovrebbe tornare a scuola e pagare i danni perché non si può mettere in discussione l’operato di un intero corpo per la ignoranza di un singolo.
    Se poi quanto ho letto non è vero mi scuso per quanto ho esternato.

  7. Io penso come molti ,che quel locale (un sottogarage in sostanza) non è minimamente adatto sia per norma che per estetica a quello che fai o presumibilmente tenti di fare. Le discoteche con centinaia di persone non dovrebbe esistere incastrate in luoghi abitati (super abitati). In Europa e nelle migliori località del divertimento (guarda la Sardegna) le discoteche sono delocalizzate dai centri abitati, ben collegate ma ripeto delocalizzate. Poi secondo me non è che produci tutta quella economica…le vere famiglie con tanto di figlie fanno salti mortali per arrivare a fine mese e mentre di notte fpnda nel tuo locale fate baldoria, la gente operaia dorme perché la mattina si alza presto per fare un vero lavoro la maggior parte delle volte fatto di sacrifici. Ti consiglio di fare la vittima e di rispettare le leggi come fanno tutti gli imprenditori(se tale ti definisci).

  8. Molto semplice, ci sono delle regole che non vengono rispettate allora vuoi che si chiami bogart vuoi che stia aperto da 50 anni si chiude!! Punto e basta.
    Per troppo tempo sono stati abituati a vivere senza rispettare le regole, ora la “ricreazione” è finita.
    Il locale è inadeguato a ospitare una discoteca moderna, manca dei più elementari sistemi di sicurezza.
    La sicurezza è progresso e civiltà, è forse finito il tempo del Bogart, ce ne faremo una ragione.

  9. Caro maffei … ma se l’agibilità era per una capienza di 139 persone e c’erano 327 …di cosa parliamo…. e oltretutto lasci la porta aperta verso un condominio che potrebbe essere la via di fuga di qualsiasi malvivente venuto li per qualsiasi losco motivo essendoci tanti giovani. Non credi che in caso di fuggi fuggi generale per incendio, terremoto, rissa ecc qualcuno poteva farsi male?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.