Sparavano ai finestrini delle auto in sosta: tutti condannati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Ventotto anni e sei mesi di carcere, ovvero tre anni e due mesi a ciascuno dei nove ragazzi, tutti dell’Agro, accusati di essere gli autori dei raid alle auto in sosta a Salerno. Per loro è scattata anche l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di cinque anni. Lo ha deciso il gup Piero Indinnimeo ad un anno dalla bravata che portò al danneggiamento di numerose auto in sosta.

Nel corso della notte tra il 10 e l’11 ottobre 2017, i nove ragazzi, a bordo di due automobili, colpirono con le loro armi ad aria compressa almeno 60 vetture parcheggiate in strada, a Salerno, mandando in frantumi lunotti e finestrini. Gli atti vandalici vennero registrati dai sistemi di video sorveglianza. I nove entrarono  in azione nel centro di Salerno, nel tratto che va da via generale Clark a via Benedetto Croce.

Furono gli uomini della squadra mobile di Salerno ad identificare ed arrestare gli autori dei raid vandalici grazie anche ai nastri delle telecamere di videosorveglianza. I raid vandalici erano stati posti in atto anche a Cava de’ Tirreni.

Per quella bravata dai risvolti penali sono stati condannati il 29enne Ciro Torino , detto “l’aulivaro”, 29 anni, i gemelli ventenni Carlo e Gaetano Verde, Francesco Iaquinandi , 24 anni, Corrado Fiamma , 20 anni, Roberto Pagano ,21 anni, Antonio Marrazzo , 21 anni, Alfonso Ciancia , 19. Tutti di San Marzano sul Sarno. L’unico paganese è Antonio Iaccarino , 30 anni. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Guglielmo Scarlato , Resia La Mura e Anita Adella

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. E vi sembrano condanne giuste? Potevano creare danni anche a persone, purtroppo questo e lo Stato. Condanne per le quali non andranno neanche in galera e si sentiranno più in là a autorizzati a ripetersi , magari rovinando qualcher persona . Che vergogna.

  2. La condanna giusta sarebbe stata chiuderli in una stanza con tutti i proprietari e poi quello che succede succede. Sono dei duri in branco, prendili da soli devi vedere che conigli…

  3. queste sono le leggi di merda italiane troppo blande ed interpretabili a discrezione dei giudici.

  4. E’ una vergogna! Tre anni e due mesi a testa! Poichè sono teppisti e tali resteranno, ovviamente, si sentiranno autorizzati a ripetere questa o qualche altra bravata!!! Per come è ridotto questo paese, Salvini è troppo tenero! Ci vuole molto di più.

  5. le condanne non devono essere “giuste” o “ingiuste” a seconda dell’onda emotiva e dell’animale che la compie e della vittima che subisce …. le condanne devono essere quelle previste dalla Legge. Hai dei parlamentari regolarmente eletti e pagati, sono loro che devono cambiare la Legge. Come dici? ah già…dobbiamo prima vedere nel contratto se è previsto….aspè leggo il contratto, chiamo due casaloffie e ti faccio sapere!

  6. Tristemente concordo, siamo al primo grado, in cassazione si vedranno le pene ampiamente ridotte. Spero che tutti i danneggiati abbiano fatto causa, purtroppo l’unico modo di fargli imparare la lezione è colpire il portafoglio loro e dei loro genitori

  7. scusate, ma la pena detentiva non mi sembra insufficiente. Tre anni e due mesi, ci pensate a passarli in carcere?.. ora non conosco lo stato attuale del cpp per accedere ai benefici, ma sono tanti 38 mesi per danneggiamento (con armi ad aria compressa). Piuttosto, a me interessa un’altra cosa: hanno pagato TUTTI i danni arrecati? per me questa è la prima condizione per espiare la pena, pagare fino all’ultimo centesimo, POI discutiamo del resto

  8. ì che munnezz

    SPero tutti abbiano fatto richiesta risarcimento civile.
    Una lezione dura deve essere.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.