Blitz contro le auto fantasma, multati 20 «furbetti» con targa straniera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
I vigili urbani di Salerno, negli ultimi mesi, hanno scoperto e multato 20 automobilisti che circolavano a Salerno con auto con targa straniera.

Le vetture sono targate prevalentemente Romania o Bulgaria. Circolare con targa straniera consente ai proprietari di evitare bolli e risparmiare sull’assicurazione.

I 20 veicoli finiti nel mirino dei cachi bianchi avevano violato le regole del codice della strada. In pratica, l’articolo 132 del CDS, dispone che i motoveicoli e i rimorchi immatricolati con targa estera possono circolare in Italia per un massimo di un anno, dopodiché occorre “nazionalizzarli” attraverso immatricolazione con targa italiana.

In molti, scrive Il Mattino oggi in edicola, preferiscono rischiare e pagare la multa da un minimo di 89 a un massimo di 380 euro cheimmatricolare la vettura e pagare tasse molto più costose.

Inoltre le auto con targa estera permettono una certa impunità. Una volta compiuta una infrazione, come il passaggio col rosso al semaforo o il transito in zona a traffico limitato, diventa quasi impossibile recapitare il verbale ai possessori delle auto straniere soprattutto se non risultano residenti in Italia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Devono essere fatti a tappeto………e sequestriamo chi gira in grosse auto tedesche alla faccia nostra.

  2. Bravissimi la lotta contro questi farabutti deve essere incessante perché non è possibile che restano impuniti mentre la maggior parte di noi rispetta le regole

  3. Li avete beccati, cavolo….mi sembra che ci piace essere presi in giro di continuo….. multa SALATA e obbligo di immatricolazione italiana entro 5 giorni altrimenti…… sequestro e distruzione del veicolo, oppure immediata perdita del possesso e destinazione del veicolo ad altro uso… magari sociale etc. Non ci vuole uno scienziatto per trovare la soluzione. Diversamente si vuole fare solo cassa mettendolo chiaramente a quel posto a chi paga e ringrazia regolarmente!!!!!!!!

  4. E come certificare che l’auto ha circolato più di 1 anno sul territorio italiano senza uscire mai fuori dai confini?

  5. Per ???……
    Deve esserci l’obbligo per il proprietario di dichiarare la data di ingresso agli organi competenti, altrimenti sequestro fino alla reimmatricolazione italiana.

  6. L’articolo 132 CDS non ha validità in quanto dice >>>”E che abbiano già adempiuto alle formalità doganali”. Non essendoci controlli doganali… l’auto può trovarsi sul territorio italiano da 1 mese o 2 anni senza che nessuno possa certificare il tutto. Piantiamola di pensare che gli stranieri siano tutti fessi. 😉 Non è colpa di nessuno se le leggi risalgono al 1993. Date loro dei “evasori” ma in Italia le assicurazioni costano 1500€ contro 150€. Siete voi che obbligate la gente a scendere a compromessi simili.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.