Prende il figlio in ritardo a scuola: mamma rimproverata sputa alla maestra

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Alle 16.15 suona la campanella in una scuola primaria di Saronno, in provincia di Varese, tutti i bimbi vanno a casa: tranne uno. Una maestra si offre di aspettare insieme al piccolo l’arrivo della mamma che è in ritardo. Ma quando la donna viene a prendere il figlio invece di ringraziare la docente le sputa in faccia. La colpa dell’insegnante è di aver rimproverato la madre del bambino per i continui ritardi: non era la prima volta infatti che si presentava oltre l’orario. La maestra ora vuole sporgere denuncia.

“Non era neppure un alunno della mia classe, ma in quel momento stavo cercando di aiutare una collega supplente che non poteva più trattenersi a scuola perché doveva prendere il treno per tornare a casa”, ha spiegato la maestra a La Prealpina. “L’orario d’uscita da scuola è alle 16.15, ma era passata ormai mezz’ora e ancora la madre del bimbo non era venuta a prenderlo. Una situazione che si era già ripetuta in precedenza. Dopo esserci confrontate con la dirigenza scolastica, abbiamo quindi ritenuto di dover affrontare la situazione”.

L’insegnante ha cercato di contattare la donna telefonicamente, senza ricevere risposta. Quindi quando è arrivata, la docente ha ritenuto necessario affrontare il discorso con la mamma ritardataria e le ha dato l’avvertimento che alla prossima occasione la scuola si sarebbe rivolta alla Polizia locale. Il rimprovero però ha fatto andare la donna su tutte le furie: ha riempito la docente di insulti e le ha sputato in faccia.

“Ritengo che stavolta abbia passato veramente il segno e quella che ha avuto è stata una reazione del tutto inaccettabile, anche perché in circolazione nella scuola c’erano in quel momento degli alunni. Penso quindi di sporgere denuncia, perché non è possibile tollerare cose di questo genere. Pur se si tratta di un episodio isolato, i rapporti con le famiglie degli scolari sono infatti in generale sempre positivi e improntati alla collaborazione reciproca. Anche le cronache degli ultimi giorni evidenziano però la necessità di ribadire l’importanza di tutelare il ruolo d’insegnante che siamo quotidianamente impegnati a svolgere”, conclude la maestra.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.