Blitz anti droga nel salernitano: 11 arresti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Vasta operazione antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Salerno in vari centri della provincia.

Circa cento militari, con l’ausilio di unità cinofile, hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore, nei confronti di 11 persone.

A vario titolo, gli indagati rispondono di concorso in detenzione e spaccio di stupefacenti, rapina a mano armata, lesioni ed evasione dagli arresti domiciliari. Reati  commessi a Castel San Giorgio, a Nocera Inferiore, a Nocera Superiore e a Salerno.L’inchiesta della procura nocerina è nata dall’osservazione di alcuni tossicodipendenti di Castel San Giorgio i quali acquistavano la droga a Salerno.

Tra questi c’è anche un ‘cane sciolto’, un richiedente asilo originario del Gambia, “dedito in maniera stabile all’attività di spaccio a Castel San Giorgio e sul lungomare di Salerno”, spiega il procuratore capo, Antonio Centore, che è tuttora irreperibile ma destinatario di una misura cautelare in carcere.
Per le posizioni di alcuni indagati che agivano a Salerno, il Gip ha ordinato la trasmissione degli atti all’ufficio inquirente del capoluogo. In buona sostanza, i gruppi di spacciatori erano tre: uno operante a Salerno Fratte, un altro nel centro storico salernitano e un altro tra Roccapiemonte, Castel San Giorgio, Lanzara e Nocera Superiore.

Nel corso delle indagini, vengono eseguiti diversi sequestri di stupefacenti per il peso di 350 grammi che lasciano a corto di ‘roba’ i pusher. Così, alcuni di questi ultimi decidono di ricorrere ad una rapina ad un supermercato. In sella ad una moto e con volti coperti e pistole in pugno, il 29 marzo scorso, fanno irruzione al ‘Sole 365’ di Nocera Superiore.

Lì, puntano la pistola alla nuca del cassiere e, dopo avergli fracassato la testa con il calcio dell’arma, si fanno consegnare 15mila euro in contanti, custoditi in cassaforte.

Le misure cautelari eseguite oggi dai carabinieri della compagnia di Mercato San Severino si aggiungono all’arresto in flagranza di altri sei spacciatori, sorpresi proprio mentre cedono la droga, che interrogati dagli investigatori non esitano a rivelare le identità dei propri fornitori.

Il Gip, inoltre, ha autorizzato anche il sequestro preventivo di due immobili in uso ad uno degli arrestati ed utilizzati come base operativa dell’attività criminosa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.