Sputi e calci ai passanti: tensione sul Corso V. Emanuele di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Era successo già qualche mese fa e ieri è accaduto nuovamente. Tensione in mattinata sul Corso Vittorio Emanuele a Salerno. Un uomo con disturbi psichici prima ha cominciato a sputare a terra e poi lo ha fatto contro i passanti. Sul posto sono arrivati i Carabinieri intervenuti per convincere l’uomo ad andare via e a smettere di molestare le persone.

Sul posto anche una ambulanza. L’uomo è stato calmato e poi sono stati contattati i servizi sociali e la sua famiglia. Una situazione, questa di persone con disturbi psichici che camminano da soli per strada, diventata ormai – scrive Il Mattino oggi in edicola –  all’ordine del giorno. Paura soprattutto tra le mamme della vicina scuola Vicinanza. Spesso l’uomo è stato visto vicino il plesso scolastico.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Quando scrissero sui giornali nazionali che Salerno è una città di pazzi, i nostri politici locali si offesero, ma se si facessero una camminata x Salerno vedrà che ce ne sono e pure parecchi.

  2. Il sistema nervoso umano sta lentamente perdendo le sue caratteristiche di essere superiore, sotto l’attacco concentrico di una miriade di fattori negativi che lo stanno portando al declino: TV spazzatura con trasmissioni che offendono l’intelligenza, martellamento incessante della pubblicità per rendere schiavi ad acquisti compulsivi e vivere secondo modelli imposti e deleteri, diffusione tramite media e social di mode distruttive della psiche, modelli di vita impostati sulla trasgressione, l’eccesso, del nessun dorma, apatia e mancanza di progetti e ideali per disoccupazione e corruzione politica, solitudine e nebbia per venir meno del supporto familiare per la sua disgregazione, fanatismi religiosi e immigrazioni di popoli con usi diversi, scarsamente integrati, fallimento del ruolo guida dei governi e organizzazioni per indirizzare e controllare il disagio sociale, la violenza, le guerre e via discorrendo…..

  3. basta vedere i commenti dei soliti 23-3 sfigati che girano qua sopra ( e altrove…) ; jate a’ ffaticà….ah già….non serve più, mò ve li manderanno a casa direttamente…!

  4. spegnere la tv appicciat a RADIO e pur o cerviell già che ci siamo

    ribbelliamoci, riprendiamoci la vita, ittat sti spec e telefon che tutto fanno a parte telefonare…
    almeno salviamo i bambini

  5. Evvai, anche oggi gli utenti onniscienti si sono espressi, catalogando un uomo con disturbi psichici (che andrebbero trattati da personale medico) come semplicemente uno che guarda troppa tv spazzatura. Siete da premio nobel per la medicina. Sicuro che la colpa non sia delle scie kimikeee???!!! Spegnete VOI il cellulare ed il pc, avete perso l’uso del buonsenso già da un po’

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.