Mughini e Cruciani querelati da avvocato napoletano: “Sputano veleno su città”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
20
Stampa
In diretta a “Un Calcio Alla Radio”, trasmissione condotta da Umberto Chiariello sulle frequenze di Radio CRC Targato Italia, è intervenuto Angelo Pisani, avvocato: Cruciani e Mughini non hanno perso occasione per parlare male di Napoli, perché loro hanno qualche problema di gelosia verso Napoli che li costringe a sputare veleno sulla nostra città. Ieri è stato anche un momento di svago. C’erano sportivi e tifosi di squadre differenti. Questi due signori ancora una volta risponderanno alle loro schifezze in tribunale. Spero che vengano condannati perché sarebbe anche un esempio per i giovani, che devono sempre e comunque mantenere un’etica in ciò che dicono ”. 

Fonte NapoliToday

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

20 COMMENTI

  1. Cruciani e Mughini non godono sicuramente della mia simpatia.
    Ma la città di Napoli ed il suo hinterland stanno messi davvero molto male… per non parlare della stragrande maggioranza dei cittadini, incivili come pochi.
    E’ colpa dei troppi trogloditi e delinquenti che popolano quelle zone a gettare discredito su tanti cittadini onesti della Campania.

  2. k nazalat ti sei dimenticato dei tuoi concittadini, o mi vuoi dire che a salerno abbiamo gente civile e non viviamo del degrado e l abbandono?? dove vivi? difronte al comune che sta sempre bell pulit¿???? smettiamola di essere così piccoli , cresciamo, che poi a Napoli c iamm tutt quant, basta di essere i soliti nobili decaduti, senno sembra invidia e astio,peggio dell odio.

  3. sinceramente? più che il supposto veleno che due persone, benché famose, sputerebbero su una città ..a me fa paura l’avvocato!.. Censure, querele, minacce (legali).. non era meglio controbattere alle OPINIONI dei due verbalmente? magari con i fatti?
    Mi sa di bavaglio il comportamento di questo avvocato, e in fin dei conti quello che c’è di negativo a Napoli (così come in tutte le grandi città) RESTA, non sarà certo il non parlarne o addirittura il parlar bene nonostante tutto, a far diventare un luogo un paradiso..
    La querela è l’arma dei potenti e di chi ha tempo da perdere, diceva qualcuno! Infatti non si è mai vista una querela fatta da un poveraccio insultato.. Consiglio all’avvocato altri mezzi, perchè può pure vincere la causa, ma camorra, rifiuti, inciviltà non verrebbero cancellati. E con questo non voglio dire che Napoli è solo quello, né che è l’unico posto in quelle condizioni, chiariamolo.. W la libertà di opinione dissenziente!

  4. Tanti napoletani sono delle bravissime persone, ma la stragrande maggioranza dovrebbe farsi un esame di coscienza.
    Criticano tutto e tutti, ma guai a parlare male di loro o della loro città altrimenti tutti a gridare “Razzisti”.
    E’ una delle città meno vivibili in Italia (altro che posto nr. 108 in Italia, stanno molto più in basso) e parlano pure.
    E questo avvocato cerca solo un po’ di notorietà.

  5. davanti ad un tribunale dovrebbero andarci tutte quelle persone che, a vario titolo, hanno reso una delle citta piu belle del mondo in questo stato…..

  6. Da quale pulpito viene la predica!!!! Una città piena di incivili e delinquenti che si permette di sentirsi “offesa”?
    Si sono mai chiesti perchè tutta Italia (da Udine a Palermo) non li sopportano?
    Hanno solo la cultura di “fregare il prossimo” e si sentono in diritto di giudicare gli altri?
    E poi questo avvocato ??? (complimento a definirsi tale) non ha niente di meglio da fare?
    Avendo un pò di tempo libero (presumo) perchè non gira un po per la sua città cosi’ si rende conto della realtà!

  7. A Napoli forse ci vai tu, io non ci tengo affatto.
    Salerno avrà anche i suoi problemi, ma Napoli e il suo hinterland versano in condizioni davvero gravi.
    I fatti sono sotto gli occhi di tutti, ma tu sembri non riuscire a vederli; quindi è un problema soltanto tuo.
    Detto questo non meriti altre risposte.

  8. Comunque devo deludere tanti amici salernitani, scorrendo le ultime statistiche sulla criminalità in Italia, pubblicate dall’ISTAT, Napoli non compare neppure tra le prime dieci per molti reati! E quei primi dieci posti in molti casi sono proprio occupati da città del centro nord! Quindi dovremmo rivedere molti pregiudizi che, chi più chi meno, abbiamo su Napoli e sul sud. Cercate sul sito ISTAT, non mi fanno passare i links qui .. (le offese di qualche ragazzino buzzurro verso di me però passano benissimo).

  9. Maronn, ma sti napulitANI si sentono sempre offesi? Sono sempre vittime di tutto e tutti?
    E allo stadio non li puoi sfottere sennò sei razzista; i personaggi pubblici se evidenziano i problemi, sono razzisti e bugiardi; e che palle !Ma come sono patetici sti napulitANI, o napoleCani, o napulicchi, o sfravca o come li vogliamo chiamare…..

  10. Napoli è un mondo a parte,nel bene e nel male. Certamente molti napoletani per bene,si vergognano dei loro concittadini di basso livello sociale e culturale,ma anche a Salerno,credetemi siamo messi male.

  11. Napoli non è tra le prime nella graduatoria per reati predatori per il semplice fatto che il suo territorio è controllato capillarmente e militarmente da organizzazioni illegali mediamente più efficienti delle stesse forze dell’ordine perché utilizzano mezzi più rapidi ed efficaci. Per lo stesso motivo, molta della delinquenza di strada partenopea che si sostenta di quel tipo di reati, oltrepassa spesso i confini comunali e qualche volta anche nazionali. Per fare un esempio, credo che Reggio Calabria e la Locride siano tra le zone d’Italia con la più bassa percentuale di reati contro il patrimonio e la persona, ma basta visitarla per capire l’aria che tira. I dati ISTAT vanno anche contestualizzati e interpretati, sulle statistiche di quel tipo molto incide anche la percentuale di reati denunciati. Il pregiudizio e sbagliato, ma è sbagliato anche credere di combatterlo fingendo di stare su marte…

  12. Ugo hai perfettamente ragione. Anche nelle città del nord vengono commessi tanti reati e se ne denunciano il 99%.
    Invece a Napoli NON vengono denunciati il 90 % dei reati. Per questo le “statistiche” sono falsate.
    E la mentalità diffusa di xxxxx che c’è a Napoli non la trovi in nessun altro posto d’Italia.

  13. Ma perché questi avvocati non si costituiscono parte civile contro le centinaia di clan camorristici che da oltre due secoli buttano letame sulla città e la Campania tutta?

  14. Tanti napoletani sono quelli che a Capodanno si sparano da un balcone all’altro. Sono quelli che non hanno soldi per campare, ma che poi spendono centinai di euro per i fuochi d’artificio. E che ci fanno vergognare di essere della Campania. Quindi di cosa stiamo parlando ???
    E c’è pure qualche deficiente che si permette di dire che siamo una “città di zombie”.
    Ma chi ci deve andare in quella città piena di traffico sporcizia e delinquenza. Stiamo molto meglio a Salerno.

  15. 15.41 e in generale: e quindi? Non credo assolutamente di stare su marte, ma quanto dici non cambia di una virgola quanto ho detto. Ci sono “differenze tra nord e sud”, ma non “il peggio a sud e il meglio al nord”. Nella mia vita ormai non tanto corta ho assistito a 5-6 reati per strada, e le città erano milano, padova, bari, modena, parigi, londra, pur frequentando Napoli molto spesso. Amici sessantenni di Napoli non hanno mai assistito a scene viste invece in Emilia Romagna e a Milano come a Torino.. Forse sarebbe meglio viaggiare e conoscere realmente la situazione fuori da Salerno e Campania.

  16. Il nord Italia lo hai tirato tu in ballo ed io ti ho risposto. Stai spostando volutamente il discorso per non parlare di quanto sta rovinata “la città più bella del mondo”.
    Poi il fatto che vengano commessi reati a Milano, a Londra o a Roccasecca NON rende Napoli meno schifosa o più bella. I suoi problemi restano comunque.
    Ma il tuo è il classico atteggiamento di chi vuole portare il discorso su “Mal comune mezzo gaudio”. Ed è proprio il modo di pensare come il tuo che non fa progredire tante città del sud.
    E poi credi di essere l’unico a viaggiare qua dentro ?
    Napoli e tanti napoletani stanno inguaiati assai, sembri l’unico che non se ne rende conto.
    Problema tuo, resta della tua convinzione e goditi Napoli, anzi trasferisciti lì, vacci ad abitare visto che ti piace tanto.

  17. Mi infastidisce l’atteggiamento di molti salernitani che nel commentare notizie inerenti Napoli si abbandonano al manicheismo più becero fingendo di ignorare che degrado, criminalità, malcostume sociale e civile siano fenomeni diffusi anche nella nostra città. Ciò detto, quello che non riesco più a tollerare è la puntuale incursione del classico “cittadino del mondo” che, avendo visto cose che gli altri umani non possono neanche immaginare, pretende di convincere gli sprovveduti interlocutori che tutto il mondo è paese. Ergo, siccome si viola la legge sotto ogni latitudine, bisogna fingere che non esistano realtà nelle quali la criminalità si è talmente radicata da assurgere a sistema parallelo e alternativo allo stato. Spesso chi pretende di dare lezioni chiamando in causa metropoli complesse e multietniche come Parigi, Londra e Milano non conosce realtà molto più prossime come Quindici, Casapesenna, Cerignola, San Luca o forse non ha mai messo piede a Miano, Pianura e Soccavo. Signor Ugo, lei pretende di spiegare una realtà peculiare come Napoli e il suo circondario a chi ci vive gomito a gomito. Scendere dal piedistallo, grazie,

  18. 08:40 e 18:30, ora non ho tempo per scrivere, ma se si legge bene il filo dei commenti e delle risposte si può capire benissimo che non ho spostato nessun filo del discorso: leggetevi in TITOLO! si parla di napoli, e realtà come padova milano torino sono assolutamente paragonabili. Non lo sono invece Salerno soccavo pianura etc. Io non sto su nessun piedistallo, la mia risposta è estremamente attinente a quelle che attaccano napoli giusto per il gusto di farlo. Chi lo ha detto che siccome si viola la legge in un posto allora si può fare in un altro? solo LEI 18.30, non io. Quello che ho scritto credevo chiaramente, era che parlare male di Napoli è uno sport diffuso molto praticato da chi vive di luoghi comuni, e ho portato la MIA esperienza diretta; se parlare per esperienza diretta vuol dire stare su un piedistallo allora siate felici dove vi trovate: senza piedistallo e a parlare per sentito dire o per pure congetture. Contenti voi. Dettaglio: quando e dove ho scritto che a Napoli è tutto a posto? Da nessuna parte ovviamente, ma lo sport di parlare per congetture è molto diffuso. Pastenese l’intollerante (intollerante di chi parla per esperienza, preferisce chi parla di fantasia)

  19. Caro Ugo, di Napoli si parla male perché è una metropoli che soffre di alcuni problemi comuni a tutte le grandi agglomerazioni urbane, che ha anche la caratteristica di essere la culla e la zona di irradiazione di alcune delle organizzazioni criminali più radicate e pericolose al mondo, sviluppatasi solo lì in quelle specifiche forme, per ragioni storiche ben precise. Questi sono fatti arcinoti e inconfutabili, non luoghi comuni. Sostenere il contrario in nome del politically correct o della solidarietà meridionale, è un’operazione ipocrita ed anche ideologica. Ciò fermo restando che, ovviamente, rimane una grande capitale occidentale con un patrimonio culturale e storico con pochi pari, che i napoletani non sono tutti uguali, che anche al nord si delinque, etc…Lei sta sul piedistallo perché continua a ritenere che le sue affermazioni siano frutto di esperienze di vita mentre quelle degli altri siano congetture basate su luoghi comuni. Le assicuro che so molto bene quello di cui parlo. Chiudo rinnovandole il mio invito ad essere più umile e pregandola di chiarire meglio i concetti di cui si fa portatore, visto che essi si prestano a fraintendimenti tanto frequenti.

  20. Allora non è chiaro?? prima di tutto io NON sostengo il contrario, come detto nel mio primo commento che evidentemente lei non ha letto, pur commentando su di me; infatto ho scritto “quello che c’è di negativo a Napoli RESTA”. Quindi fin dall’inizio non ho negato un bel niente!
    In secondo luogo, il piedistallo e l’umiltà? ma per favore, se si prestano a fraintendimenti è perchè molta gente non legge, immagina, fa congetture, va di fantasia su quello che scrive ugo, e poi risponde, ovviamente su cose che ugo non ha scritto! Quando mai ho scritto che in generale “io mi baso su fatti e gli altri su congetture”???
    Non solo, sempre nel mio PRIMO commento ho parlato io stesso, e per primo, di “camorra, rifiuti, inciviltà non verrebbero cancellati”! E lei mi dice che io starei “fingendo di ignorare che degrado…”! E EVIDENTE che lei commenta per congetture su quanto io ho scritto! I fatti e i commenti ben visibili a tutti ne sono la prova! Io affermo che c’è inciviltà, lei accusa ugo di non vedere l’inciviltà?! io affermo che c’è camorra, e lei accusa di vivere su marte?!? mah.. Si legga i commenti miei, in ordine, e poi vediamo chi capisce e chi no, chi è umile e chi no, chi commenta sul tema e chi no, chi fa congetture e chi no.
    Sulle congetture ho scritto “SE parlare per esperienza diretta vuol dire stare su un piedistallo ALLORA siate felici … a parlare per pure congetture.”. La frase ha un senso ben preciso, e gli amici alle quali l’ho mostrata ne hanno capito il senso! Che dire? ho amici strani, troppo stupidi o troppo intelligenti? o forse pure loro sul piedistallo? o semplicemente che capiscono l’italiano e un discorso ipotetico?..
    E sull’umiltà: se io con i miei occhi ho visto determinate cose, per quale motivo non dovrei esporle contestualizzandole? Ah già, meglio parlare di cose sentite dire, e voci di corridoio, congetture appunto! Ho capito, mi scusi, la prossima volta lo farò, così saremo tutti ben uniformati.
    Che poi io sostengo il politicamente corretto è una bala esagerata! mi sono sempre battuto per il contrario, per i fatti e non per la forma!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.