Rubano la corrente, nei guai tre attività commerciali nel salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Le Fiamme Gialle di Salerno, nel quadro dell’ordinaria e quotidiana attività di controllo
economico del territorio, hanno individuato, nei Comuni di Pontecagnano (SA) e
Montecorvino Rovella (SA), così come avvenuto di recente nel corso di un’analoga
operazione di servizio, tre esercizi commerciali che si approvvigionavano di corrente
elettrica attraverso allacci abusivi alla rete pubblica.

I Finanzieri, con la collaborazione dei tecnici specializzati della società di gestione della
rete, hanno riscontrato la flagranza dei furti di energia elettrica, realizzati attraverso
sofisticati sistemi di by-pass che consentivano di utilizzare l’elettricità senza che ne fosse
rilevato il consumo dai relativi contatori. Si tratta di un ristorante a Pontecagnano e di due bar a Montecorvino Rovella.

Nel primo caso i militari hanno accertato che ad essere regolarmente collegate al
contatore erano le sole luci della sala mentre gli elettrodomestici industriali (frigoriferi,
cucine, forno, lavapiatti) maggiormente dispendiosi dal punto di vista del consumo di
elettricità, erano allacciati direttamente alla rete pubblica senza che ne venisse rilevato il
consumo a carico dell’esercizio.

Il sistema abusivo era nascosto all’interno di un piccolo vano secondario chiuso a chiave
ed azionato attraverso un interruttore termomagnetico posto nella sala ed utilizzato in caso
di controllo.

Negli altri due casi, i titolari erano ricorsi al classico sistema delle “calamite” posizionate
sulla parte superiore dei contatori che, interferendo con il sistema di rilevazione
dell’energia elettrica, generano un errore nella misurazione dei consumi.

I tecnici intervenuti sul posto hanno verificato che il consumo di energia elettrica rilevato
dai contatori era pari solo al 3 per cento del reale consumo, con un conseguente
“risparmio” sui reali consumi del 97 per cento.

Il mancato introito stimato per la società di gestione della rete è di oltre 160.000 euro negli
ultimi due anni.

I titolari delle attività commerciali sono stati denunciati a piede libero alla Procura della
Repubblica di Salerno per il reato di furto aggravato di energia elettrica e rischiano pene
fino a 6 anni di reclusione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.